Attendere...caricamento in corso

TS EnGiNeS


Run Search Request

TS NaWiGaToR


ViDeO..



Courtesy TerritorioScuola - Daniel Nocera - La foglia artificiale


Courtesy TerritorioScuola - Fusione Fredda: Intervista a McKubre -- sub ita -- parte 1 e 2


Courtesy TerritorioScuola
Emilio del Giudice Storia delle reazioni nucleari nella materia condensata
(Clicca qui per vedere tutto il Convegno "Eppur si Fonde" - Milano, 20/11/2009)

Courtesy TerritorioScuola


Commenti Correnti!


I Commenti dei Navigatori di TerritorioScuola InterAzioni. Considerazioni, sfoghi, invettive contro i pionieri del collasso mondiale.
Commenti CorrentiCommenti CorrentiCommenti Correnti

NormaScuola SupeR SearcH!

Prova il Nuovo Motore di Ricerca della Normativa Scolastica e Correlata!

ANIEF - Associazione Sindacale Professionale

Giovedì 19 Settembre 2019 – News in tempo reale da ANIEF – Scuola, università, ricerca e politica scolastica. Tutte le informazioni che servono per mantenersi costantemente aggiornati: rassegne stampa in diretta dalle fonti originali.


18/09/2019
Anief su Adnkronos – Pacifico: “I nostri 25 punti contro la supplentiite e per valorizzare la professione”

18/09/2019
Anief su Ansa – Pacifico al Miur: “Si intervenga su precariato e investimenti”

“Per la scuola servono una serie di provvedimenti urgenti, che affrontino con forza il tema del precariato e quello degli investimenti”: lo ha chiesto oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale dell’Anief, nel corso del primo incontro tenuto con il nuovo ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti

Leggi tutto…

18/09/2019
Anief su Teleborsa – Pacifico: “Illustrate le nostre proposte al ministro Fioramonti”

18/09/2019
COI e COE, capiamone di più

Nell’organico di una scuola sono indicate tutte le cattedre presenti sia per le diverse classi di concorso che per le tipologie di posto (posto comune, sostegno, potenziamento). Tali cattedre possono essere di due tipi: cattedre orario interne (COI) e cattedre orario esterne (COE)

Leggi tutto…

18/09/2019
Anief convocato dal ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti

L’incontro segue quello delle altre sigle sindacali firmatarie di contratto. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, apprezza l’apertura del titolare del Miur e chiede interventi urgenti in un decreto #salvascuola e nella prossima legge di stabilità. Analisi e soluzioni, in 25 punti le proposte del giovane sindacato per sconfiggere la supplentite e valorizzazione la professione di tutto il personale.

“Per la scuola servono una serie di provvedimenti urgenti, che affrontino con forza il tema del precariato e quello degli investimenti”: lo ha chiesto oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale dell’Anief, nel corso del primo incontro tenuto con il nuovo ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. Durante la riunione, che fa seguito a quella tenuta ieri con le altre organizzazioni sindacali firmatarie del Contratto alla luce del perfezionamento delle procedure di accertamento della rappresentatività raggiunta dall’Anief nelle ultime elezioni Rsu, il leader del giovane sindacato ha ripercorso il decennio che ha portato l’organizzazione sindacale alla rappresentatività e quindi illustrato sia le urgenti iniziative da porre in atto per garantire il corretto avvio dell’anno scolastico sia le modalità per combattere e sconfiggere la piaga della precarietà, suggerendo anche la via per poter trovare risorse aggiuntive per il rinnovo del Contratto scaduto. A questo proposito, il sindacato ha messo in risalto come in base ai dati Ocse, riportati nel rapporto Education at a Glance, gli stipendi dei docenti italiani risultino ancora molto bassi rispetto a quelli dei colleghi dei Paesi sviluppati. Ecco perché servono aumenti consistenti, che sfruttino anche le risorse già esistenti, ma rimaste congelate.

incontro miur anief

Roma, 18 settembre 2019. La delegazione Anief ricevuta in Viale Trastevere. Potrebbe essere una data storica: il sindacato ha illustrato al ministro Lorenzo Fioramonti le proposte Anief in 25 punti per il decreto #salvascuola, dopo l’ascolto delle richieste pervenute dai tanti precari e dalle famiglie che chiedono il rispetto del diritto. Continueremo ad ascoltarvi per far sentire la vostra voce. Per una scuola giusta, equa e solidale
 

Leggi tutto…

18/09/2019
Rassegna Stampa – 18 settembre 2019

18/09/2019
Anief su Ansa – Stop a precariato nella Ue, conferenza Cesi a Palermo

Correre ai ripari, a livello europeo, contro la deriva del precariato e il dilagare dei contratti atipici che non hanno colmato le lacune del mercato del lavoro, intrappolando il più delle volte i lavoratori a livelli bassi di protezione sociale. Per fare il punto sulla attuazione della direttiva comunitaria, analizzare problemi e proporre soluzioni, a partire dal caso emblematico della scuola italiana, domani e venerdì a Palermo, i sindacati indipendenti affiliati alla Cesi partecipano al convegno-progetto della Cesi Accademia Europea sul tema “Lavoro precario – dotare i sindacati delle capacità necessarie per raccogliere nuove sfide”. La conferenza di Palermo, finanziata dalla Commissione Europea, scrivono gli organizzatori, “è il primo di una serie di incontri che si svolgeranno anche in altri Paesi europei e si concentrerà sulla questione dell’aumento del lavoro precario entro i confini dell’UE e in diversi settori”. Il giovane sindacato Anief, aderente alla Cisal e alla Cesi, sarà il padrone di casa a Palermo, sede della segreteria nazionale

Leggi tutto…

18/09/2019
Miur, incontro per illustrare il decreto sui Pas entro pochi giorni, nuovi reclutamenti entro fine 2019

Il ministro Lorenzo Fioramonti continua a essere determinato a mettere in moto la macchina dei concorsi. Afferma di voler avviare, prima possibile, tutte le misure necessarie per una risoluzione concreta dell’impasse che l’istituzione scolastica sta attraversando. Sono 55mila i posti messi a bando per i concorsi, saranno suddivisi a metà tra precari e neolaureati

Leggi tutto…

18/09/2019
UNIVERSITÀ – Torna la Notte Europea dei Ricercatori

Ma in Italia, il ruolo è stato messo ad esaurimento da nove anni, da quando chi vuole fare ricerca la può fare soltanto da precario. Nel 2009, infatti, l’anno si apre con l’annuncio del ministro Gelmini sull’assunzione di 6 mila giovani ricercatori – poi bloccata – e si chiude per motivi di finanza pubblica con la cancellazione dei futuri contratti a tempo indeterminato. In 40 mila, tra dottori e assegnisti di ricerca, aspettano da molto e nel frattempo pur di insegnare accettano incarichi gratuiti presso gli Atenei. Chi ha avuto l’idoneità nei concorsi relativi all’abitazione nazionale per ordinario e associato già nel 2012, per le stesse esigenze di risparmio delle Università, non ha avuto il posto bandito e ora dopo molte proroghe è costretto a ripresentarsi. Marcello Pacifico (Anief): Urgente una nuova riforma del reclutamento, soltanto un dottore di ricerca su dieci insegna all’università.

Leggi tutto…

17/09/2019
Anief su Il Resto del Carlino – Prof nominati come al mercato


Comments are closed.