IperCalc
(Calcolo finanziario)

Autore : Davide Suraci



" Sperimentazione di nuovi percorsi per l'insegnamento e l'autoapprendimento di una disciplina ad elevato contenuto metodologico e procedurale"



- Cosa è IperCalc -


- "Una proposta sperimentale per dei nuovi processi e percorsi cognitivi, elaborativi e rielaborativi"


- Piano generale dell'opera -

Risoluzione video consigliata: 800 x 600


Cosa è IperCalc



"IperCalc" è un ipertesto che ha come obiettivo primario quello di consentire il libero approccio alla conoscenza di una materia complessa da diverse "strade di accesso".

Ognuno,infatti, può accedervi dal livello culturale di base che ritiene più congeniale ed "esplorare" il testo secondo quei percorsi che possano soddisfare al meglio le proprie esigenze di"navigatore ipertestuale"alla ricerca di un "dominio" di conoscenza sempre diverso in funzione dei momenti e delle rotte prescelte .E' infatti prerogativa di IperCalc la possibilità di sperimentare ed acquisire un percorso di studio personalizzato,che emerge proprio dalle scelte fatte nell'esplorazione dell'ipertesto.

Torna all'inizio | pagina successiva


"Una proposta sperimentale per dei nuovi processi e percorsi cognitivi,elaborativi e rielaborativi"

Essendo la struttura di tipo "Ipertestuale pseudo-aperto",non esistono perciò dei limiti (potenzialmente tutti i termini , i concetti ,il testo nella sua interezza si prestano ad essere ulteriormente ampliati e ramificati dall'utente) alle scelte che lo studioso si porrà nelle diverse fasi della sua ricerca: questa è solo uno degli infiniti punti di partenza dai quali gli studiosi della disciplina potranno far derivare soluzioni,domande e proposte che consentano la formazione e l'evoluzione di nuovi processi e percorsi cognitivi.

"IperCalc" vuole perciò essere una proposta di un nuovo modo di intendere l'istruzione tecnica (e in particolare l'autoistruzione) attraverso l'impiego di un'agevole struttura di consultazione che,oltre a modellarsi alle esigenze individuali, permette di autoverificare i progressi compiuti.

Torna all'inizio | pagina succesiva


Piano generale dell'opera



Le sezioni di Estimo Generale e di Calcolo Finanziario sono caratterizzate dalla possibilità di una libera esplorazione da parte dell'utente affinché possa trovare autonomamente, secondo i tempi e i percorsi da lui ritenuti più idonei, le condizioni migliori per la conoscenza e l'apprendimento.

Entrambe le sezioni si prestano ad essere utilizzate con un indice analitico introduttivo richiamabile da qualunque parte dell'ipertesto permettendo, se lo si desidera,una consultazione di tipo gerarchico; tuttavia viene offerta la possibilità, da qualunque parte dell'ipertesto, di procedere solo mediante le parole evidenziate con un colore blu e sottolineate che, sottoposte ad un semplice clic del mouse,"rimandano"alla spiegazione ipertestuale.

La struttura dell'ipertesto è inoltre supportata, per facilitare il percorso esplorativo, da un Glossario Ipertestuale, che è di supporto alla comprensione dei contenuti attraverso una consultazione effettuabile da qualunque parte dell'ipertesto.Sulla sinistra della finestra di lettura principale compare una colonna, nella quale rimarrà sempre visibile l'indice di consultazione per Aree.

Al termine di ogni capitolo è collocata una batteria di Test di autovalutazione, ai quali ci si può immediatamente sottoporre "cliccando" una delle due o tre risposte che vengono presentate, cui seguirà la conferma o meno della esattezza della risposta fornita, oppure impartendo il comando di stampa della serie di test prescelta per svolgerli, possibilmente, a computer spento.

Torna all'inizio | pagina successiva

Torna all'inizio | "Quadro generale dei contenuti"


Ipertesto pseudo-aperto

L'ipertesto pseudo-aperto è un ipertesto che, pur consentendo un'ampia possibilità di scelta relativa al percorso esplorativo dell'ipertesto medesimo, conserva tuttavia dei vincoli impostigli dall'autore. Questi sono legati da un lato all'esigenza di contenere la voluminosita' dello spazio esplorativo entro cui viene condotta l'esperienza di apprendimento con l'intento di non provocare un'eccessiva dispersione terminologica e concettuale; dall'altro alla fondamentale, determinante, esigenza di generare nel discente, durante la fase dell'intellezione, le "crisi cognitive" che lo porteranno a porsi delle domande su ciò che sta conoscendo, chiave di volta e motivazione del suo "personalissimo" processo di apprendimento.

Torna all'inizio | Torna alla pagina di provenienza