Cent (moneta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da ¢)
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
¢ c
Un cent degli Stati uniti

Nelle valute, il centesimo o cent è una unità di misura monetaria uguale ad 1/100 dell'unita monetaria presente nei vari paesi, in particolare per il dollaro americano e per l'euro (vedere "Utilizzo" per gli altri stati). Il termine può anche riferirsi alla moneta che vale un centesimo. Negli Stati Uniti e in Canada 1¢ è conosciuto con il soprannome di penny, che richiama la moneta inglese che ha lo stesso nome.

Etimologiamodifica | modifica sorgente

Etimologicamente la parola centesimo (o cent) deriva dal termine latino centum ed è collegata con il greca εκατόν (hekaton); entrambi significano cento.

Simbolomodifica | modifica sorgente

I valori in centesimi compresi tra 1 e 99 sono anche indicati da una o due cifre seguite dal "simbolo di centesimo" (cent sign) una lettera c minuscola tagliata dall'alto in basso da una linea verticale ¢ (2¢, 99¢). Nel caso il simbolo non sia disponibile (come ad esempio in ASCII) viene usata una semplice lettera c minuscola (2c, 99c). La prima modalità di uso è comune negli Stati Uniti e in Canada, la seconda in Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica e nell'Eurozona. Nei fogli elettronici l'uso del formato decimale (ad esempio € 0,99) è comune in quanto rende semplice tenere allineati i separatori decimali.

Il simbolo "¢" ha valore Unicode U+00A2 (ereditato dal Latin-1)[1], mentre la rappresentazione decimale è 162. In HTML viene inserito con ¢ oppure ¢

Il simbolo "¢" può essere ottenuto in ANSI tenendo premuto il tasto ALT e inserendo il numero 155 (ALT + 155) (su un Mac usare ALT + 4).

Il simbolo di centesimo non va confuso con quello del colón ₡, che ha codifica Unicode U+20A1 (o 8353 in decimale) o con il segno del cedi ₵, che ha codifica Unicode U+20B5 (o 8373 in decimale).

Utilizzomodifica | modifica sorgente

Le zecche presenti nel mondo normalmente creano monete per i valori compresi tra 0,1 e 10 euro, mentre riservano le banconote per i valori maggiori. Se l'inflazione fa calare il valore d'acquisto della valuta in molti casi le banconote vengono sostituite dalle monete, ad esempio ciò è successo nel caso di dollaro canadese, dollaro australiano, sterlina britannica e lira italiana, che hanno anche ritirato le monete di minor valore e/o hanno emesso banconote di valore maggiore. Il dollaro statunitense mantiene invece ancora in circolazione il biglietto di $1 insieme alla (meno popolare) moneta, mentre tutte le altre nazioni industrializzate usano normalmente delle monete metalliche per il valore equivalente.

Altre sistemi di suddivisione monetaria sono possibili, come ad esempio nel caso della vecchia sterlina che sino alla decimalizzazione del 1971 era divisa in 20 scellini ("s") o in 240 vecchi penny ("d").

Esempi di valute che hanno i centesimi o termini collegati come cents, centimo, centesimo, sen sono:

Esempi di valute che non hanno i centesimi:

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

numismatica Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica







Creative Commons License