Aaron Rodgers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aaron Rodgers
Aaron Rodgers 2008 (cropped).jpg
Dati biografici
Nome Aaron Charles Rodgers
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 100 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
Carriera
Giovanili
2002 - 2004 Stemma California Golden Bears Cal. Golden Bears
Squadre di club
2005 - Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
Palmarès
Super Bowl 1
MVP del Super Bowl 1
MVP della NFL 1
Selezioni al Pro Bowl 3
All-Pro 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 20 maggio 2013

Aaron Charles Rodgers (Chico, 2 dicembre 1983) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di quarterback per i Green Bay Packers della National Football League. Al college giocò a football coi California Golden Bears dove stabilì diversi record nei passaggi, incluso il minor tasso di intercetti in una stagione e in carriera. Fu scelto nel corso del primo giro (24° assoluto) del Draft NFL 2005 dai Packers.

Dopo essere stato la riserva di Brett Favre nei suoi primi tre anni di carriera nella NFL, Rodgers divenne il quarterback titolare dei Green Bay Packers, guidandoli alla vittoria del Super Bowl XLV dopo la stagione 2010, venendo nominato miglior giocatore della partita e atleta dell'anno dall'Associated Press. Rodgers è il primatista di tutti i tempi della NFL per passer rating nella stagione regolare con 104,9 e al terzo posto di tutti i tempi nei playoff con 103,6 (tra i giocatori con almeno 1.500 e 150 passaggi tentati rispettivamente). Detiene inoltre la minor percentuale di passaggi intercettati per un quarterback nella stagione regolare con l' 1,7% e il record NFL per il più elevato passer rating in una stagione con 122,5 nel 2011, stagione nella quale fu premiato come MVP della NFL.

Carriera professionisticamodifica | modifica sorgente

Pre-Draftmodifica | modifica sorgente

Rodgers era previsto come una delle prime scelte del Draft 2005 dopo aver messo a referto numeri notevoli durante la sua stagione da junior con i California Golden Bears, lanciando 2.320 yard con una percentuale di completamento del 67,5%. Egli pareggiò il record NCAA quando completò 23 passaggi consecutivi contro i futuri campioni nazionali di USC. Nella sua ultima stagione al college lanciò 24 touchdown e soli 8 intercetti, impressionando diversi osservatori della NFL. Essi commentarono la presenza di "uno junior (giocatore al terzo anno di college) dotato di un braccio potente" che "combina forza del braccio, meccanica e tempo rilascio in ogni tiro" ma notarono anche che le sue statistiche potessero essere gonfiate dal fatto che giocasse in uno schema di gioco favorevole ad un quarterback e che avrebbe dovuto adattarsi ai più elaborati schemi difensivi della NFL.

Draft 2005modifica | modifica sorgente

Rodgers era ampiamente pronosticato come la prima scelta assoluta del Draft 2005 ma scese fino alla chiamata numero 24 da parte dei Green Bay Packers[1]. La discesa di Rodgers fino alla ventiquattresima chiamata divenne una delle più grandi storie del draft, anche se fu il secondo quarterback ad essere selezionato. NFL Network ha posizionato questo avvenimento al primo posto tra le 10 migliori storie del giorno del Draft. I San Francisco 49ers, che detenevano la prima scelta assoluta, preferirono a Rodgers il quarterback Alex Smith. Inoltre, molte squadre che scelsero tra la seconda e la ventitreesima posizione avevano necessità più pressanti di quella di trovare un quarterback. Rodgers fu uno dei cinque quarterbacks allenati da Jeff Tedford ad essere scelti nel primo giro, unendosi a Trent Dilfer, Akili Smith, David Carr, Joey Harrington e Kyle Boller.

Green Bay Packersmodifica | modifica sorgente

Stagioni da riserva (2005-2007)modifica | modifica sorgente

Aaron Rodgers nel 2008.

Dopo essere stato scelto nel Draft, Rodgers firmò un contratto di 5 anni per 7,7 milioni di dollari, di cui 5,4 milioni garantiti. Trascorse la stagione 2005 (terminata con un record di 4-12) dei Packers come quarterback di riserva, alle spalle Brett Favre. Rodgers giocò poco durante quell'anno ma fu in campo nella vittoria sui New Orleans Saints il 9 ottobre del 2005, giorno del suo debutto, e nella sconfitta coi Baltimore Ravens. Rodgers giocò soprattutto nella squadra delle riserve dei Packers durante gli allenamenti, emulando il quarterback che Green Bay avrebbe affrontato nella sua successiva partita. Le sue buone prestazioni in questo ruolo fecero guadagnare a Rodgers il rispetto dei compagni di squadra. Il ricevitore dei Packers Donald Driver descrisse la prestazioni di Rodgers nello scout team come se "fosse l'ultimo possesso della sua vita" In un'intervista del 2011 a Sports Illustrated, il ricevitore dei Packers James Jones disse che Rodgers "durante il suo apprendistato Rodgers faceva dei lanci che Brett non riusciva a fare"

Quando Favre decise di continuare la sua carriera anche nella stagione 2006, Rodgers fu costretto a continuare nel suo ruolo di secondo quarterback. Rodgers iniziò a lavorare col nuovo capo-allenatore dei Packers Mike McCarthy nella sua "Quarterback School", affinando i suoi lanci in movimento e migliorando il lavoro dei suoi piedi.

Il 19 novembre 2006, Rodgers si ruppe il piede sinistro contro i New England Patriots in una sconfitta casalinga per 35-0 mentre stava sostituendo l'infortunato Brett Favre saltando tutto il resto della stagione. Rodgers si ristabilì completamente e fu pronto per iniziare la sua stagione 2007. Con l'allenatore dei quarterback Tom Clements, Rodgers riguardò ogni giocata della stagione precedente, imparando a leggere le coperture difensive e a lanciare ai ricevitori liberi. Egli inoltre iniziò a lavorare con la prima squadra dei Packers.

Ad ogni modo, settimane dopo un'emotiva intervista con Andrea Kramer di NBC in seguito a una vittoria nel finale di stagione contro Chicago, Favre annunciò che sarebbe rimasto coi Packers anche nella stagione 2007, deludendo nuovamente le speranze di Rodgers di diventare il titolare dei Green Bay Packers. Prima della stagione 2007, emersero voci che coinvolgevano un potenziale scambio di Rodgers con gli Oakland Raiders per il wide receiver Randy Moss[2]. Alla fine, Moss fu spedito ai New England Patriots durante il secondo giorno del draft 2007 e Rodgers rimase a Green Bay.

Rodgers subentrò a Favre quando questi si infortunò nel secondo quarto contro i Dallas Cowboys nel Thursday Night Football il 29 novembre 2007. Rodgers completò 18 passaggi per 201 yard, senza intercetti. Lanciò anche il suo primo touchdown ma subì tre sack. Rodgers riportò la squadra in partita da uno svantaggio da 17 punti a 3 ma i Cowboys vinsero 37–27.

Stagioni da titolaremodifica | modifica sorgente

Stagione 2008modifica | modifica sorgente

Brett Favre annunciò il suo ritiro il 4 marzo 2008, aprendo finalmente le porte per un posto da titolare nei Packers a Rodgers nella stagione 2008. Malgrado Favre decise di tornare dal suo ritiro, egli fu scambiato coi New York Jets, confermando a Rodgers il posto da titolare.

Con Rodgers al debutto da titolare, i Packers batterono i Minnesota Vikings 24–19 al Lambeau Field. Quella fu la prima volta dal 1992 che i Packers iniziavano una stagione senza che Favre fosse il loro QB titolare. Rodgers terminò la gara con 178 yard passate e 2 touchdown (1 passato/1 corso)[3]. Il primo touchdown passato nella sua carriera da titolare fu un passaggio da una yard per il fullback Korey Hall. Nella settimana successiva, alla sola seconda partita con titolare, Rodgers fu votato vincitore del premio FedEx Air dopo aver passato per 328 yard e 3 touchdown in una vittoria contro i Detroit Lions[4]. Durante la quarta settimana della stagione, la sua striscia di 157 passaggi consecutivi senza un intercetto terminò quando fu intercettato da Derrick Brooks dei Tampa Bay Buccaneers. Tale striscia fu la terza della storia della franchigia dietro Bart Starr (294) e Brett Favre (163)[5]. Rodgers soffrì un forte colpo alla spalla in seguito ma continuò a partire da titolare e giocò bene nella vittoria contro i Seattle Seahawks due settimane dopo, cosa che provò a molti la sua determinazione[6]. Malgrado i successi iniziali, Rodgers non riuscì a vincere nessun partita punto a punto malgrado sette opportunità avute durante la stagione[7]. Il 31 ottobre 2008, Rodgers firmò un'estensione contrattuale fino al 2014 da 65 milioni di dollari[8].

Aaron Rodgers il 27 dicembre 2009.
Stagione 2009modifica | modifica sorgente

Per la gara di apertura della stagione 2009, Rodgers mise a segno la sua prima vittoria in rimonta. I Packers erano in svantaggio all'inizio dell'ultimo quarto quando Rodgers completò un passaggio da touchdown da 50 yard per il wide receiver Greg Jennings con meno di un minuto rimanente contribuendo alla vittoria 21–15 sui Chicago Bears. Rodgers fu nominato giocatore offensivo del mese della National Football Conference (nell'ottobre 2009, quando passò per 988 yard, completò il 74,5 per cento dei suoi passaggi ed ebbe un passer rating oltre 110 in ognuna delle gare disputate nel mese. Dopo una mediocre partenza di 4–4 e una devastante sconfitta coi precedentemente senza vittorie Tampa Bay Buccaneers, la squadra iniziò ad ingranare. Rodgers guidò i Packers a cinque vittorie consecutive, in cui lanciò per 1.324 yards, 9 touchdown e 2 soli intercetti. Rodgers e i Packers vinsero due delle ultime 3 gare, finendo la seconda metà della stagione con un record di 7–1 ed un totale di 11-5; ciò fu abbastanza per aggiudicarsi una wild card per i playoff. Rodgers riscrisse i libri di storia della NFL, diventando il primo QB a lanciare per più di 4.000 yard in entrambe le sue prime due stagioni da titolare. Le sue yard passate lo misero al secondo posto di tutti i tempi dei Packers in una singola stagione, secondo solo a Lynn Dickey.

Nella sua prima apparizione da titolare nei playoff, contro gli Arizona Cardinals, il primo passaggio di Rodgers fu intercettato da Dominique Rodgers-Cromartie. Rodgers però si riprese subito e terminò con 28 passaggi completati su 42 tentativi, 422 yard e 4 touchdown. Malgrado gli sforzi offensivi di Rodgers, i Packers persero la partita quando commise un fumble nell'ultima azione dei tempi supplementari. La palla fu ritornata da Karlos Dansby per il touchdown vincente e la vittoria 51–45 dei Cardinals. Esso fu il punteggio più alto della storia dei playoff.

Grazie alle sue prestazioni nella stagione regolare, Rodgers si guadagnò la prima convocazione per il Pro Bowl come terzo quarterback della NFC dietro Drew Brees e Brett Favre. Ad ogni modo, Favre dovette rinunciare a causa di un infortunio mentre Brees fu sostituito per consentire la sua partecipazione al Super Bowl XLIV. Rodgers divenne quindi il titolare della NFC per la partita. Finì con 15 su 19 nei passaggi con 197 yard e 2 touchdown, malgrado l'NFC avesse perso la gara.

Stagione 2010: vittoria del Super Bowlmodifica | modifica sorgente

Dopo aver guidato la squadra ad una partenza di 2–0 nel 2010, i Packers persero tre delle successive quattro gare comprese due nei tempi supplementari. I due supplementari portarono Rodgers ad un record di 0–5 quando le partite sono terminate all'overtime. Nella settimana 14, Rodgers subì la seconda commozione cerebrale della stagione venendo sostituito dalla sua riserva Matt Flynn. I Packers persero 7–3 contro i Detroit Lions. Fu la prima vittoria dei Lions nella division dal 2007, fermando una striscia di 19 gare consecutive perse contro i rivali di division. Rodgers saltò la gara seguente terminando la sua striscia di partenze consecutive da titolare a 45, che fu la seconda, alla pari, della storia del club. Alla fine, Rodgers diede la scossa alla squadra, vincendo le due gare finali della stagione regolare contro New York Giants e Chicago Bears, entrambe, di fatto, già due gare ad eliminazione per centrare i playoff.

Con un record di 10–6 record, i Packers entrarono ai playoff come #6 del tabellone delle Wild Card. Rodgers guidò i Packers a superare le squadre coi tre migliori record della NFC in trasferta per tre settimane consecutive. Nel Wild Card round, superarono i #3, i Philadelphia Eagles, 21–16. Nel divisional round, Rodgers completò 31 passaggi su 36, per 366 yard e 3 touchdown nella vittoria 48–21 sui #1 del tabellone, gli Atlanta Falcons. Durante la sfida coi Falcons, Rodgers pareggiò il record NFL di gare consecutive con almeno 3 touchdown (3 gare). Il 23 gennaio 2011, Rodgers lottò con un 55,4 di passer rating, con la sua squadra che batté comunque i #2, i Chicago Bears, 21–14 vincendo l'NFC Championship[9]. I Packers si guadagnarono la partecipazione al Super Bowl XLV, vinto 31–25 contro i Pittsburgh Steelers. Rodgers completò 24 passaggi su 39 tentativi per 304 yard e 3 touchdown e fu nominato miglior giocatore del Super Bowl XLV.

Stagione 2011: MVP della legamodifica | modifica sorgente
Aaron Rodgers nel 2011.

Rodgers guidò i Packers a una partenza di 13–0 nel 2011 fino alla sconfitta coi Kansas City Chiefs. Rodgers giocò la miglior stagione della carriera, lanciando per 4.643 yards, 45 touchdown e 6 soli intercetti, con un passer rating di 122,5, il più alto della storia della NFL in una singola stagione. Questi numeri gli fecero vincere il premio di miglior giocatore offensivo del mese della NFC nei mesi di settembre, ottobre e novembre e il premio di giocatore della settimana FedEx Air sei volte (settimane 4, 5, 6, 7, 9 e 13) e fu il vincitore del premio di miglior giocatore del Giorno del Ringraziamento dopo la vittoria dei Packers sui Detroit Lions per 27-15. Pareggiò anche il record NFL di partite consecutive con almeno due passaggi da touchdown (13). Rodgers e i Packers finirono la regular season con un record di 15-1, con Rodgers che giocò tutte le partite tranne l'ultima in quanto poteva permettersi di riposare dopo aver conquistato il vantaggio casalingo in tutte le partite di playoff nelle gare precedenti.

Dopo aver ricevuto la possibilità di saltare il turno delle wild card grazie alla vittoria nella propria division, i favoritissimi Packers fermarono la loro corsa al secondo Super Bowl consecutivo già nel Divisional Round, perdendo contro i New York Giants di Eli Manning per 37-20 e mostrando delle inusuali difficoltà offensive mai messe in mostra durante la stagione regolare.

Rodgers venne nuovamente convocato per il Pro Bowl 2012 come quarterback titolare della NFC e vinse il premio di MVP della NFL per la prima volta in carriera[10]. Rodgers vinse con 48 voti (su 50 disponibili) e fu il primo Packer ad ottenere tale onore da Brett Favre nel 1997. Fu inoltre votato dai suoi colleghi al 1º posto nella NFL Top 100, l'annuale classifica dei migliori cento giocatori della stagione[11].

Stagione 2012modifica | modifica sorgente

La stagione dei Packers iniziò con la sconfitta casalinga coi San Francisco 49ers per 30-22. Rodgers completò 30 passaggi su 44 per 303 yard con 2 passaggi da touchdown e un intercetto nel quarto periodo che mise fine alle speranze di rimonta dei Packers[12]. Il giovedì successivo, Rodgers e i Packers si rifecero battendo gli storici rivali dei Bears. Aaron completò 22 passaggi su 32 tentativi per 219 yard, un passaggio da touchdown da 26 yard per Donald Driver nel quarto periodo e il secondo intercetto subito in stagione[13].

Nella settimana 3 Packers persero contro i Seattle Seahawks per 14-12 con un controverso passaggio da touchdown di Russell Wilson all'ultimo istante della partita su una situazione di quarto&24. Rodgers terminò la partita con 223 yard passate senza touchdown e intercetti e subendo ben otto sack nel primo tempo dalla difesa dei Seahawks[14][15].

Aaron Rodgers nel 2012.

Nella settimana 4, Rodgers tornò in forma da MVP nella vittoria 28-27 sui New Orleans Saints, lanciando 319 yard con 31 passaggi completati su 41, 4 touchdown e un intercetto subito[16].

Nella settimana 5 i Packers sprecarono un vantaggio di 21-3 alla fine del primo tempo perdendo contro gli Indianapolis Colts per 30-27. Il quarterback passò per 233 yard con tre touchdown e un intercetto[17]. Nel turno successivo, Aaron si rifece giocando una partita strepitosa in cui lanciò 6 touchdown (record di franchigia di Matt Flynn eguagliato) e 338 yard coi Packers che sconfissero nettamente gli imbattuti Houston Texans[18][19]. Per questa prestazione, Aaron vinse per la decima volta in carriera il premio di miglior quarterback della settimana[20].

Nel turno successivo, Rodgers giocò un'altra gara notevole coi Packers che superarono i St. Louis Rams completando 30 passaggi su 37 per 342 yard, 3 touchdown e nessun intercetto subito[21][22].

Nella settimana 8, senza i propri migliori ricevitori, Jennings e Nelson, infortunati, Rodgers e i Packers faticarono più del previsto per superare i Jaguars che venivano da un record di 1-6. Aaron passò 186 yard con due touchdown e nessun intercetto e superò Bart Starr al secondo posto nella classifica di tutti i tempi dei Packers per yard passate[23][24]. Dopo questa partita, Rodgers vinse il premio di miglior giocatore offensivo del mese di ottobre della NFC in cui passò 1.104 yard e 14 touchdown a fronte di un solo intercetto[25].

Nella agevole vittoria della settimana 9 sui Cardinals Aaron passò 218 yard con altri 4 touchdown e un intercetto[26]. Dopo la settimana di pausa, i Packers vinsero la quinta consecutiva in casa dei Lions con Aaron che passò 236 yard, 2 touchdown e un intercetto[27].

La striscia positiva di Green Bay si interruppe nella settimana 12 contro i Giants che si confermarono la loro bestia nera. Aaron faticò per gran parte della gara, finendo con 219 yard con un touchdown e un intercetto[28]. I Packers tornarono vincenti nella settimana seguente contro i Vikings dove Rogders che passò 286 yard, un touchdown e un intercetto[29].

La domenica successiva, Rodgers compì la corsa più lunga della carriera correndo per 27 yard fino in touchdown nella vittoria sui Lions che portò i Packers in vetta da soli alla NFC North[30]. Con la vittoria sui Bears nella settimana 15, Green Bay si assicurò il secondo titolo della NFC North consecutivo. Aaron sfoderò una prestazione notevole con 291 yard passate e 3 touchdown, tutti per James Jones[31].

Nella nettissima vittoria contro i Tennessee Titans (55-7) della domenica successiva, Rodgers passò 342 yard con 3 touchdown passati e uno segnato su corsa[32]. I Packers non superavano i 50 punti segnati in una partita dal 2005. Grazie a quella prestazione Rodgers vinse per la seconda volta in stagione il premio di quarterback della settimana[33].

Il 26 dicembre, Rodgers fu convocato per il terzo Pro Bowl in carriera, come titolare della NFC[34]. Malgrado una grande prestazione di Rodgers nell'ultimo turno di campionato (365 yard passate e 4 touchdown), i Packers furono sconfitti dai Minnesota Vikings, concludendo col terzo record della NFC e venendo costretto a giocare il turno delle wild card[35]. La sua stagione regolare si concluse con 4.295 yard passate, 39 passaggi da touchdown (secondo nella NFL), 8 soli intercetti, il secondo minimo tra i quarterback che rimasero titolari per tutta la stagione, e per il secondo anno col miglior passer rating della lega, 108,0. Il 12 gennaio 2013 Rodgers fu inserito nel Second-team All-Pro[36].

Nel primo turno di playoff i Packers ritrovarono i Vikings, questa volta battendoli facilmente. Rodgers completò 23 passaggi su 33 tentativi per 274 yard e un touchdown[37][38]. La stagione di Green Bay si chiuse per il secondo anno consecutivo nel divisional round dei playoff, venendo eliminati dai 49ers. Un Rodgers mai in grado di trovare il giusto ritmo concluse con 257 yard passate, 2 touchdown e un intercetto subito[39]. A fine anno fu posizionato al numero 6 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[40].

Stagione 2013modifica | modifica sorgente
Rodgers contro i 49ers nella gara di debutto del 2013.

Il 26 aprile 2013 , i Green Bay Packers annunciarono il rinnovo di Rogders con un contratto quinquennale del valore di 110 milioni di dollari[41][42]. Per il secondo anno consecutivo i Packers persero al debutto contro i 49ers, in cui Rodgers passò 333 yard con 3 touchdown e un intercetto[43]. La settimana successiva, i Packers vinsero la prima gara stagionale dominando i Redskins, con Rodgers che stabilì il proprio primato personale ed eguagliò il primato di franchigia passando 480 yard con 4 touchdown[44]. Grazie a questa prova, per l'ottava volta in carriera fu premiato come miglior giocatore offensivo della NFC della settimana[45] e per la dodicesima come quarterback della settimana[46]. Nella settimana 3, i Packers furono sconfitti dai Bengals, con Rodgers che per la prima volta dalla settimana 7 del 2010 passò più intercetti (2) che touchdown (1)[47], venendo anche ripreso durante un accesso scambio di vedute con l'allenatore Mike McCarthy a bordo campo.

Dopo la settimana di pausa, i Packers e Rodgers ottennero la ventitreesima vittoria consecutiva in casa contro i Lions, col quarterback che passò 274 yard e un touchdown[48]. Vinsero anche la settimana successiva in casa dei Ravens campioni in carica con Aaron che passò 315 yard e un touchdown, subendo un intercetto[49]. La settimana 7 Green Bay ebbe facilmente ragione dei Lions con Rodgers che passò 260 yard e tre touchdown malgrado fosse sprovvisto dei suoi due bersagli preferiti, James Jones e Randall Cobb, per infortunio[50]. La domenica seguente i Packers segnarono in ogni possesso nella larga vittoria sui Vikings aiutati da un Rogders in grande condizione che completò 24 passaggi su 29 tentativi per 285 yard e 2 touchdown[51].

Nel Monday Night della settimana 9 contro i Bears, Rodgers fu costretto a uscire poco l'inizio della partita a causa di un infortunio a una spalla[52][53]. Tale infortunio, che lo stesso giocatore definì "significativo" si rivelò essere la frattura della clavicola sinistra[54]. Durante la sua assenza, la squadra ebbe un record di 2-4-1. Aaron tornò in campo nella settimana 17, una sfida vitale contro i Bears che vide la vincente qualificarsi per i playoff e la perdente venire eliminata[55]. In quella gara completò 2 passaggi 39 per 318 yard e 2 touchdown e 2 intercetti (entrambi in avvio di gara), guidando i Packers alla vittoria per 33-28 al Soldier Field di Chicago. A 38 secondi dal termine, Rodgers guidò il drive della vittoria con uno spettacolare passaggio da touchdown da 48 yard per Randall Cobb in una situazione di quarto down e 8. I Packers vinsero così per il terzo anno consecutivo la NFC North division, chiudendo la stagione con un record di 8-7-1 e guadagnando la qualificazione al Wild Card Round[56][57].

Nel primo turno di playoff, i Packers al Lambeau Field disputarono una delle migliori prestazioni dell'anno ma furono infine sconfitti come l'anno precedente dai San Francisco 49ers. Rodgers terminò quella gara con 177 yard passate e un touchdown[58][59].

Record NFLmodifica | modifica sorgente

  • Maggior passer rating in una stagione (122,5)
  • Più alto passer rating in una stagione con almeno 1.500 passaggi tentati (104,0)
  • Più alto passer rating in un'annata di playoff con almeno 500 passaggi tentati (105,5)
  • Maggior numero di gare con un passer rating maggiore di 110,0 (12) e 100,0 (13) in una stagione.
  • Maggior numero di gare consecutive con un passer rating di almeno 100,0 (12) e 110,0 (11)
  • Terzo maggior numero di yard passate in un'annata di playoff (1.094)
  • Maggior numero di yard passate da un quarterback nella prima gara di playoff (423)
  • Unico quarterback della storia ad aver passato 400 yard, 4 touchdown e segnato 2 touchdown su corsa in una partita
  • Miglior rapporto touchdown/intercetti nella storia della NFL
  • Record NFL (condiviso) per maggior numero di gare consecutive con almeno due passaggi da touchdown (13)
  • Record NFL (condiviso) per maggior numero di gare consecutive nei playoff con almeno tre passaggi da touchdown (3)
  • Unico giocatore della storia della NFL ad aver passato oltre 4.000 yard in ognuna delle due prime stagioni da titolare
  • Unico giocatore della storia storia della NFL ad aver lanciato 45 o più touchdown a fronte di 6 o meno intercetti
  • Uno dei soli tre quarterback (con Kurt Warner e Eli Manning) ad aver lanciato più di mille yard in una singola annata di playoff
  • Minor numero di intercetti (42) al momento del 150º passaggio da touchdown in carriera (Dan Marino secondo con 69 intercetti)

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Franchigiamodifica | modifica sorgente

Green Bay Packers: Super Bowl XLV
Green Bay Packers: 2010

Individualemodifica | modifica sorgente

2010
2ª del 2008, 11ª e 13ª del 2010, 4ª, 5ª, 6ª, 7ª,9ª e 13ª del 2011, 6ª e 16ª del 2012, 2ª del 2013
  • GMC Never Say Never Moment dell'anno: 1
2013
13ª settimana del 2011, 4ª e 11ª settimana del 2012, 17ª settimana del 2013
2011

Statistichemodifica | modifica sorgente

Stagione regolaremodifica | modifica sorgente

  Passaggi Corse Fumble
Anno Squadra GT Comp Ten Pct Yard Media TD Int Rat Ten Yard Media TD Fum Persi
2005 GNB 3 9 16 56,3 65 4,1 0 1 39,8 2 7 3.5 0 2 2
2006 GNB 2 6 15 40.0 46 3,1 0 0 48,2 2 11 5,5 0 1 1
2007 GNB 2 20 28 71.4 218 7,8 1 0 106,0 7 29 4,1 0 0 0
2008 GNB 16 341 536 63,6 4.038 7,5 28 13 93,8 56 207 3,7 4 9 3
2009 GNB 16 350 541 64,7 4.434 8,2 30 7 103,2 58 316 5,4 5 10 4
2010 GNB 15 312 475 65,7 3.922 8,3 28 11 101,2 64 356 5,6 4 4 1
2011 GNB 15 343 502 68,3 4.643 9,2 45 6 122,5 60 257 4,3 3 4 0
2012 GNB 16 371 552 67,2 4.295 7,8 39 8 108,0 54 259 4,8 2 5 4
Totale 78 1.752 2.665 65,7 21.661 8,1 171 46 104,9 303 1.442 4,8 18 36 15

Fonte: NFL.com Aggiornamento statistiche: 14/01/2013 indica un Record NFL

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (EN) 2005 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame, 1 maggio 2005. URL consultato il 30 settembre 2012.
  2. ^ "Packers GM insists QB Rodgers not on trading block".
  3. ^ "Rodgers Strong In Starting Debut".
  4. ^ "FedEx Air and Ground Week 2 2008 Winners".
  5. ^ "Buccaneers' defense rattles Rodgers in win over Packers".
  6. ^ "Rodgers' toughness can't be questioned".
  7. ^ "Rodgers still needs to win a close game".
  8. ^ "Packers Sign Rodgers Through 2014".
  9. ^ (EN) Former Bears Rodgers and Bishop to Play in Super Bowl XLV, calbears.com, 23 luglio 2011. URL consultato il 18 settembre 2012.
  10. ^ (EN) Packers' Rodgers voted AP NFL Most Valuable Player.
  11. ^ (EN) NFL.com - Top 100 Players of 2012.
  12. ^ (EN) Game center: San Francisco 30 Green Bay 22, NFL.com, 9 settembre. URL consultato il 10 settembre 2012.
  13. ^ (EN) Game Center: Chicago 10 Green Bay 23, NFL.com, 13 settembre 2012. URL consultato il 14 settembre 2012.
  14. ^ (EN) Game Center: Green Bay 12 Seattle 14, NFL.com, 24 settembre 2012. URL consultato il 25 settembre 2012.
  15. ^ NFL 2012 Week 3 - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 24 settembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2012.
  16. ^ (EN) Game Center: New Orleans 27 Green Bay 28, NFL.com, 30 settembre 2012. URL consultato il 1 ottobre 2012.
  17. ^ (EN) Game Center: Green Bay 27 Indianapolis 30, NFL.com, 7 ottobre 2012. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  18. ^ (EN) Game Center: Green Bay 42 Houston 24, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  19. ^ NFL: Rodgers costringe alla resa i Texans, Falcons ancora imbattuti, Eat Sport, 15 ottobre 2012. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  20. ^ (EN) Week 6: FedEx Air and Ground winners, NFL.com, 19 ottobre 2012. URL consultato il 20 ottobre 2012.
  21. ^ (EN) Game Center: Green Bay 30 St. Louis 20, NFL.com, 21 ottobre 2012. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  22. ^ NFL – Rodgers fa il fenomeno e annienta i Rams, Chris Johnson trascina i Titans contro Buffalo, Eat Sport, 22 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  23. ^ (EN) Game Center: Jacksonville 15 Green Bay 24, NFL.com, 28 ottobre 2012. URL consultato il 28 ottobre 2012.
  24. ^ NFL – Giants in volata sui Cowboys, dominio di Patriots e Broncos, Eat Sport, 29 ottobre 2012. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  25. ^ (EN) Aaron Rodgers named NFC Offensive Player of the Month, packers.com, 1 novembre 2012. URL consultato il 9 novembre 2012.
  26. ^ (EN) Game Center: Arizona 17 Green Bay 31, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 6 novembre 2012.
  27. ^ (EN) Game Center: Green Bay 24 Detroit 20, NFL.oom, 18 novembre 2012. URL consultato il 19 novembre 2012.
  28. ^ (EN) Game Center: Green Bay 10 New York 38, NFL.com, 25 novembre 2012. URL consultato il 27 novembre 2012.
  29. ^ (EN) Game Center: Minnesota 14 Green Bay 23, NFL.com, 2 dicembre 2012. URL consultato il 3 dicembre 2012.
  30. ^ (EN) Game Center: Detroit 20 Green Bay 27, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  31. ^ (EN) Game Center: Green Bay 21 Chicago 13, NFL.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  32. ^ (EN) Game Center: Tennessee 7 Green Bay 55, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  33. ^ (EN) Aaron Rodgers and Jamaal Charlers Are FedEx Air&Ground Players of the Week, NFL.com, 28 dicembre 2012. URL consultato il 28 dicembre 2012.
  34. ^ (EN) 2013 Pro Bowl rosters, NFL.com, 26 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  35. ^ (EN) Game Center: Green Bay 34 Minnesota 37, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  36. ^ (EN) All-Pro Team headlined by Adrian Peterson, J.J. Watt, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  37. ^ (EN) Game Center: Minnesota 10 Green Bay 24, NFL.com, 5 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  38. ^ NFL Playoff 2012 - Wild Card Round - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 6 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  39. ^ (EN) Kaepernick delivers, 49ers beat Packers, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  40. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 27 giugno 2013. URL consultato il 28 giugno 2013.
  41. ^ (EN) Green Bay Packers Status, Twitter.com, 26 aprile 2013. URL consultato il 26 aprile 2013.
  42. ^ (EN) Aaron Rodgers, Green Bay Packers strike extension, NFL.com, 26 aprile 2013. URL consultato il 26 aprile 2013.
  43. ^ (EN) Game Center: Green Bay 28 San Francisco 34, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  44. ^ (EN) Game Center: Washington 20 Green Bay 38, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 16 settembre 2013.
  45. ^ (EN) QB Aaron Rodgers named NFC Offensive Player of the Week, Green Bay Packers, 18 settembre 2013. URL consultato il 18 settembre 2013.
  46. ^ (EN) Aaron Rodgers is FedEx Air Player of the Week, NFL.com, 20 settembre 2013. URL consultato il 21 settembre 2013.
  47. ^ (EN) Game Center: Green Bay 30 Cincinnati 34, NFL.com, 22 settembre 2013. URL consultato il 24 settembre 2013.
  48. ^ (EN) Game Center: Detroit 9 Green Bay 22, NFL.com, 6 ottobre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  49. ^ (EN) Game Center: Green Bay 19 Baltimore 17, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  50. ^ (EN) Game Center: Cleveland 13 Green Bay 31, NFL.com, 20 ottobre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  51. ^ (EN) Game Center: Green Bay 44 Minnesota 31, NFL.com, 27 ottobre 2013. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  52. ^ (EN) Game Center: Chicago 27 Green Bay 20, NFL.com, 4 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2013.
  53. ^ Nfl, Chicago troppo Forte. Pakers al tappeto dopo il poker di successi, La Gazzetta dello Sport, 5 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2013.
  54. ^ (EN) Aaron Rodgers: Collarbone fracture 'significant injury', NFL.com, 5 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2013.
  55. ^ (EN) Aaron Rodgers to start for Green Bay Packers vs. Bears, NFL.com, 26 dicembre 2013. URL consultato il 26 dicembre 2013.
  56. ^ (EN) Game Center: Green Bay 33 Chicago 28, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  57. ^ Nfl, magia di Rodgers: Packers ai playoff; ok pure Eagles e Chargers, La Gazzetta dello Sport, 30 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  58. ^ (EN) Phil Dawson kicks Niners to Divisional Round, NFL.com, 5 gennaio 2014. URL consultato il 6 gennaio 2014.
  59. ^ San Francisco gela Green Bay. San Diego in grande spolvero a Cincinnati, La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2014.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 168797469








Creative Commons License