Abaqa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abaqa
Nome completo Abaqa Khan
Nascita 1234
Morte 1282
Dinastia Ilkhanidi
Padre Hūlāgū
Madre Yesuncin Khatun
Consorte Maria Palaiologina
Religione buddista
Abaqa a cavallo incontra suo figlio Arghun, che ha in braccio il figlio Ghazan. Miniatura del XIV secolo

Abāqā (12341282) è stato un sovrano mongolo, fu il secondo Īlkhān di Persia.

Al potere dal 1265, Abaqa (in mongolo Абага, ossia Abaga[1]) era di religione buddista, come suo padre Hūlāgū. Favorì l'elemento cristiano (sua madre era infatti nestoriana) e fu quindi in buoni rapporti con i papi Clemente IV e Gregorio X per una progettata, ma mai attuata, azione comune contro i Mamelucchi d'Egitto. I suoi piani però fallirono, perché fu sconfitto più volte da Baybars nei suoi diversi tentativi di conquista della Siria dapprima e dell'Egitto poi.

Abaqa fu ostacolato in questo progetto dalle difficoltà che gli crearono le altre potenze mongole con lui confinanti: il Khanato dei Kipchak, ossia l'Orda d'Oro, e il Khanato chagataide, che gli disputarono un certo numero di territori, alleandosi persino coi Mamelucchi contro gli Ilkhanidi.

Sposò Maria Palaiologina, figlia di Michele VIII Paleologo, Imperatore bizantino, e di una sua amante.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Dal mongolo avga: zio paterno.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Reuven Amitai-Preiss, Mongols and Mamluks: The Mamluk-Īlkhānid War, 1260-1281, Cambridge University Press, New York, 1995. ISBN 0-521-46226-6.
  • Jean-Paul Roux, Histoire de l'Empire Mongol, Fayard, Parigi. ISBN 2-213-03164-9
  • Jean Richard, Histoire des Croisades, Fayard, Parigi, 1996. ISBN 2-213-59787-1.
  • Steven Runciman, Storia delle Crociate,2 voll., Torino, Einaudi, 1966 (4ª ed.). Trad. it. dell'originale A History of the Crusades, Londra, Cambridge University Press, 1951.
  • Michele Bernardini, Storia del mondo islamico - II. Il mondo iranico e turco, Einaudi, Torino, 2003.
Predecessore Khan dell'Ilkhanato di Persia Successore
Hulagu Khan (1256-1265) 12651282 Tekuder (1282-1284)







Creative Commons License