Alberto Bombassei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Alberto Bombassei
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Vicenza
Data nascita 5 ottobre 1940
Titolo di studio Laurea in ingegneria meccanica
Professione Industriale
Partito Scelta Civica
Legislatura XVII
Gruppo Scelta Civica per l'Italia
Coalizione Con Monti per l'Italia
Circoscrizione IV (Lombardia 2)
Pagina istituzionale

Alberto Bombassei (Vicenza, 5 ottobre 1940) è un imprenditore, dirigente d'azienda e politico italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Figlio di Emilio Bombassei, fondatore dell'azienda Brembo S.p.a., società attiva nella progettazione e produzione di sistemi frenanti. Nel 2003, dall’Università degli Studi di Bergamo gli è stata conferita la laurea honoris causa in ingegneria meccanica.

Alberto Bombassei ricopre cariche importanti nelle seguenti società:

È anche vice presidente per le relazioni industriali, affari sociali e previdenza della Confindustria e nel marzo del 2012 si candida alla guida proprio del sindacato degli imprenditori, ma viene sconfitto con undici voti di scarto (93 contro 82) dal leader della Mapei Giorgio Squinzi[1].

Alberto Bombassei è l'ideatore del Parco tecnologico Kilometro Rosso, uno dei più importanti centri di ricerca situato sulla direttrice autostradale A4 poco prima di Bergamo.

Attività politicamodifica | modifica sorgente

Alle elezioni politiche del 2013 si candida con il movimento politico di Mario Monti.

Il 17 ottobre 2013, in seguito alle dimissioni di Mario Monti in polemica con il suo partito e la legge di stabilità del governo Letta, assume la presidenza pro tempore di Scelta Civica, venendo confermato definitivamente nell'incarico il 16 novembre; il 10 aprile 2014 comunica in una lettera le proprie dimissioni.[2]

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Cavaliere del lavoro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del lavoro
— 2004[3]

Sono stati conferiti numerosi premi e riconoscimenti incluso i seguenti[4]:

  • Premio “ASFOR alla carriera 2008”, conferitogli il 19 febbraio 2008 per l’importante ruolo svolto nello sviluppo economico e sociale del nostro Paese.
  • Premio “Amerigo Vespucci” conferito nel novembre 2007 dal GEI (Gruppo esponenti italiani) a San Paolo del Brasile per il contribuito allo sviluppo delle relazioni fra Italia e Brasile;
  • Premio Eurostar 2004 conferito dalla rivista internazionale Automotive News Europe per gli eccezionali risultati raggiunti alla guida di Brembo assegnato nel settembre 2004;
  • Premio Leonardo “Qualità Italia” consegnato dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nel dicembre 2003 per aver portato il Made in Italy nel mondo;
  • Premio "Lombardia per il lavoro" (2010)

Notemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License