Alberto Paloschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alberto Paloschi
Alberto Paloschi 2012.jpg
Alberto Paloschi nel 2012
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182[1] cm
Peso 82[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Chievo Chievo
Carriera
Giovanili
2002-2008 Milan Milan
Squadre di club1
2007-2008 Milan Milan 7 (2)
2008-2011 Parma Parma 57 (16)
2011 Genoa Genoa 12 (2)
2011 Milan Milan 0 (0)
2011- Chievo Chievo 83 (25)
Nazionale
2006-2007
2007-2008
2008
2008-2013
Italia Italia U-17
Italia Italia U-19
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
9 (4)
11 (4)
1 (0)
29 (9)[2]
Palmarès
 Europei di calcio Under-19
Argento Repubblica Ceca 2008
 Europei di calcio Under-21
Bronzo Svezia 2009
Argento Israele 2013
 Torneo di Tolone
Bronzo Tolone 2011
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014

Alberto Paloschi (Chiari, 4 gennaio 1990) è un calciatore italiano, attaccante del Chievo.

Nel 2008 è stato indicato dal quotidiano inglese The Sun come uno tra i più promettenti giovani calciatori europei.[3]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Inizimodifica | modifica sorgente

Nato a Chiari, in provincia di Brescia, ha cominciato a giocare nelle giovanili della Cividatese,[4][5] squadra del suo paese di residenza, Cividate al Piano, in provincia di Bergamo, fino alla categoria esordienti. Paloschi ha iniziato a giocare come esterno di centrocampo prima di iniziare a fare l'attaccante.[4]

Successivamente ha fatto diversi provini all'Atalanta, ma nessuno di questi ha avuto esito positivo.[4]

Milanmodifica | modifica sorgente

Il 1º ottobre 2001 a Linate ha sostenuto un provino per il Milan e successivamente ha disputato con la società rossonera una partita contro i pari età del Piacenza, nella quale ha segnato i due gol che hanno deciso la gara per 2-1.[4] La società milanese lo ha così tesserato a partire dal gennaio 2002.[4] Il 9 giugno 2007 ha conquistato con gli Allievi del Milan, guidati da Alberigo Evani, il campionato nazionale di categoria firmando 23 gol[6][7] di cui 3 nella finale contro il Genoa vinta per 4-0[4] a Galatina. Nel 2007 è passato nella formazione Primavera del Milan, con cui ha siglato nel Campionato Primavera 9 gol, 8 nella fase a gironi[8] e uno contro la Juventus nell'andata degli ottavi di finale.[9]

Paloschi ha esordito con la prima squadra a 17 anni, il 20 dicembre 2007, giocando dal primo minuto l'incontro di Coppa Italia Milan-Catania (1-2), in cui ha messo a segno il suo primo gol tra i professionisti.[10] Il Milan lo ha quindi aggregato alla prima squadra per il ritiro invernale svolto a Dubai.[11] Il 16 gennaio 2008, nella gara di ritorno degli ottavi di Coppa Italia contro il Catania (1-1), è entrato nel secondo tempo e ha segnato nuovamente, anche se il gol non ha impedito l'eliminazione dalla coppa della sua squadra.[12]

Dopo essere stato inserito nella lista B (giovani) per la UEFA Champions League 2007-2008,[13] è stato richiamato dal Torneo di Viareggio (dove aveva segnato 2 gol in 3 apparizioni) per la partita di campionato della prima squadra contro il Siena a causa dell'indisponibiltà di alcuni attaccanti.[5][14]

Paloschi con la maglia del Milan nel 2008

Ha fatto il suo debutto in Serie A il 10 febbraio 2008, a 18 anni, in Milan-Siena (1-0), subentrando al 18º minuto del secondo tempo a Serginho e segnando il suo primo gol, che è valso l'1-0 finale, a 18 secondi dal suo ingresso in campo, al primo tocco del pallone nella sua prima partita nella massima serie,[15] facendosi così definire da Carlo Ancelotti un «predestinato».[16] Il 13 febbraio 2008 ha esordito dal primo minuto nel recupero di campionato contro il Livorno (1-1) facendo coppia in attacco con Gilardino,[17] mentre il 19 marzo seguente ha segnato la sua seconda rete in campionato durante l'incontro Milan-Sampdoria (1-2), subentrando dopo 10 minuti di gioco all'infortunato Kaká.[18]

Parmamodifica | modifica sorgente

Il 27 agosto 2008 il Parma, compagine di Serie B, ne ha ufficializzato l'acquisizione in compartecipazione dal Milan.[19][20] Con i ducali ha esordito il 29 agosto 2008 contro il Rimini (1-1) nell'anticipo della prima giornata di Serie B 2008-2009, entrando all'inizio del secondo tempo.[21] Ha segnato il primo gol in maglia gialloblù il 13 settembre 2008 contro l'Ancona, realizzando al 12º minuto il primo gol del 4-1 finale con un colpo di testa[22] sullo sviluppo di un calcio d'angolo.[23] Durante la stagione, terminata con la promozione in Serie A dei ducali, Paloschi ha giocato 39 partite nelle quali ha segnato 12 gol.

Alberto Paloschi ai tempi del Parma fuori dallo Stadio Partenio di Avellino

Il 16 giugno 2009 la società gialloblu ha ufficializzato il rinnovo della comproprietà di Paloschi anche per la stagione 2009-2010.[24] Il 23 agosto 2009 ha segnato il primo gol stagionale nella partita della prima giornata di campionato pareggiata 2-2 in casa dell'Udinese.[25] Il 15 settembre 2009 ha ricevuto il "Premio Silvio Piola" come miglior attaccante Under-21 della stagione 2008-2009.[26] Le sue presenze nel secondo campionato in maglia crociata sono state limitate da due infortuni muscolari dovuti alla repentina crescita del giocatore (5 centimetri in un anno):[6][27] il primo l'8 novembre 2009 in Parma-Chievo[28] e il secondo durante Parma-Lazio[27] del 14 febbraio 2010.[29]

Il 25 giugno 2010 il sito ufficiale del Parma ha comunicato l'avvenuto rinnovo della comproprietà con il Milan fino al 2011.[30] Nella stagione 2009-2010 Paloschi ha disputato 18 gare (17 in Serie A e una in Coppa Italia) segnando 4 gol in campionato.

La stagione 2010-2011 non è iniziata nel migliore dei modi per l'attaccante che, dopo aver giocato la prima partita della Serie A 2010-2011 contro il Brescia subentrando nel corso della ripresa a Bojinov,[31] è dovuto rimanere lontano dai campi di gioco per tutto il resto del 2010 a causa di un nuovo infortunio muscolare subito con la Nazionale Under-21.[32]

Genoa e ritorno al Milanmodifica | modifica sorgente

Il 26 gennaio 2011 il Milan ha riscattato la metà del cartellino in possesso del Parma e ha ceduto il giocatore in comproprietà al Genoa, squadra con cui si stava allenando già da alcuni giorni.[33]

Ha fatto il suo esordio in maglia rossoblù il 30 gennaio 2011, subentrando a Marco Rossi nei minuti finali della partita Genoa-Parma (3-1).[34] Il 20 febbraio 2011 ha segnato le prime reti con il Grifone, grazie alla prima doppietta personale in Serie A realizzata contro la Roma[35] che ha fissato il risultato sul 4-3 in favore della squadra ligure.[36] In totale con il Genoa ha disputato 12 partite in campionato e segnato 2 gol.

Il 24 maggio 2011 Genoa a Milan si sono accordati per risolvere la compartecipazione a favore della squadra rossonera e così Paloschi, dopo tre anni in comproprietà, è tornato al Milan.[37][38][39] L'accordo è stato formalizzato il 22 giugno seguente.[40][41] Il 6 agosto 2011 ha vinto la Supercoppa italiana con il Milan che ha battuto l'Inter a Pechino per 2-1, partita nella quale Paloschi non è però sceso in campo.[42]

Chievomodifica | modifica sorgente

L'8 agosto 2011 è passato in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione al Chievo.[43][44] Ha esordito in maglia gialloblu il 18 settembre 2011 nella partita di campionato persa per 2-1 contro il Parma, subentrando nel corso del primo tempo a Sergio Pellissier e segnando la rete del momentaneo 1-1 clivense.[45] In totale nel primo anno con la squadra veneta ha disputato 36 partite segnando 6 gol. Alla fine della stagione Chievo e Milan si sono accordati per il prolungamento del prestito del giocatore fino alla fine della stagione 2012-2013.[46]

Nell'agosto del 2012 si è infortunato alla caviglia riportando una distorsione con lesione del legamento[47] ed è quindi stato operato per la ricostruzione della capsula.[48] È tornato in campo l'11 novembre 2012 contro l'Udinese subentrando a Luciano nel corso del secondo tempo[49] e segnando su rigore la seconda rete di clivensi (2-2 il risultato finale).[50] Il 2 dicembre seguente ha realizzato la prima tripletta in carriera[51] segnado le prime 3 reti (di cui la prima su rigore) con cui il Chievo ha battuto per 4-2 il Genoa al Ferraris.[52] Il 31 gennaio 2013, ultimo giorno del mercato invernale, Chievo e Milan, con un comunicato sui propri siti ufficiali, hanno annunciato di essersi accordati per la cessione in compartecipazione del giocatore al Chievo.[53][54] Alla fine della stagione, conclusa da Paloschi con all'attivo 20 presenze e 7 reti, le due società hanno rinnovato la comproprietà del giocatore per un ulteriore anno.[55][56]

Nella stagione successiva ha realizzato una doppietta contro il Napoli, una contro il Genoa e un'altra al Bologna (tutte e tre al Bentegodi) e un tripletta in casa del Livorno.

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Il 17 novembre 2006 ha esordito nella Nazionale Under-17, con cui ha disputato 9 partite e realizzato 4 gol.

Il 12 novembre 2007, invece, ha esordito nella Nazionale Under-19 contro Malta, partita valida per le qualificazioni all'Europeo Under-19 2008, sostituendo all'inizio del secondo tempo Eusepi.[57]

Il 22 marzo 2008 è stato convocato per la prima volta nella Nazionale Under-21 di Pierluigi Casiraghi al posto dell'infortunato Andrea Russotto.[58][59]

Il 26 maggio 2008 ha segnato la sua prima rete con la Nazionale Under-19 nella partita valida per la Fase Elite di qualificazione agli Europei di categoria del 2008 contro i pari età della Svezia (2-0) siglando al 42º minuto il gol del momentaneo 1-0.[60] Nel luglio del 2008 ha partecipato all'Europeo Under-19 in Repubblica Ceca, in cui la Nazionale azzurra si è classificata seconda, disputando 5 partite nelle quali ha realizzato 2 gol, entrambi su rigore, nella fase a gironi, uno contro la Grecia[61] e l'altro contro i padroni di casa della Repubblica Ceca.[62]

Il 18 novembre 2008, sotto la direzione del tecnico Pierluigi Casiraghi, ha esordito a 18 anni nella Nazionale Under-21, entrando nel secondo tempo della partita amichevole Germania-Italia[63] (1-0) in sostituzione di Balotelli.[64] Il 25 marzo 2009 ha realizzato il suo primo gol con l'Under-21 nella partita Austria-Italia (2-2).[65]

È stato convocato per gli Europei Under-21 2009, durante i quali è sceso in campo nella semifinale persa contro la Germania sostituendo Acquafresca al 79º minuto di gioco.[66] Successivamente con la Nazionale Under-21 ha preso parte alle qualificazioni all'Europeo Under-21 2011 (4 presenze e un gol nella prima gara contro il Galles[67]) e a quelle per l'Europeo Under-21 2013 (6 presenze e un gol contro l'Ungheria[68]). È stato inoltre inserito tra i 23 convocati per la fase finale dell'Europeo Under-21 2013 in Israele dove ha disputato da titolare la terza ed ultima partita della fase a gironi contro la Norvegia, pareggiata 1-1.[69]

Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori in vista dei Mondiali 2014.[70]

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Statistiche aggiornate al 19 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continenatli Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Italia Milan A 7 2 CI 2 2 UCL[71] 0 0 - - - 9 4
2008-2009 Italia Parma B 39 12 CI - - - - - - - - 39 12
2009-2010 A 17 4 CI 1 0 - - - - - - 18 4
2010-gen. 2011 A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
Totale Parma 57 16 1 0 - - - - 58 16
gen.-giu. 2011 Italia Genoa A 12 2 CI - - - - - - - - 12 2
lug.-ago. 2011 Italia Milan A - - CI - - UCL - - SI 0 0 0 0
Totale Milan 7 2 2 2 0 0 0 0 9 4
ago. 2011-2012 Italia Chievo A 32 5 CI 4 1 - - - - - - 36 6
2012-2013 A 20 7 CI 0 0 - - - - - - 20 7
2013-2014 A 31 13 CI 3 2 - - - - - - 34 15
Totale Chievo 83 25 7 3 - - - - 90 28
Totale carriera 159 45 10 5 0 0 0 0 169 50

Cronologia presenze e reti in Nazionalemodifica | modifica sorgente

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Competizioni giovanilimodifica | modifica sorgente

Milan: 2006-2007

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Milan: 2011

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b (ITEN) Alberto Paloschi - Scheda giocatore, chievoverona.it. URL consultato il 01-02-2012.
  2. ^ 30 (10) se si comprende anche l'amichevole contro la B Italia.
  3. ^ (EN) Andrew Haigh, Top 10 Under-19 ones to watch, thesun.co.uk, 14-07-2008. URL consultato il 18-07-2008.
  4. ^ a b c d e f Paloschi: "Tanti gol. E sto coi piedi per terra", La Gazzetta dello Sport, 03-11-2009. URL consultato l'08-01-2011.
  5. ^ a b Ecco Paloschi, il predestinato. Il Milan scopre il Pato italiano, Il Giorno, 11-02-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  6. ^ a b Giovanni Battista Olivero, Paloschi: «Cresciuto 5 cm. Ecco la mia sfortuna», La Gazzetta dello Sport, 02-04-2010. URL consultato il 18-05-2010.
  7. ^ Domenico Ottaviano, Paloschi, due obiettivi: raggiungere i 40 punti e la doppia cifra tra i marcatori, sportparma.com, 26-11-2009. URL consultato l'08-01-2011.
  8. ^ Campionato Primavera: tutti i marcatori girone per girone, zonacalcio.org, 09-05-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  9. ^ È ancora possibile..., acmilan.com, 10-05-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  10. ^ Colpaccio del Catania a San Siro. Battuto 2-1 il Milan delle riserve, la Repubblica, 20-12-2007. URL consultato l'08-01-2011.
  11. ^ Partiti!, acmilan.com, 03-01-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  12. ^ Il Catania elimina il Milan di scorta, Quotidiano Nazionale, 16-01-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  13. ^ Alberto Costa, Quell'unico minuto è stato l'addio al rossonero, Corriere della Sera, 15-02-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  14. ^ Monica Colombo, Alberto, dal convitto a San Siro: «Pazzesco», Corriere della Sera, 11-02-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  15. ^ Il predestinato, acmilan.com, 10-02-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  16. ^ Lo spirito giusto, acmilan.com, 10-02-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  17. ^ Marco Pasotto, Gilardino più Paloschi: Milan, sembri l'Arsenal, La Gazzetta dello Sport, 13-02-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  18. ^ Il cuore non basta, acmilan.com, 19-03-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  19. ^ Sangue giovane, acmilan.com, 27-08-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  20. ^ Marco Ferri, Ufficiale: colpo Parma, preso Paloschi, tuttomercatoweb.com, 27-08-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  21. ^ Lucarelli e Paloschi non bastano. Il Rimini ferma la corazzata Parma, Quotidiano Nazionale, 29-08-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  22. ^ Pietro Razzini, Che bel Parma: 4-1 all'Ancona, Gazzetta di Parma, 13-09-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  23. ^ Francesca Devincenzi, Parma-Ancona 4-1: Paloschi bum, Lucarelli bum-bum, Matteini bum. Ecco a voi la corazzata ducale..., goal.com, 13-09-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  24. ^ Parma-Milan c'è l'accordo: Paloschi un altro anno, Tuttosport, 16-06-2009. URL consultato l'08-01-2011.
  25. ^ Alessandro Ruta, Udinese, pari col fiatone. Di Natale blocca il Parma, La Gazzetta dello Sport, 23-08-2009. URL consultato l'08-01-2011.
  26. ^ Fabrizio Ponciroli, Paloschi vince il Premio Silvio Piola e punta il duo Gila-Inzaghi…, goal.com, 15-09-2009. URL consultato il 27-10-2009.
  27. ^ a b Gli infortuni di Paloschi? "Cresco troppo, 5 cm in 1 anno", la Repubblica Parma, 02-04-2010. URL consultato il 03-04-2010.
  28. ^ Lesione muscolare del flessore della gamba sinistra per Paloschi, fcparma.com, 09-11-2009. URL consultato il 18-05-2010.
  29. ^ Elisabetta Esposito, Reja sblocca la Lazio. Parma battuto 2-0, La Gazzetta dello Sport, 14-02-2010. URL consultato il 18-05-2010.
  30. ^ Comproprietà, ufficializzati rinnovo di Paloschi e cessione di Biabiany, fcparma.com, 25-06-2010. URL consultato il 26-06-2010.
  31. ^ Parma-Brescia 2-0, legaseriea.it, 29-08-2010. URL consultato il 07-01-2011.
  32. ^ Paloschi, lesione al bicipite femorale. Esclusi tempi lunghi di recupero, fcparma.com, 07-09-2010. URL consultato il 07-01-2010.
  33. ^ Depositato il contratto di Paloschi, genoacfc.it, 26-01-2011. URL consultato il 26-01-2011.
  34. ^ Genoa 3-1 Parma, genoacfc.it, 30-01-2011. URL consultato il 31-01-2011.
  35. ^ Genoa: Paloschi "Stanotte non dormirò", Sport Mediaset, 20-02-2011. URL consultato il 20-02-2011.
  36. ^ Livia Taglioli, Roma da non credere a Marassi. Avanti 3-0, perde 4-3 col Genoa, La Gazzetta dello Sport, 20-02-2011. URL consultato il 20-02-2011.
  37. ^  Strategia di mercato. acmilan.com, 25-05-2011. URL consultato in data 25-05-2011.
  38. ^ Federico Gambaro, Galliani: "Boa, Amelia e Paloschi sono felicissimi, Ibra resta, domani vedo Clarence e Bozzo", milannews.it, 24-05-2011. URL consultato il 25-05-2011.
  39. ^ Mercato: il Milan riscatta Boateng, Sport Mediaset, 24-05-2011. URL consultato il 25-05-2011.
  40. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 22-06-2011. URL consultato il 22-06-2011.
  41. ^ Deposito: Boateng Bolzoni Paloschi, genoacfc.it, 22-06-2011. URL consultato il 22-06-2011.
  42. ^ Gaetano De Stefano, Ibra-Boateng: Inter a terra. Festa Milan in Supercoppa, La Gazzetta dello Sport, 06-08-2011. URL consultato il 06-08-2011.
  43. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 08-08-2011. URL consultato l'08-08-2011.
  44. ^ Alberto Paloschi al ChievoVerona, chievoverona.tv, 08-08-2011. URL consultato il 09-08-2011.
  45. ^ A Parma non basta la rete di Paloschi, chievoverona.tv, 18-09-2011. URL consultato il 18-09-2011.
  46. ^ Un altro anno in gialloblu per Paloschi, chievoverona.tv, 09-07-2012. URL consultato il 09-07-2012.
  47. ^ Paloschi, distorsione alla caviglia con lesione del legamento, chievoverona.tv, 13-08-2012. URL consultato il 12-11-2012.
  48. ^ Paloschi, Luciano e Squizzi: aggiornamenti dall'infermeria, chievoverona.tv, 28-09-2012. URL consultato il 12-11-2012.
  49. ^ ChievoVerona-Udinese 2-2, legaseriea.it, 11-11-2012. URL consultato il 12-11-2012.
  50. ^ 2-2 al Bentegodi tra Chievo ed Udinese, chievoverona.tv, 11-11-2012. URL consultato il 12-11-2012.
  51. ^ Luca Iannone, Chievo, Paloschi: “Prima tripletta in carriera e vittoria, bene così”, calcionews24.com, 02-12-2012. URL consultato il 03-12-2012.
  52. ^ Chievo, Paloschi super: Genoa ko, Sport Mediaset, 02-12-2012. URL consultato il 03-12-2012.
  53. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 31-01-2013. URL consultato il 31-01-2013.
  54. ^ Ufficiale: Alberto Paloschi è metà del Chievo, chievoverona.it, 31-01-2013. URL consultato il 31-01-2013.
  55. ^ Alberto Paloschi: rinnovata la comproprietà, chievoverona.it, 12-06-2013. URL consultato il 17-05-2013.
  56. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 12-06-2013. URL consultato il 17-06-2013.
  57. ^ Malta 0-2 Italia, uefa.com, 12-11-2007. URL consultato l'08-01-2011.
  58. ^ Casiraghi: “Contro l'Azerbaijan fondamentali saranno le motivazioni”, figc.it, 24-03-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  59. ^ Casiraghi convoca Paloschi, Quotidiano Nazionale, 22-03-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  60. ^ Italia 2-0 Svezia, uefa.com, 26-05-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  61. ^ Patrick Hart, Gli Azzurrini ringraziano Paloschi, uefa.com, 14-07-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  62. ^ Mark Pettit, Azzurrini emozioni e semifinale, uefa.com, 20-07-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  63. ^ Italia sconfitta in Germania. Casiraghi: “Partita vera, mancato solo il gol”, figc.it, 18-11-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  64. ^ Under 21: Italia ko con la Germania, Sport Mediaset, 18-11-2008. URL consultato l'08-01-2011.
  65. ^ Pietro Mazzara, Under 21: Austria-Italia 2-2, in gol Paloschi, milannews.it, 25-03-2009. URL consultato l'08-01-2011.
  66. ^ Azzurrini ko, Rai Sport, 26-06-2009. URL consultato l'08-01-2011.
  67. ^ Alberto Paloschi - Q-Europei U21 - 09/10, transfermarkt.it. URL consultato il 04-06-2012.
  68. ^ Alberto Paloschi - Q-Europei U21 - 11/12, transfermarkt.it. URL consultato il 10-06-2013.
  69. ^ Norvegia 1-1 Italia, uefa.com, 11-06-2013. URL consultato il 17-06-2013.
  70. ^ Stage a Roma dal 10 al 12 marzo: sono 31 i convocati di Prandelli, figc.it, 06-03-2014. URL consultato il 02-04-2014.
  71. ^ Il giocatore era nella lista B (giovani).

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License