Aldo Bardelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aldo Bardelli
Dati biografici
Nazionalità bandiera Regno d'Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Dirigente
Carriera
Carriera da allenatore
1949-1950 Italia Italia
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Aldo Bardelli (Livorno, 4 aprile 1912[1]Bologna, 15 novembre 1971) è stato un giornalista e dirigente sportivo italiano.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Fece parte, con Ferruccio Novo e Roberto Copernico, della Commissione Tecnica Federale che tra il 1949 e il 1950 guidò la Nazionale di calcio italiana ai Mondiali in Brasile del 1950. Fu anche un giornalista: fu lui a proporre l'idea che gli Azzurri raggiungessero il Brasile in nave invece che in aereo, vista la sciagura che aveva colpito il Torino l'anno prima, nel 1949.[2].

Nel 1970 vinse il Premio Bruno Roghi.[3].

È scomparso nel 1971 all'età di 59 anni a seguito di un attacco cardiaco[1].


Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b E' morto Bardelli ex c.t. della Nazionale Archiviolastampa.it
  2. ^ 1950: La lunga traversata azzurra...ovvero paura di volare..., storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 23-08-2011.
  3. ^ viareggiocup.com. http://www.viareggiocup.com/i-premi.html. URL consultato il 23-08-2011.







Creative Commons License