Aleko Konstantinov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleko Konstantinov

Aleko Konstantinov (in bulgaro Алеко Константинов) (Svishtov, 1 gennaio 1863Radilovo, 23 maggio 1897) è stato uno scrittore bulgaro, conosciuto principalmente per il personaggio di sua invenzione Bay Ganyo, uno dei più popolari della letteratura bulgara.

Figlio di un commerciante, si laureò in giurisprudenza presso l'università di Odessa nel 1855. Prima di iniziare a scrivere, fece l'avvocato a Sofia. La sua prima novella Bai Ganio (Zio Ganio) racconta le avventure di un commerciante ambulante di tappeti ed essenza alle rose in Europa Occidentale che è divenuto uno dei personaggi più celebri della letteratura in lingua bulgara.

Konstantinov fu un viaggiatore cosmopolita, è stato il primo in bulgaria a narrare i suoi viaggi in Europa e America. Visitò l'Esposizione Universale del 1889 a Parigi, quella di Praga nel 1891 e la World Columbian Exposition di Chicago nel 1893 come rappresentante della nuova nazione bulgara, dopo 500 anni di occupazione ottomana con To Chicago and Back.

Il suo registro circa la sua permanenza in Stati Uniti, suscitò notevole interesse a Chicago. Nei suoi saggi, espone l'insidioso proposito degli organizzatori che si suppone furono quelli che lo assassinarono nel 1897.

Konstantinov è ritratto sulla banconota da 100 leva bulgari stampata a partire dal 2003.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 22183765 LCCN: n83145654

Bulgaria Portale Bulgaria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bulgaria







Creative Commons License