Alessandro Scanziani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Scanziani
Alessandro Scanziani.jpg
Alessandro Scanziani con la maglia dell'Inter (1978)
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex mezzala)
Ritirato 1989 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1972-1973 Meda Meda[1] 26 (9)
1973-1974 Livorno Livorno 30 (9)
1974-1977 Como Como 97 (18)
1977-1979 Inter Inter 46 (8)
1979-1981 Ascoli Ascoli 55 (12)
1981-1986 Sampdoria Sampdoria 152 (25)
1986-1988 Genoa Genoa 68 (9)
1988-1989 Arezzo Arezzo 32 (4)
Carriera da allenatore
1994-1995 Gallaratese Gallaratese
1995-1997 Como Como
1997-1998 Modena Modena
1998-2000 Lumezzane Lumezzane
2000-2001 SPAL SPAL
2001-2002 Lecco Lecco
2003-2004 Pro Sesto Pro Sesto
2009-2010 Pergocrema Pergocrema
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alessandro Scanziani (Verano Brianza, 23 marzo 1953) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, attualmente commentatore sportivo.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Scanziani solleva la prima Coppa Italia nella storia della Sampdoria

Mezzala di punta dotata di un certo estro, ha militato nelle seguenti squadre: Como, Inter, Ascoli, Sampdoria e Genoa. Nelle sue due stagioni in nerazzurro (dal 1977 al 1979) ha collezionato 46 presenze in campionato segnando otto gol e vincendo (nel 1978) la Coppa Italia.

Ha giocato più di cinquecento partite da professionista segnando più di 80 gol. Con la Sampdoria è stato promosso in Serie A e ha conquistato la prima Coppa Italia della storia della Samp come capitano.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Come allenatore ha ottenuto una promozione in Serie C2 con la Gallaratese nel 1995[2]. Successivamente ha guidato Como (5º posto con finale di play off persa e un esonero dopo la sconfitta casalinga col Carpi 1-4 con il Como in zona retrocessione)[3], Modena (esonerato), Lumezzane (finale di play off), SPAL, Lecco (prima sostituisce Roberto Donadoni e poi viene esonerato dopo una serie negativa finita con la sconfitta interna col Padova 1-4 che fa retrocedere il Lecco in zona retrocessione, con contestazione della tifoseria a Scanziani)[4] e alla Pro Sesto. Nel 2009 è stato mister del Pergocrema, dal quale viene esonerato dopo 6 partite con la squadra in zona retrocessione.

Dopo il ritiromodifica | modifica sorgente

Ha anche fatto politica (come consigliere comunale a Verano Brianza), ed è stato a più riprese commentatore di partite per Mediaset. Nell'estate 2011 è commentatore per le amichevoli estive su Sportitalia.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Inter: 1977-1978
Sampdoria: 1984-1985

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Articolo su Alessandro Scanziani, archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 05/11/09.
  2. ^ Beltrami, 1995, op. cit., p. 393
  3. ^ Il Como esonera Scanziani
  4. ^ [1]

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1996. Modena, Panini, 1995.







Creative Commons License