Alessandro Tommasini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Tommasini
arcivescovo della Chiesa cattolica
Tommasini.jpg
ArchbishopPallium PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Oppido Mamertina e Arcivescovo di Reggio Calabria-Bova
Nato 9 febbraio 1753 a Diminniti di Sambatello, Reggio Calabria
Consacrato vescovo 20 aprile 1792
Elevato arcivescovo 25 maggio 1818

Monsignor Alessandro Tommasini (Reggio Calabria, 9 febbraio 175318 settembre 1826) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nacque a Diminniti in provincia di Reggio Calabria. Suo padre era regio notaio.

Diacono a 22 anni, fu consacrato vescovo a Roma il 20 aprile 1792 e subito trasferito ad Oppido Mamertina dove ebbe a subire molte umiliazioni durante il periodo dell'interregno francese. Ricostruì la Cattedrale di Oppido, distrutta dal terremoto del 1793, e dopo il sisma fondò l'attuale centro abitato di Piminoro ove si trasferì durante l'epidemia di malaria che investì la sede della diocesi.

Nel concistoro del 25 maggio 1818, fu trasferito alla sede metropolitana di Reggio ed il 27 giugno prese possesso dell'arcidiocesi. Fece costruire nel duomo tante insigni opere. In seguito agli avvenimenti politici del 1820 furono risparmiati molti mali a Reggio grazie alle sue virtù di uomo e di religioso.

Morì a settant'anni, il 18 settembre 1826.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License