Alexander zu Dohna-Schlobitten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro di Dohna-Schlobitten
Dohna-Schlobitten, Alexander Burggraf und Graf zu (1661-1728)2.jpg
Nato Coppet
25 gennaio 1661
Morto Koenigsberg
25 febbraio 1728
Dati militari
Grado Flag of the Kingdom of Prussia (1701-1750).svg
Generale prussiano
Guerre guerra dei Nove Anni
Battaglie presa di Stralsunda

senza fonte

voci di militari presenti su Wikipedia

Alessandro di Dohna-Schlobitten (Coppet, 25 gennaio 1661Koenigsberg, 25 febbraio 1728) è stato un militare e diplomatico prussiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Alessandro di Dohna-Schlobitten apparteneva ad una nobile famiglia di burgravi sassoni: suo padre era governatore del Principato prussiano di Orange e suo fratello era Cristoph zu Dohn-Schlobitten, col quale venne educato da Pierre Bayle. Alessandro studiò alla scuola militare di Morąg, dove divenne capitano d'artiglieria.

Entrato nelle grazie dell'elettore di Brandeburgo Federico I, fu mandato in missione diplomatica in Polonia, quindi partecipò alla guerra dei Nove Anni contro la Francia e all'assedio di Bonn; nel 1690 comprò un reggimento di fanteria.

Fu anche ambasciatore in Svezia e governatore di Baltijsk. L'elettore di Brandeburgo gli affidò l'educazione del principe Federico Guglielmo, ma entrato in contrasto con il politico Johan Kasimir Kolbe von Wartemberg, lasciò la corte e decise di combattere nelle truppe di Egmont von Châset contro gli svedesi e accompagnò Federico Guglielmo alla presa di Stralsunda, per poi ricevere da Adolf Friedrich von der Schulemburg, nuovo uomo di corte, le mansioni di gentiluomo di camera e di Ministro delle Finanze.

Fu inoltre amico del generale Wilhelm Sebastian von Belling e tutore di Joachim Bernhard von Prittwitz nonché amico del padre di Gerhard Werner von der Schulemburg; dalla sua famiglia discesero numerosi politici e militari tedeschi.

Egli fu inoltre il primo della sua famiglia ad aggiungere al proprio cognome quello di Schlobitten che identificava gloriosamente l'ambizioso palazzo residenziale che proprio sotto la sua supervisione iniziò a costruire.

Matrimonio e figlimodifica | modifica sorgente

Alessandro sposò Emilia Luisa di Dohna-Carwinden (28 luglio 1661 – 2 aprile 1724) il 10 settembre 1684 per poi risposarsi in seconde nozze dopo la morte della prima moglie con Giovanna Sofia di Dohna-Reichertswalde (27 agosto 1682 – 2 aprile 1735) il 26 dicembre 1725. Ebbe quindici figli solo dalla prima moglie, mentre il secondo matrimonio non produsse eredi. Tra i suoi figli più celebri citiamo Alberto Cristoforo (23 settembre 1698 - 3 maggio 1752) che fu Tenente Colonnello e dal 1728 comandante di un reggimento di fanteria prussiano nonché maestro di camera della regina Sofia Dorotea. Un altro figlio, Alessandro Emilio (17 aprile 1704 - 30 settembre 1745) prestò servizio come Colonnello e comandante di un reggimento di fanteria prussiano nell'assedio di Soor. Sua figlia Guglielmina Amalia († 1757) fu invece la prima moglie di Otto Magnus von Dönhoff.

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Kurt von Priesdorff (Hg.): Soldatisches Führertum. Hanseatische Verlagsanstalt, Hamburg [1937], vol. 1, pag. 47 e seguenti
  • Lothar Graf zu Dohna: Dohna-Schlobitten, Alexander Burggraf und Graf zu. In: Neue Deutsche Biographie (NDB). Band 4, Duncker & Humblot, Berlin 1959, pag. 52

Controllo di autorità VIAF: 25346754








Creative Commons License