Alfred Wills

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il giudice Alfred Wills

Sir Alfred Wills (Birmingham, 11 dicembre 1828Londra, 9 agosto 1912) è stato un magistrato, scrittore e alpinista inglese, terzo presidente dell'Alpine Club dal 1862 al 1864.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Figlio di un avvocato, studiò prima a Birmingham e poi all'University College di Londra, dove si laureò nel 1849 sia in giurisprudenza che in letteratura.

Giudicemodifica | modifica sorgente

Ha ricoperto prestigiosi ruoli all'interno della sua carriera di giudice. Nel 1883 viene eletto nel Queen's Bench Division of The High Court of Justice, arrivando al culmine della sua carriera a sentenziare la condanna di reclusione forzata nei riguardi di Oscar Wilde (2 anni), per aver commesso atti immorali con altri uomini.

Vita privatamodifica | modifica sorgente

Sposato una prima volta nel 1854 con Lucy, dopo la sua morte avvenuta nel 1860 si risposò una seconda volta l'anno successivo con Bertha, morta poi nel 1906. Ha avuto 3 figli e due figlie.

Alpinistamodifica | modifica sorgente

Già diciottenne fa la sua prima esperienza sulle Alpi. Dal 1852 vi si reca con regolarità annuale.

Le sue opere, caratterizzate da una nuova sensibilità nei confronti della montagna (che non viene più vista in negativo, così come le guide alpine non sono più solo un mezzo per l'ascensione), sono considerate una pietra miliare per l'alpinismo alpino:

(FRANCESE)
« L'alpiniste n'est plus comme trente ans auparavant, un paquet inerte qu'on traîne jusqu'au sommet. La montagne peut donner la pleine misure d'une personnalité. »
(IT)
« L'alpinista non è più come 30 anni fa, un pacco inerte che viene trasportato fino in cima. La montagna può dare la piena misura di una personalità. »
([1])

Nel 1856 dedica il suo maggior successo, Wanderings among the High Alps, alla guida alpina Balmat, con cui aveva fatto l'ascensione al Monte Bianco.

Tra i fondatori dell'Alpine Club, ne fu il presidente dal 1862 al 1864.

Operemodifica | modifica sorgente

Il giudice ha anche pubblicato alcuni suoi lavori e traduzioni, fra cui:

  • Wanderings among the High Alps (1856)
  • The Eagle's Nest (1860)
  • Rendu's Théorie des Glaciers de la Savioe (traduzione)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ C. E. Engels, La literature alpestre en France et en Angleterre aux XVIII et XIX siècles, Chambery: Librairie Dardel, 1930.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Richard Ellmann, Oscar Wilde, trad. Ettore Capriolo, Rocca San Casciano, Mondadori, 2001. ISBN 88-04-47897-7.
  • Piero Malvezzi (a cura di), Alfred Wills in Viaggiatori inglesi in Valle d'Aosta (1800-1860), Milano, Edizioni di Comunità, 1972, pp. 285-288.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 53013057 LCCN: n81090608

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License