Alfredo Mancinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfredo Mancinelli
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1986
Carriera
Carriera da allenatore
1955-1956 Monticchio Potenza Monticchio Potenza
1958-1959 Monticchio Potenza Monticchio Potenza
1966-1968 Potenza Potenza
1968-1969 Nardo Nardò
1969-1972 Potenza Potenza
1972-1973 Matera Matera
1973-1974 Potenza Potenza
1977-1978 Potenza Potenza
1979-1980 Potenza Potenza
1985-1986 Potenza Potenza
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alfredo Mancinelli (Tito, 8 agosto 1924Potenza, 8 maggio 2005) è stato un allenatore di calcio italiano.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Dopo una carriera da calciatore, di ruolo terzino, svolta interamente nel Potenza nelle serie minori, tra il 1955 e il 1959 assume il doppio incarico di giocatore ed allenatore guidando i lucani che si alternavano tra i campionati di IV Serie e di Promozione.

In seguito diventa allenatore in seconda del Potenza, facendo da vice a Egizio Rubino che guida i rossoblu alla vittoria del campionato di Serie C 1962-1963 ed all'esordio in Serie B l'anno successivo, ed a Renato Lucchi nella stagione 1965-1966. Nel campionato di Serie B 1966-1967 torna ad essere il primo allenatore del Potenza, che termina la stagione al sesto posto. L'anno seguente viene sostituito da Antonio Pin alla dodicesima giornata, e la stagione termina con la retrocessione in Serie C. Allena il Nardò nella stagione 1968-1969, in Serie C[1].

Torna a più riprese ad allenare il Potenza, prima nel campionato di Serie C 1969-1970 quando sostituisce Umberto Mannocci, e poi nei due anni successivi. Nel campionato di Serie C 1972-1973 guida i cugini del Matera fino a poche giornate dal termine della stagione[2], quando viene sostituito da Fernando Veneranda che in quelle ultime gare funge da giocatore e allenatore.

Torna sulla panchina del Potenza nel campionato di Serie D 1973-1974, e ancora nel 1977-1978, nel 1979-1980 quando viene sostituito da Rubino, ed infine nel 1985-1986, arrivando a totalizzare più di 250 presenze sulla panchina dei rossoblu.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Serie C: adesso si presentano così, da Corriere dello Sport, 173 (IL), 29 luglio 1968, p. 10
  2. ^ Stagione 1972-73 materacalciostory.it

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License