Alfredo Rojas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfredo Rojas
AlfredoRojas.jpg
Dati biografici
Nome Alfredo Hugo Rojas Delinge
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 184 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1969
Carriera
Squadre di club1
1956-1958 Lanus Lanús 57 (40)
1958-1959 Celta Vigo Celta Vigo 7 (1)
1959-1961 Betis Betis 47 (18)
1961 River Plate River Plate 3 (2)
1962-1964 Gimnasia LP Gimnasia LP 81 (35)
1964-1968 Boca Juniors Boca Juniors 113 (47)
1969 Univ. Catolica Univ. Católica  ? (?)
Nazionale
1958-1967 Argentina Argentina 15 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alfredo Hugo Rojas Delinge (Lanús, 20 febbraio 1937) è un ex calciatore argentino, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Giocava come centravanti; facilitato dalla stazza (quasi un metro e ottantacinque d'altezza per più di ottanta chili di peso), attuava un gioco basato prevalentemente sulla fisicità e sul movimento in area di rigore, alla ricerca di palloni da indirizzare verso la porta.[1] Soprannominato El Tanque (carro armato) in virtù della sua corporatura, aveva un tiro potente e un colpo di testa efficace, che gli garantivano un'alta percentuale realizzativa.[1]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Iniziò la carriera nel Lanús, squadra della sua città d'origine, segnando molto: le quaranta reti realizzate persuasero il Celta a richiederne il prestito per la Primera División spagnola 1958-1959.[1]

Rojas con la maglia del Gimnasia La Plata

La prima esperienza all'estero non fu però fruttuosa: al risultato personale non positivo — sole sette presenze, con un gol realizzato — si aggiunse la cattiva stagione della squadra, che al termine del campionato retrocesse. Nonostante questo, Rojas rimase in Spagna, trasferendosi sulle sponde del Guadalquivir, firmando per il Betis di Siviglia. In Andalusia il centravanti matenne una buona media realizzativa, con il miglior risultato nella stagione 1960-1961: i 10 gol segnati in 21 presenze ne cagionarono il ritorno in Argentina, al River Plate. Nel corso del campionato argentino, però, assommò solamente tre presenze — sufficienti, comunque, a fargli mettere a segno due reti. Impossibilitato a trovare spazio al River, che già si era rinforzato con l'arrivo di Luis Artime, Rojas decise di cambiare squadra, accasandosi al Gimnasia di La Plata. Ritrovata la titolarità, con la nuova maglia l'attaccante segnò più di trenta reti in tre stagioni, superando quota ottanta presenze e divenendo il principale riferimento offensivo del Gimnasia.[1] Nel 1964, il Boca Juniors di Deambrossi decise di acquistare l'attaccante, anche per sopperire al ritiro di Paulo Valentim, centravanti della squadra fino a quel momento.[1] Arrivato alla Bombonera, alla sua seconda stagione vinse il campionato nazionale, sotto la guida di Néstor Rossi, suo ex compagno di Nazionale, e continuò a segnare con regolarità[1] — sfiorando quota cinquanta gol, al momento di lasciare il club. Nel 1968 il presidente Armando gli concesse di andarsene a parametro zero, e Rojas decise di terminare la carriera con l'Universidad Católica di Santiago, in Cile.[1]

Nazionalemodifica | modifica sorgente

In Nazionale la sua carriera spaziò per quasi dieci anni — seppur racimolando solo quindici presenze. Convocato per il campionato del mondo 1958, vi presenziò una volta soltanto, contro la Germania Ovest, giocando da titolare tutti e novanta minuti della gara, terminata per 3-1 in favore degli europei. Il CT Juan Carlos Lorenzo lo escluse poi dalla lista per il campionato del mondo 1962, ma lo incluse in quella per l'edizione successiva del Mondiale, Inghilterra 1966; in tale competizione, però, Rojas non giocò neppure un incontro, in quanto il suo ruolo era appannaggio di Oscar Más. La sua ultima esperienza in Nazionale fu il Campeonato Sudamericano di Uruguay 1967, ove giocò da titolare la maggior parte delle partite: nell'undici di partenza nelle prime due, venne prima escluso dalle seguenti, e poi reinserito in finale (sostituendo all'ottantacinquesimo minuto Juan Carlos Sarnari).[2]

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Boca Juniors: 1965

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b c d e f g (ES) Alfredo Rojas, informexeneize.com.ar. URL consultato il 26-8-2010.
  2. ^ (EN) Southamerican Championship 1967, RSSSF. URL consultato il 27-8-2010.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License