Amblar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amblar
comune
Amblar – Stemma
Amblar – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Sindaco Bruna Pellegrini (lista civica) dal 09/05/2005
Territorio
Coordinate 46°24′00″N 11°09′00″E / 46.4°N 11.15°E46.4; 11.15 (Amblar)Coordinate: 46°24′00″N 11°09′00″E / 46.4°N 11.15°E46.4; 11.15 (Amblar)
Altitudine 980 m s.l.m.
Superficie 14,59 km²
Abitanti 229[1] (31.12.2011)
Densità 15,7 ab./km²
Comuni confinanti Caldaro sulla Strada del Vino (BZ), Cavareno, Don, Romeno, Sfruz, Termeno sulla strada del vino (BZ)
Altre informazioni
Cod. postale 38010
Prefisso 0463
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022004
Cod. catastale A260
Targa TN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona F, 3 920 GG[2]
Nome abitanti amblaresi o amblarotti
Patrono san Vigilio
Giorno festivo 26 giugno
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Amblar

Amblar (Amblar in nones) è un comune di 226 abitanti della provincia di Trento.

Cenni storicimodifica | modifica sorgente

A causa del ritrovamento di numerosi reperti romani si suppone che l'origine di Amblar risalga al IV secolo d.C., epoca della romanizzazione dell'Anaunia, ma poiché non esiste alcun documento che ne certifichi l'esistenza tale ipotesi rimane infondata. Certo è il ruolo di coprotagonista nelle vicende storiche del XII secolo, in cui Amblar risente della pressione dei conti del Tirolo sull'Anaunia vescovile. Nel 1302, con la riappacificazione tra i vescovi e i conti, Amblar, appartenente alla giurisdizione di Castelfondo, viene ceduta a quest'ultimi. Così nel 1363, con l'estinzione della linea di discendenza di Mainardo II (conte del Tirolo) Castelfondo passò alle dipendenze degli Asburgo imperatori d'Austria, che assunsero anche il titolo di conti del Tirolo. Questo legame tra Amblar e gli Asburgo terminò solo nel 1918, con la cessione del Trentino all'Italia dopo la fine della prima guerra mondiale.

Importante simbolo storico della valle è la porta de Vall'Avena, costruita in età romanica, che segnava il confine tra Amblar e altri paesi.

Evoluzione demograficamodifica | modifica sorgente

Abitanti censiti[3]


Etnie e minoranze stranieremodifica | modifica sorgente

Secondo i dati ISTAT[4] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 10 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania Romania 5 2,16%

Ecuador Ecuador 4 1,72%

Ripartizione linguisticamodifica | modifica sorgente

Nel censimento del 2001, 42 abitanti del comune si sono dichiarati "ladini".[5]

Amministrazionemodifica | modifica sorgente

Variazionimodifica | modifica sorgente

Nel 1928 il comune viene soppresso e i suoi territori aggregati al comune di Romeno; nel 1952 il comune viene ricostituito (Censimento 1951: pop. res. 267).[6]

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Statistiche demografiche ISTAT
  5. ^ Nel 2001 erano il 17,54% dei residenti | Trentino
  6. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3







Creative Commons License