Andrés Iniesta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrés Iniesta
Andrés Iniesta Euro 2012 vs France 01.jpg
Andrés Iniesta durante Euro 2012
Dati biografici
Nome Andrés Iniesta Luján
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 170[1][2] cm
Peso 65[1][2] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Barcellona Barcellona
Carriera
Giovanili
1994-1996
1996-2000
Albacete Albacete
Barcellona Barcellona
Squadre di club1
2000-2003 Barcellona B Barcellona B 54 (5)
2002- Barcellona Barcellona 332 (33)
Nazionale
2000
2000-2001
2001
2001-2002
2003
2003-2006
2006-
2004
Spagna Spagna U-15
Spagna Spagna U-16
Spagna Spagna U-17
Spagna Spagna U-19
Spagna Spagna U-20
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna
Catalogna Catalogna
2 (0)
7 (1)
4 (0)
7 (1)
7 (3)
18 (6)
95 (11)
1 (0)
Palmarès
 Europei di calcio Under-19
Oro Norvegia 2002
 Mondiali di Calcio Under-20
Argento Emirati Arabi 2003
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
Oro Polonia-Ucraina 2012
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Argento Brasile 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 aprile 2014

Andrés Iniesta Luján (Fuentealbilla, 11 maggio 1984) è un calciatore spagnolo, centrocampista del Barcellona e della Nazionale spagnola.

Soprannominato Don Andrés dai tifosi spagnoli, è cresciuto nel settore giovanile del Barcellona, squadra con cui ha già vinto diciassette trofei, inclusi cinque campionati spagnoli e tre UEFA Champions League. Nella stagione 2008-2009 è stato eletto Miglior calciatore spagnolo.

Con la maglia della Spagna si è laureato Campione d'Europa nel 2008 e nel 2012 e Campione del Mondo nel 2010. Nel corso di quest'ultimo ha siglato 2 gol tra cui la rete della vittoria mondiale in finale contro l'Olanda. Nei 3 tornei è stato eletto "Man of The Match" in ben 7 incontri, tra cui la finale del Mondiale 2010 con l'Olanda e la finale di Euro 2012 con l'Italia; è stato sempre inserito nel "Best Team" della competizione, ed è stato eletto Miglior Giocatore dell'Europeo 2012.

Il 10 gennaio 2011 si classifica secondo dietro a Lionel Messi per il Pallone d'oro 2010.[3] Il 30 agosto 2012 viene nominato miglior giocatore della stagione europea 2011-2012, aggiudicandosi il UEFA Best Player in Europe Award davanti a Messi e Cristiano Ronaldo.[4]

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

« Non sono ossessionato da Messi, il pericolo è Iniesta. È fantastico, lavora per la squadra, il modo in cui trova i passaggi, il suo movimento e la capacità di creare spazi è incredibile. È così importante per il Barcellona.[5] »
(Alex Ferguson)

Considerato il centrocampista moderno per eccellenza,[6] giocatore leggero, molto agile e versatile, è in grado di ricoprire vari ruoli di centrocampo. Grazie alle sue radici calcistiche derivanti dal futsal, il calcio a 5, il gioco di Iniesta è caratterizzato da una grande abilità negli spazi stretti e, grazie alla sua capacità di nascondere la palla all'avversario (soprattutto nell'uno contro uno) è anche soprannominato "l'illusionista ". Regista molto agile, all'occorrenza è in grado anche di giocare in attacco. I suoi punti di forza sono il controllo di palla e la visione di gioco.[7][8]

Nel 2001 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori stilata da Don Balón.[9]

Carrieramodifica | modifica sorgente

« Anche se da piccolo giocavo più a futsal, io non ho mai smesso di provare a fare il calciatore professionista.[10] »
(Andrès Iniesta)

Clubmodifica | modifica sorgente

La carriera di Iniesta inizia nel 1992 all'età di 8 anni quando i genitori decidono di iscriverlo all'Albacete Balompié,[11] squadra del capoluogo di provincia della propria città. Nel 1996 all'età di 12 anni mentre è in scena il torneo infantil de Brunete, la sua prestazione attira l'attenzione di molti club spagnoli[12] tra questi il Futbol Club di Barcellona, sua futura squadra. La famiglia pur lasciando in lacrime il proprio figlio fa uno sforzo decidendo così di trasferire il piccolo Andres alla Masia Catalana.[13]

Dopo aver giocato per due stagioni[14] nel Barcellona B, esordisce a 18 anni con la prima squadra il 29 ottobre 2002 in Champions League contro il Club Brugge.

Nella stagione 2003-2004 colleziona 11 presenze e una rete in Primera División.

Con l'arrivo dell'allenatore Frank Rijkaard all'inizio della stagione 2004-2005, Iniesta inizia a giocare con maggiore continuità, disputando 37 delle 38 partite di campionato, con 2 gol segnati, e risultando così il calciatore più presente della squadra.

Iniesta con la maglia del Barcellona nella stagione 2012-2013

Nella stagione successiva, con l'infortunio di Xavi, diventa definitivamente titolare, affermandosi come uno dei migliori centrocampisti centrali del panorama mondiale e contribuendo ai successi nazionali e internazionali del Barcellona. Nella stagione 2006-2007 mette a referto 9 reti stagionali, di cui 6 in campionato e 2 in Champions League. Nell'estate 2007 ci sono state voci di un suo passaggio ai rivali del Real Madrid,[15] ma il calciatore cresciuto nei blaugrana ha sempre ripetuto che non aveva alcuna intenzione di trasferirsi nella capitale.[16]

Il 25 gennaio 2008 prolunga il suo contratto fino al 2014 con una clausola di rescissione di 160 milioni di €.[17] Nella stagione 2008-2009, quella del triplete, sigla 4 reti in 26 partite di campionato e risulta decisivo nella semifinale di ritorno di Champions League, quando a Stamford Bridge con il Chelsea realizza all'ultimo minuto di recupero il gol decisivo per il passaggio in finale.[18] I catalani trionfano 2-0 e si laureano campioni d'Europa, Iniesta realizza l'assist per il gol del vantaggio di Samuel Eto'o. A fine partita Wayne Rooney definisce Iniesta "Il miglior giocatore al mondo",[19] mentre al termine del campionato viene eletto calciatore spagnolo dell'anno.

Il 27 novembre 2009 prolunga il suo contratto fino al 2015, la clausola di rescissione del contratto aumenta a 200 milioni di €.[20] Si classifica quarto nella classifica del Pallone d'oro 2009[21] e quinto in quella del FIFA World Player 2009.[22] Nella stagione 2009-2010, nonostante diversi infortuni, disputa 29 partite di campionato realizzando un gol, al Saragozza.

Il 6 aprile 2011 durante la partita di andata dei quarti di finale di Champions League, disputata contro gli ucraini dello Shakhtar Donetsk e vinta per 5-1,disputa un'ottima partita realizzando il gol che apre le marcature, a fine partita viene eletto miglior giocatore in campo.[23] Il 3 maggio 2011 nella semifinale di ritorno di Champions contro il Real Madrid si rende protagonista confezionando l'assist per il momentaneo 1-0 di Pedro; la partita finirà in pareggio (1-1) e con il passaggio in finale del Barcellona.[24] Nella finale di Champions League disputata il 29 maggio 2011 a Wembley gioca da titolare la partita e si aggiudica con il risultato di 3-1 ai danni del Manchester United la sua terza champions league.[25]

Il 17 agosto 2011 nella partita di ritorno di Supercoppa contro il Real Madrid sblocca il risultato scavalcando il portiere con un preciso pallonetto,[26] la partita finisce 3-2 per i blaugrana, questo risultato consente ai catalani di vincere la coppa[27] (decimo titolo per il barcellona). Durante la prima partita del girone della Champions League 2012 giocata contro il Milan, ha dovuto lasciare il campo prematuramente a causa di un infortunio alla schiena; viene sostituito al 38esimo minuto del primo tempo con il connazionale Fabregas,[28] la partita finisce 2-2.[29] Il 18 dicembre conquista il suo secondo mondiale per club battendo in finale per 4 a 0 il Santos.[30]

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Iniesta con la maglia della Nazionale spagnola

Con la Spagna esordisce nel maggio 2006, e viene convocato per il Mondiale in Germania: nel corso del torneo scende in campo una sola volta, nell'incontro del gruppo H contro l'Arabia Saudita.

Europeo 2008modifica | modifica sorgente

Al campionato d'Europa 2008 è l'unico calciatore spagnolo a disputare tutte e 7 le partite della Spagna. Nella semifinale con la Russia serve l'assist per il gol di Xavi e viene eletto Man of the Match; nella finale vinta 1-0 sulla Germania gioca da titolare venendo poi inserito dall'UEFA nella squadra ideale dell'Europeo.

Confederations Cup 2009modifica | modifica sorgente

Il 1º giugno 2009 viene selezionato per disputare la FIFA Confederations Cup 2009 in Sudafrica;[31] quattro giorni dopo, a causa di un infortunio, viene sostituito da Pablo Hernández e non prende parte al torneo.[32]

Mondiali 2010modifica | modifica sorgente

Al Mondiale 2010 disputa sei delle sette gare giocate dalla sua squadra, realizzando due reti, una nella fase a gironi contro il Cile e una, quella decisiva, durante i tempi supplementari della finale contro l'Olanda, che vale il primo storico trionfo mondiale della Spagna. Viene eletto Man of the Match in 3 delle 7 partite disputate dalla Spagna, quelle contro Cile, Paraguay e Olanda, ed il suo nome inserito nel 2010 FIFA World Cup All-Star Team.

Nell'esultanza per il gol segnato in finale mostra una maglietta con la dedica Dani Jarque siempre con nosotros, ricordando così l'amico calciatore dell'Espanyol deceduto l'estate precedente. Per questo gesto ha ricevuto lodi dall'intero mondo sportivo, e non solo. Il gol segnato contro l'Olanda nella finale dei Mondiali FIFA 2010 ha permesso ad Iniesta di entrare nella storia della Spagna.[33]

Europei 2012modifica | modifica sorgente

Iniesta partecipa al Campionato europeo di calcio 2012, vinto dalla Nazionale Spagnola contro l'Italia. È così uno dei pochi giocatori, insieme ai suoi compagni, ad aver vinto tre competizioni internazionali consecutive (Europeo 2008, Mondiale 2010, Europeo 2012), realizzando il cosiddetto "triplete". Viene eletto Man of the Match in 3 delle 6 partite disputate dalla Spagna; contro l'Italia, la Croazia e poi nella Finale ancora con l'Italia. Il 2 luglio 2012 viene eletto dalla UEFA Miglior Giocatore del Torneo.[34]

Statistichemodifica | modifica sorgente

Presenze e reti nei clubmodifica | modifica sorgente

Statistiche aggiornate al 16 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000-2001 Spagna Barcellona B SDB 10 0 - - - - - - - - - 10 0
2001-2002 SDB 30 2 - - - - - - - - - 30 2
2002-2003 SDB 14 3 - - - - - - - - - 14 3
Totale Barcellona B 54 5 - - - - - - 54 5
2002–2003 Spagna Barcellona PD 6 0 CR 0 0 UCL 3 0 - - - 9 0
2003–2004 PD 11 1 CR 3 1 CU 3 0 - - - 17 2
2004–2005 PD 37 2 CR 1 0 UCL 8 0 - - - 46 2
2005–2006 PD 33 0 CR 4 0 UCL 11 1 SS 1 0 49 1
2006–2007 PD 37 6 CR 6 1 UCL 8 2 SS+SU+Cmc 2+1+2 0 56 9
2007–2008 PD 31 3 CR 7 0 UCL 11 1 - - - 49 4
2008–2009 PD 26 4 CR 6 0 UCL 11 1 - - - 43 5
2009–2010 PD 29 1 CR 3 0 UCL 9 0 SS+SU+Cmc 0+0+1 0 42 1
2010-2011 PD 34 8 CR 5 0 UCL 10 1 SS 1 0 50 9
2011-2012 PD 27 2 CR 6 2 UCL 8 3 SS+SU+CmC 2+1+2 1+0+0 46 8
2012-2013 PD 31 3 CR 5 2 UCL 10 1 SS 2 0 48 6
2013-2014 PD 30 3 CR 6 0 UCL 9 0 SS 2 0 47 3
Totale Barcellona 332 33 52 6 101 10 17 1 502 50
Totale carriera 386 38 52 6 101 10 17 1 556 55

Cronologia presenze e reti in Nazionalemodifica | modifica sorgente

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Individualemodifica | modifica sorgente

2009, 2010, 2011, 2012, 2013
2009, 2010, 2011, 2012
Miglior calciatore spagnolo: 2008-2009
Miglior centrocampista della Liga spagnola: 2009-2010
Miglior centrocampista offensivo della Liga spagnola: 2008-2009, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
Russia
Polonia-Ucraina 2012
Polonia-Ucraina 2012
2011-2012
2012, 2013

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Statistiche su fcbarcelona.com
  2. ^ a b Statistiche su soccernet.espn.go.com
  3. ^ Messi vince il Fifa Pallone d'Oro, sportmediaset.mediaset.it, 10 gennaio 2011.
  4. ^ È Iniesta il migliore in Europa in UEFA.com, 30 agosto 2012. URL consultato il 31 agosto 2012.
  5. ^ (EN) Iniesta graduates from cameo role to take centre stage at Barcelona, guardian.co.uk, 24 maggio 2009. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  6. ^ (IT) Andres Iniesta, il motore della Spagna su sport.it
  7. ^ Andres Iniesta
  8. ^ Andres Iniesta Nike viral advert featuring Barcelona futsal | Mail Online
  9. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  10. ^ Iniesta: “If I played futsal I wouldn’t stop trying to do what I do” | FC Barcelona
  11. ^ (ES) Biografia de Andres Iniesta
  12. ^ Madrid Red Light Let Iniesta Leave For Barçagoal.com
  13. ^ Iniesta, un piccoletto di genio corriere della sera.it
  14. ^ Biografia Andres Iniesta fmf.com
  15. ^ (EN) El Real Madrid va a por Iniesta, marca.com, 19 luglio 2007. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  16. ^ (EN) Iniesta is Barça’s new number 8, fcbarcelona.cat, 19 luglio 2007. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  17. ^ Xavi, Iniesta e Puyol. I tre geni che fecero il grande slam del calcio - Il Sole 24 ORE
  18. ^ Champions, Iniesta beffa il Chelsea: 1-1. Finale Barça-Man U - Sport - Sky.it
  19. ^ (EN) Manchester United v Barcelona: Wayne Rooney backs Andres Iniesta for Ballon d'Or, telegraph.co.uk, 28 maggio 2009. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  20. ^ Iniesta rinnova col Barça fino al 2015, nuova anche la clausola di rescissione: 200 milioni di euro! | Sport.it
  21. ^ Messi Pallone d'oro 2009: classifica finale France Football | Sportlive.it - Sport, News, risultati, classifiche
  22. ^ http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http://lionelmessifan.com/lionel-messi-becomes-fifa-world-player-of-the-year-2009
  23. ^ Graham Hunter, Papà Iniesta offusca lo Shakhtar, 7 aprile 2011. URL consultato il 24 ottobre 2011.
  24. ^ Champions, Barcellona in finale. Contro il Real Madrid finisce 1-1
  25. ^ Barcellona-Manchester United 3-1, finale Champions League 2011: video dei gol, cronaca e tabellino | Calcio Fanpage
  26. ^ BARCELLONA REAL MADRID/ risultato 3-2, Supercoppa Spagnola VIDEO goal | Oggi Sport
  27. ^ Il Barcellona vince la Supercoppa di Spagna - Calcio estero - La Presse
  28. ^ Barcellona, Iniesta infortunato: out un mese, 14 settembre 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  29. ^ Colpaccio Milan a Barcellona, 2-2, 13 settembre 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  30. ^ (IT) Santos-Barcellona 0-4: Non c'è storia in cima al mondo! Messi, Xavi e gli extraterrestri tingono la storia di Blaugrana goal.com
  31. ^ (ES) Lista de convocados para la Copa Confederaciones - rfef.es, 1º giugno 2009
  32. ^ (ES) Pablo Hernández sustituye a Andrés Iniesta - rfef.es, 5 giugno 2009
  33. ^ (EN) Eurogoals - Iniesta, un uomo che supera le rivalità, eurosport.yahoo.com, 21 dicembre 2010. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  34. ^ Iniesta Miglior Giocatore del Torneo, it.uefa.com, 2 giugno 2012.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 102361367








Creative Commons License