Andrea Segrè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Segrè al Festivaletteratura 2012

Andrea Segrè (Trieste, 5 febbraio 1961) è un docente, saggista, agronomo ed economista italiano, docente di politica agraria, politiche dello sviluppo agricolo e agricultural policies presso la Facoltà di Agraria e dell'Università di Bologna.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Attività scientifica e divulgativamodifica | modifica sorgente

Nel 1986 ha conseguito la laurea in Scienze Agrarie (110/110 cum laude) presso la facoltà di Agraria dell'Università degli studi di Bologna dove ha ottenuto il Dottorato in Economia e Politica Agraria nel 1991. Dopo essersi interessato all'analisi dei modelli di consumo e dei sistemi agroalimentari nelle economie occidentali, si è occupato dei processi di transizione dall'economia pianificata a quella di mercato dei sistemi economico-agricoli nei paesi dell'ex socialismo reale, ricerca nella quale svolge un ruolo da capofila[1]. Ha effettuato numerose missioni sul campo nei Paesi dell'Europa centro-orientale e balcanica e nelle ex Repubbliche Sovietiche per conto del Ministero degli Affari Esteri e di diverse Organizzazioni internazionali governative e, dal 1990 al 1999, ho rappresentato l'Italia all'OECD a Parigi. L'attività di ricerca ha negli anni spaziato, inoltre, in vari ambiti comprendendo lo studio e soprattutto la critica, come in “I signori della transizione” (Stampa alternativa 1999) e “Il laboratorio albanese” (Besa 1999), del sistema degli aiuti pubblici allo sviluppo agricolo alimentare internazionale.

Le linee di ricerca scientifica, teorica e applicata, riguardano in particolare tre ambiti interrelati: il sistema degli aiuti pubblici allo sviluppo agricolo e alimentare nei paesi sviluppati e in via di sviluppo; i processi di transizione dal piano al mercato dei sistemi economico-agricoli nei paesi dell’ex socialismo reale; gli sprechi di risorse agricole e alimentari e il loro recupero sostenibile a fini solidali. Quest'ultimo ambito di ricerca ha portato all'ideazione e alla promozione dei progetti Last Minute Market per il recupero a fini benefici dei prodotti alimentari e non alimentari invenduti, progetto che ha permesso a Segrè di indossare le vesti di capofila nella lotta allo spreco, come è stato definito in diversi servizi televisivi[2], radiofonici[3] e in alcuni libri[4]

Dal 2010 promuove le iniziative di "Un anno contro lo spreco" patrocinate dal Parlamento Europeo, Commissariato per l'Agricoltura e lo Sviluppo Rurale: la prima giornata europea contro lo spreco si è svolta a Bruxelles il 28 ottobre 2010 e ha avuto come obiettivo la sensibilizzazione dell'opinione pubblica europea sulle cause e le conseguenze dello spreco di cibo, sulle modalità per ridurlo e la promozione di una cultura orientata ai principi della sostenibilità. Nell'ambito delle iniziative programmate è andato in scena - Spr + Eco, uno spettacolo teatrale di Andrea Segrè e Massimo Cirri, autore e conduttore di Caterpillar, spettacolo dedicato ai temi dello spreco quotidiano. La regia è di Angelo Generali, le canzoni di Marco Minna e le immagini di Altan. Lo spettacolo è andato in scena per la prima volta il 21 febbraio 2010 al salone del Podestà a Bologna.[5] Il lavoro svolto sullo spreco e il cibo è documentato nel libro scritto con Luca Falasconi, 'Il libro nero dello spreco in Italia: il cibo, Edizioni Ambiente, Milano, 2011.

Nel 2011 la campagna "Un anno contro lo spreco" ha riguardato il tema dell’acqua, in particolare le risorse idriche e il loro utilizzo, l’accessibilità e gli sprechi. Vari approfondimenti possono essere letti nel libro di Andrea Segrè e Luca Falasconi, Il libro blu dello spreco in Italia: l’acqua, Edizioni Ambiente, Milano, 2012. Nell'ambito delle iniziative programmate nel febbraio 2011 è andata in scena la conferenza teatrale Waterfront, di Patrizio Roversi e Andrea Segrè.

Il 2012 si focalizza invece sulle risorse energetiche. Tutto il progetto lega la sua immagine al segno di Altan che ha disegnato il logo dell'iniziativa. Il 19 gennaio 2012, al Parlamento Europeo di Strasburgo è stata presentata la proposta di Risoluzione su "Come evitare lo spreco di alimenti: strategie per migliorare l'efficienza della catena alimentare nell'UE", relatore l’europarlamentare Salvatore Caronna. Con questa risoluzione si invita la Commissione Europea a definire per gli Stati membri obiettivi specifici di prevenzione degli sprechi di alimenti, nel quadro degli obiettivi di prevenzione dei rifiuti che devono essere conseguiti entro il 2014, e si esortano il Consiglio e la Commissione europea a proclamare il 2014 "Anno europeo contro gli sprechi alimentari", quale importante strumento di informazione e promozione per sensibilizzare i cittadini europei e richiamare l'attenzione dei governi nazionali su questo importante tema nell'ottica di stanziare fondi adeguati alle sfide da affrontare nel prossimo Il 29 agosto 2012, a Stoccolma, in occasione del Forum patrocinato dalla Fao The World Water Week Andrea Segrè, unico italiano presente, ha sottoscritto con Jan Lundquist, Valentin Thurn e altri scienziati un appello contro lo spreco di cibo e acqua. Il 29 settembre 2012 a Trieste è stata presentata la carta SprecoZero, con la quale i comuni firmatari si impegnano ad attivare il decalogo di buone pratiche contro lo spreco alimentare che rende subito operative le indicazioni della Risoluzione del Parlamento europeo contro lo spreco. La carta è già stata sottoscritta da 175 comuni italiani, da Belluno a Napoli e dai Governatori del Veneto e del Friuli Venezia Giulia

2013. Fondatore del primo Osservatorio Nazionale sugli sprechi. A febbraio 2013 sono stati presentati i dati del primo questionario sugli sprechi domestici realizzato da Last Minute Market insieme con l'Istituto per la salute e la protezione dei consumatori del Joint Research Centre, il servizio scientifico interno della Commissione Europea e il Karlsruher Institut für Technologie.[6]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Incarichi assolti:

Attualmente è:

Riconoscimentimodifica | modifica sorgente

Nel 2011 gli sono stati assegnati i seguenti premi:

  • Premio Campione 2011 per l’Economia (X edizione, Premio dell’associazione di volontariato City Angels e dell’Osservatorio giornalistico Mediawatch) “come riconoscimento del valore dell’impegno profuso nel recupero di beni invenduti a favore di enti caritativi e delle fasce meno abbienti della popolazione”.
  • Premio Mediterraneo della Fiera Internazionale di Foggia per meriti scientifici “avendo contribuito in modo determinante allo sviluppo dell’agricoltura e dell’agroindustria italiana in particolare del Mezzogiorno”.

Premio Città di Sasso Marconi (ex aequo con il Prof. Vincenzo Balzani) per la comunicazione ambientale: “con la sua attività accademica e grazie alle sue doti di comunicatore partecipa attivamente al dibattito sui temi della lotta allo spreco e alla promozione degli stili di vita sostenibili”.

Premio Internazionale Ator Pal Mont 2011 “per avere ideato e sviluppato i progetti Last Minute Market e per essersi impegnato, in Italia e nel mondo, per fare conoscere uno strumento di contrasto alla fame tramite la raccolta e la ridistribuzione del cibo altrimenti sprecato, trasformandolo in risorsa, che messo a servizio dei cittadini indigenti e delle associazioni di beneficenza, delle comunità di accoglienza, dei profughi costretti all'esodo e concentrati in campi di raccolta, diventa fonte di alimentazione e di sopravvivenza.”

Nel febbraio del 2012 il Parlamento Europeo gli ha conferito il premio Green Award per l'etica, per “l’alta espressione di etica, di cultura di valori umani e di rispetto e valorizzazione dell'ambiente legate al suo lavoro e alle sue ricerche. Il premio, ideato dall'Organizzazione Non Governativa "e.qo" www.e-qo.eu, si occupa della promozione di iniziative ed azioni collettive nei diversi campi dell’economia sociale e verde ed è un prestigioso riconoscimento per categorie ai portatori dei migliori interessi collettivi.

Sempre nel 2012 gli è stato assegnato il Premio Artusi.

Nel 2013 il Ministro dell'Ambiente Andrea Orlando lo nomina capo del pool contro lo spreco alimentare.

Il 21 novembre 2013 gli viene conferito il Premio Vincenzo Dona, voce dei consumatori 2013 con la seguente motivazione: "Per la sua attività scientifica e divulgativa che, attraverso i progetti Last Minute Market e la campagna europea "Un anno contro lo spreco", ha generato nuova consapevolezza sul valore del cibo: sul piano sociale insegnando ai consumatori l'importanza, per la collettività e il singolo, di vivere a "spreco zero". E sul piano istituzionale stimolando gli Enti locali e governativi, in Italia e in Europa, ad assumere decisioni normative e operative in tema di lotta agli sprechi". Il 4 dicembre 2013 gli è stato conferito il premio Giovanni Borghi 2013, riconoscimento ideato da Whirlpool, giunto alla seconda edizione e intitolato al patron di Ignis, l’azienda di elettrodomestici che si fuse nella multinazionale americana, che premia il pionierismo nel fare impresa: “il premio va all’intuizione innovativa di Segrè che ha concepito Last Minute Market, società spin-off dell'Università di Bologna, prima come attività di ricerca, poi trasformatasi in realtà imprenditoriale che opera su tutto il territorio nazionale sviluppando progetti per il recupero di alimenti e beni invenduti (o non commercializzabili) a favore di enti caritativi”.

Operemodifica | modifica sorgente

  • Dynamique de la consommation e du système agro-alimentaire italien (Iam 1990)
  • La rivoluzione bianca (Il Mulino 1994)
  • Agricoltura e società in economie dinamiche (Franco Angeli 1995)
  • I signori della transizione (Stampa alternativa 1999)
  • Il laboratorio albanese (Besa 1999)
  • Agricultural and Environmental Issues for Sustainable Development in Albania, a cura di (Besa 1999)
  • A Short Dictionary of the European Union's Common Agricultural Policy (Pitagora 1999)
  • La biblioteca magica (Franco Angeli 2000)
  • Abbondanza e scarsità nelle economie sviluppate, con Luca Falasconi (F*ranco Angeli 2002)
  • Lo spreco utile (Pendragon 2004)
  • Dalla fame alla sazietà, con Alberto Grossi (Sellerio, 2007)
  • Il libro nero dell'agricoltura italiana, con Giorgio Amadei (Franco Angeli 2007)
  • Elogio dello spreco. Formule per una società sufficiente (Emi 2008)
  • Manuale di Politiche per lo sviluppo agricolo e sicurezza alimentare (Carocci 2008)
  • L'analisi economica dell'agricoltura. Scritti in onore di Enzo Di Cocco, Con Francesco Ferretti (FrancoAngeli 2009)
  • Lezioni di ecostile. Consumare, crescere, vivere (Bruno Mondadori 2010)
  • Dialogo sullo –Spr+Eco. Formule per non alimentare lo spreco, con Massimo Cirri (Paperback 2010)
  • Last Minute Market. La banalità del bene e altre storie contro lo spreco (Pendragon, 2010)
  • Transforming Food Waste into a Resource. Con Silvia Gaiani (Royal Society of Chemistry Publishing, Cambridge, 2011)
  • Basta il giusto (quando e quanto). Lettera a uno studente sulla società della sufficienza. Manifesto per un nuovo civismo ecologico, etico, economico (Altreconomia, 2011)
  • Economia a colori (Einaudi 2012)
  • Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua (Edizioni Ambiente, 2012)
  • Cucinare senza sprechi. Contro lo spreco alimentare: azioni e ricette (Ponte alle Grazie, 2012)
  • Vivere a spreco zero. Una rivoluzione alla portata di tutti (Marsilio 2013)
  • Il libro verde dello spreco in Italia: l'energia (Edizioni Ambiente, 2012)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Cfr. in questo senso: Marcon G., Esposti R., Sotte F., Petrillo E. R., Norman J.C., Del Colle E., Dolan C. S., Sorby K, Hamende B, Schrader K.
  2. ^ Ballarò, Report, TG5, TG1, TG2, TG3, Geo & Geo, Okkupati, Alle Falde del Kilimangiaro, Uno Mattina, 2 Next Rai2, BBCWorld
  3. ^ Radio 3 Fahrenheit, Radio 24, Radio 2 Caterpillar, Radio 2 Decanter, Radio 1 Baobab
  4. ^ Tristam Stuart, Sprechi, Bruno Mondatori 2009; Giampaolo Fabris, La società post crescita, Egea, 2010
  5. ^ lo spettacolo spr+eco, dal Blog teatro di Repubblica.it
  6. ^ [1], [2]

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License