Antonio Kramer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni[1] Antonio Kramer anche de Kramer (Milano, 21 luglio 1806Tremezzo, 25 settembre 1853[2]) è stato un chimico italiano, membro dell'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere.

Collaborò al miglioramento delle tecniche di colorazione della seta nelle filande di Enrico Mylius e fu conservatore del Museo di storia naturale tra il 1844 e il 1853[3].

Kramer fu inoltre il primo titolare di un insegnamento presso la Società d'incoraggiamento d'arti e mestieri di Milano, scuola fondata e finanziata dallo stesso Mylius, insieme a Carlo Cattaneo[4].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Storia di Milano ::: dal 1801 al 1810
  2. ^ Storia della scienza. Minibiografie di scienziati: K
  3. ^ http://www.milanocittadellescienze.it/contents/cantieri/pdf/LIVI_La_storia_naturale_dell-uomo_nella_Milano_dell-Ottocento.pdf
  4. ^ Villa Vigoni: Antonio Kramer

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Gian Piero Marchese, Antonio Kramer in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 62, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2004.

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License