Antonio Mohamed

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Mohamed
Antonio Ricardo Mohamed Matijevich.jpg
Dati biografici
Nome Antonio Ricardo Mohamed Matijevich
Nazionalità Argentina Argentina
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2003 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-1988 Velez Sarsfield Vélez Sarsfield
Squadre di club1
1988-1991 Huracan Huracán 30 (10)
1991-1992 Boca Juniors Boca Juniors 15 (4)
1992-1993 Independiente Independiente 26 (2)
1993-1998 Toros Neza Toros Neza 180 (40)
1998-2000 Monterrey Monterrey 58 (12)
2000 Marte Marte 20 (12)
2001 Irapuato Irapuato 16 (2)
2001-2002 Atlante Atlante 23 (1)
2002 Atletico Celaya Atlético Celaya 14 (1)
2003 Zacatepec Zacatepec 16 (1)
Nazionale
1988-1991 Argentina Argentina 4 (1)
Carriera da allenatore
2003 Huracan Huracán
2003 Zacatepec Zacatepec
2004 Morelia Morelia
2005 Queretaro Querétaro
2006 Jaguares Jaguares
2007 Veracruz Veracruz
2007-2010 Colon Colón
2010-2011 Independiente Independiente
2011- Club Tijuana Club Tijuana
Palmarès
Coppa America calcio.svg  Copa América
Oro Cile 1991
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 giugno 2012

Antonio Ricardo Mohamed Matijevich (Buenos Aires, 2 aprile 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino di origini siriane-libanesi, di ruolo attaccante.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nel giugno 2006, a causa di un incidente stradale avvenuto in Germania, il figlio di Mohamed, Faryd, di nove anni, è morto e lo stesso allenatore era in pericolo di perdere una gamba[1].

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Uscito dal sistema giovanile del Vélez Sársfield, Mohamed, detto El Turco per via del suo cognome, viene acquistato dall'Huracán, dove rimane per tre anni, dal 1988 al 1991. Alla fine di quella stagione la carriera di Mohamed si incrociò con quella di Gabriel Omar Batistuta. Venne infatti acquistato dalla Fiorentina per essere poi girato in prestito al Boca Juniors come "compensazione" per la cessione del fuoriclasse di Reconquista alla squadra italiana un anno prima del previsto (l'accordo fra la Fiorentina ed il Boca implicava il passaggio di Batistuta in viola a partire dalla stagione 1992-1993). Mohamed rimane al Boca una sola stagione segnando 4 reti in 15 partite. Nel 1992 passa all'Independiente, dove segna 2 volte in 26 partite.

In seguito si trasferisce nel campionato di calcio messicano, al Toros Neza. Qui rimane per 5 anni, dal 1993 al 1998, collezionando 180 presenze e segnando 40 volte. Mohamed continua la sua carriera in varie squadre messicane, più o meno blasonate, fino al suo ritiro nel Zacatepec, avvenuto nel 2003.

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Nel 1991 Mohamed ha vinto la Copa América con la nazionale di calcio argentina, giocando in tutto 4 partite e segnando 1 gol.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Nello stesso anno in cui Mohamed si ritira arriva anche il suo primo incarico da allenatore, nella squadra in cui aveva iniziato la carriera professionistica, l'Huracán. Durante la carriera da manager Mohamed ha guidato varie squadre messicane, prima di giungere alla guida del Colón nel 2008. Il 22 settembre del 2010 passa all'Independiente con cui conquista la Copa Sudamericana nello stesso anno, battendo in finale il Goias ai calci di rigore. Il 5 settembre 2011 rassegna le dimissioni e firma un contratto con i messicani del Tijuana, squadra neopromossa nella Primera División. In un solo anno riesce a portare gli Xolos alla conquista del torneo di apertura, battendo in finale il Toluca per un globale di 4-1. Il 9 dicembre 2012 conferma che dirigerà la squadra per un altro torneo.[2][3]

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ ESPNdeportes.com
  2. ^ Mohamed se queda en Xolos hasta junio msn.mediotiempo.com
  3. ^ Xolos’ coach signs for another tournament www.sandiegored.com

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

  • (EN) Antonio Mohamed in national-football-teams.com, National Football Teams.
  • (DEENIT) Antonio Mohamed in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • (DEENIT) Antonio Mohamed in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.







Creative Commons License