Antonio Zolezzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio L. Zolezzi (Genova, 1874Buenos Aires, 21 luglio 1953) è stato un dirigente sportivo e politico argentino, di origine italiana, presidente del Club Atlético River Plate nel 1912 e dal 1925 al 1927.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Zolezzi proveniva dall'Italia, ove lavorava come commerciante; si era imbarcato a Genova sul piroscafo "Duca di Galliera", a bordo del quale giunse in Argentina.[1] Intraprese la carriera politica, ricoprendo l'incarico di concejal (consigliere) nella capitale.[2] Nel 1912 divenne presidente del River per la prima volta, succedendo a José Bernasconi. Venne rimpiazzato nel 1913 da Benito Cassanello. Zolezzi ritornò a ricoprire l'incarico nel 1925, rimanendovi fino al 1927.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ (ES) Antonio Zolezzi, comunidad.dateas.com. URL consultato il 17-5-2011.
  2. ^ (ES) Me gusta hacer política desde River, Clarín, 15 aprile 2006. URL consultato il 17-5-2011.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • (ES) Hugo Martínez de León, El Superclásico. Boca-River: Historia y secretos de una pasión, LibrosEnRed, 2005, pp. 256. ISBN 1597540765.
  • (ES) Diego Estévez; Sergio Lodise, 105. Historia de un siglo rojo y blanco, Ediciones Continente, pp. 288. ISBN 9789507541988.
  • (ES) Dionisio Petriella; Sara Sosa Miatello, Diccionario Biográfico Italo-Argentino, Buenos Aires, Asociación Dante Alighieri, 1976, p. 1319.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License