Arnaldo Bambini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

«Signorile nel tratto, assai cortese sempre con i suoi interlocutori, mai ebbe atteggiamenti che ostentassero l’orgogliosa consapevolezza del genio che era in lui e, meno ancora, gesti in cerca di piedistallo. Non ne aveva bisogno.»

(Rino Bonera[1])

Arnaldo Bambini

Arnaldo Bambini (Correggio, 16 settembre 1880Verolanuova, 2 dicembre 1953) è stato un compositore e organista italiano, noto soprattutto per le sue doti d'improvvisatore.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Dopo aver compiuto i primi studi nella sua città natale, passò al Conservatorio di Venezia nella classe del maestro Oreste Ravanello dal 1903 al 1905, diplomandosi a pieni voti in pianoforte e organo. Frequentò poi un corso biennale di composizione tenuto dal maestro Ermanno Wolf-Ferrari. Nel 1906 fu per sei mesi all’organo del Salone Concerti dell’Expo di Milano, ammiratissimo per le sue geniali improvvisazioni su temi dati al momento. Nel 1907, in seguito ad un concorso, fu nominato organista a Verolanuova; qui nel 1914 fece riformare l’organo Lingiardi del 1873, portandolo da due tastiere con 27 registri a tre tastiere, con 40 registri e circa 3.000 canne. Fu invitato come organista titolare dalla chiesa di Chiesa di Sant'Alessandro in Zebedia a Milano (1907) e dalle Cattedrali di Ravenna (1909), Modena (due volte), Messina (1931) e Mantova. Nonostante le lusinghiere proposte scelse di non abbandonare mai la chiesa parrocchiale di Verolanuova. Nell'arco della sua carriera, il M° Arnaldo Bambini tenne almeno 80 concerti-collaudi di nuovi organi, tra cui quelli di Messina (5 tastiere), Genova (4 tastiere), Verona, Bergamo, Brescia, Cremona, Alba, Mondovì, Rovereto, Modena e Chiari. In qualità di compositore egli vanta inoltre un'ampia produzione non solo per organo e pianoforte, ma anche per voci sole e canto corale, per archi e grande orchestra, premiate in concorsi nazionali e internazionali (alcune figurano in edizioni di Dresda e di Londra). È sepolto nel cimitero di Verolanuova (Bs)

Riconoscimentimodifica | modifica sorgente

A testimonianza della rilevanza della sua attività artistica, nel 1932 venne decorato cavaliere di San Gregorio Magno Order of St. Gregory the Great.png dal pontefice Pio XI e nel 1940 divenne socio dell'Ateneo di Brescia. Infine, il primo maggio 1953, il Municipio di Verolanuova gli assegnò una pergamena ed una medaglia d’oro, "...Per il valore insigne dell’artista ammirato ed invidiato per le sue composizioni da critici ed artisti nazionali e stranieri, noto ai suoi concittadini per la sua innata modestia, per la sua cordialità e per le incantevoli improvvisazioni all’organo della nostra Cattedrale..."[2].

Operemodifica | modifica sorgente

COMPOSIZIONI PER ORGANO

  • Composizioni per organo op. 1-2-3-4 (1903-1906)
  • Composizioni per [pianoforte e] organo. Op. 6[a] Alemanna; op. 6[b] Preludio; op. 6[d] Toccata in Mi magg.; op. n° [6c/]19 Fantasia e fuga in La minore (1908-1947)
  • «Soli Deo gloria». 15 pezzi per organo op. 11 (1911)
  • Composizioni per organo op. 14 (1913-1924)
  • Composizioni per organo dall'op. 17; seguono op. 19-20-21, dall'anno 1928 al 1951 (1928-1931; 1948-1951)
  • Fughe a 4 voci; Composizioni per organo op. 21 (s.d.)
  • Sette composizioni per grande organo (1945 ?)
  • Composizioni varie per canto e piano od organo (1918-1942)

COMPOSIZIONI PER PIANOFORTE

  • Suite [in alto stile] in Re per pianoforte op. 5 (1907 ?)
  • Composizioni per [pianoforte e] organo. Op. 6[a] Alemanna; op. 6[b] Preludio; op. 6[d] Toccata in Mi magg.; op. n° [6c/]19 Fantasia e fuga in La minore (1908-1947)
  • Composizioni per pianoforte. Op. 7: 1° Pagina d'album; 2° Improvviso; 3° Capriccio; op. 8 Intermezzi: 1° Andante con espressione; 2° Romanza (1907-1913)
  • Sonata in Si minore per pianoforte op. 12 (1912)
  • Pezzi lirici per pianoforte op. 15 (1915-1926)
  • Preludi per pianoforte op. 18, pubblicati nel 1952; Toccate per pianoforte op. 19-20, 1915-1949 (1915-1946; 1949-1950)
  • Composizioni varie per canto e piano od organo (1918-1942)

COMPOSIZIONI PER CANTO E PIANOFORTE

  • Madrigali a 4 voci op. 9[bis]: 1. La bellezza; 2. Nuvoletta vespertina; 3. Quando il giorno...; 4. A che cerchi pastor... (1913)
  • Liriche per canto e piano op. 18b (1918-1950)

COMPOSIZIONI PER CORO

  • Composizioni. 5 offertori a quattro voci dispari op. 9: 1° Dominica Ressurrectionis; 2° Dominica in Albis; 3° In Ascensione Domini; 4° In festo Pentecoste; 5° In festo Corporis Christi (1909)
  • Messa da Requie a 4-6-8-voci dispari op. 10 (1909)
  • Op. 13: n° 1. «Maggio», coro a 3 voci; n° 2. Romanza per violino e piano (1912)
    Arnaldo Bambini mentre suona l'organo del Duomo di Verolanuova

COMPOSIZIONI PER ARCHI E PIANOFORTE

  • Op. 13: n° 1. «Maggio», coro a 3 voci; n° 2. Romanza per violino e piano (1912)
  • Alla sera (dal Foscolo). Intermezzo per archi e pianoforte op. 15 - 1° (1920)
  • Composizioni per archi e pianoforte op. 16 (1915-1924)

COMPOSIZIONI PER GRANDE ORCHESTRA

  • Alla sera (dal Foscolo). Impressione per orchestra di archi, arpe, tube, corni e clarinetti op. 15 - 2° (1917)
  • ... Leggendo il «Quo vadis?» per grande orchestra op. 16 (1916)

MINUTE, MATERIALI SCOLASTICI E DOCUMENTAZIONE PERSONALE

  • Contrappunto triplo e quadruplo, fasc. 1-2-3; Fughe a due voci, tre voci e quattro voci (ante 1913)
  • Canto gregoriano armonizzato e piccoli preludi (1902-1904)
  • Fughe reali e tonali a tre voci (1902)
  • Fughe reali e tonali e tema doppio a quattro voci (1902)
  • Minute delle mie composizioni (1904-1951)
  • Attività artistica - Elenco delle composizioni - Appunti di orchestrazione - Appunti vari - Breve pontificio 1932 - Ateneo di Brescia: nomina a socio (1949)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Discorso commemorativo di Rino Bonera in occasione del 40º anniversario della morte del M° Bambini
  2. ^ Deliberazione del Consiglio Comunale di Verolanuova del 23 marzo 1953

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License