Arnaldo Battistoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arnaldo Battistoni e Paolo Volponi, 1989

Arnaldo Battistoni (Fano, 11 novembre 1921Pesaro, 25 luglio 1990) è stato un incisore e pittore italiano.

Arnaldo Battistoni ha frequentato l'istituto delle belle arti di Urbino dove si è abilitato all'insegnamento della calcografia. Ha insegnato in alcune scuole medie della Provincia di Pesaro fino al 1945 per poi passare all'insegnamento di disegno dal vero e incisore presso la Scuola del libro di Urbino dove lui stesso era stato allievo. Dal 1948 ha partecipato alle più importanti rassegne e mostre d'arte in Italia e all'estero riscuotendo ovunque unanimi e autorevoli consensi di critica. Titolare della cattedra di Tecniche dell'incisione presso l'Accademia di belle arti di Venezia. Dal 1973 al 1983 ha diretto l'Accademia di belle arti di Urbino.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Nasce a Fano l'11 novembre 1921 da una famiglia di umili condizioni. Vivace, curioso, avido d'imparare ha facilità nello studio e nell'apprendimento, ma, finita la scuola media inferiore, è costretto ad abbandonare gli studi a motivo delle difficoltà economiche familiari. Garzone di bottega d'un barbiere, la lussazione congenita dell'anca da cui è affetto non gli consente di stare a lungo in piedi; cambia lavoro e diventa commesso in un negozio di stoffe. Nel poco tempo libero, continua a leggere e a coltivare la sua vera passione di disegnare e dipingere. Da ragazzo conosce e frequenta Emilio Antonioni insieme al quale spesso va a dipingere vedute della periferia fanese.

Operemodifica | modifica sorgente

  • Arnaldo Battistoni, VII Biennale dell'incisione italiana contemporanea, ed.Comune di Venezia, A cura di G. Trentin, 1968.
  • Arnaldo Battistoni, Tecniche dell'incisione, Urbino, QuattroVenti, 1983.







Creative Commons License