Attilio Maseri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Attilio Maseri (Udine, 1935) è un cardiologo italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Si è laureato in Medicina e Chirurgia all'Università di Padova nel 1960 con pieni voti, si è poi specializzato in Cardiologia presso l'Università di Pisa nel 1963 e Medicina nucleare nel 1968 sempre nello stesso ateneo.

Nel 1967 ha assunto l'incarico di professore associato di patologia speciale medica e di Responsabile del Centro Ricerche Coronariche del CNR di Pisa. Nel 1979 viene chiamato ad insegnare a Londra Medicina cardiovascolare presso la Royal Postgraduate Medical School e la direzione dell'Hammersmith Hospital. Nel 1991 è divenuto professore ordinario presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore e Direttore dell'Istituto di Cardiologia del Policlinico "Gemelli" di Roma.

Dal 2001 è professore ordinario presso l'Università Vita-Salute San Raffaele e Direttore del Dipertimento Cardio-Toracico dell'ospedale San Raffaele di Milano.

Nella sua carriera, è stato cardiologo tra gli altri della Regina Elisabetta II d'Inghilterra e del papa Giovanni Paolo II.

Ha pubblicato più di 750 articoli e testi di medicina su riviste specializzate a livello mondiale, ed ha ricevuto numerosi premi e onorificenze, tra cui: il King Faizal International Prize in Medicine (1992), Premio Invernizzi per la Medicina (1998), Grand Prize Scientifique de l'Istitute de France (2004), Medaglia d'oro ai benemeriti della Scienza e della Cultura, la Medaglia del Presidente della Repubblica al Premio Nazionale Letterario Pisa, e nel 2005 è stato insignito del titolo di Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana.

È il fondatore della fondazione benefica "Per il tuo cuore".

Dal 2008 è Presidente della "Fondazione per il Tuo cuore - HCF onlus" in cui è confluita la fondazione "Per il tuo cuore".

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri»
— Roma, 27 dicembre 1989[1]
Medaglia d'oro ai benemeriti della scuola della cultura e dell'arte - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro ai benemeriti della scuola della cultura e dell'arte
— Roma, 4 dicembre 2004[2]
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri»
— Roma, 2 giugno 2005[3]
Medaglia d'Oro al merito della sanità pubblica - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'Oro al merito della sanità pubblica
— Roma, 1º febbraio 2010[4]

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato. URL consultato il 6 aprile 2011.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato. URL consultato il 6 aprile 2011.
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato. URL consultato il 6 aprile 2011.
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato. URL consultato il 6 aprile 2011.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • M. Menichella, Professione Medico, Hoepli, pag. 244.

Controllo di autorità VIAF: 72377363 LCCN: n78023039








Creative Commons License