Ardita Ausonia Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ausonia Pro Gorla)
Ardita Ausonia Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1905-1911
Colori sociali 600px Bianco e Celeste (Strisce).png Bianco-celeste
Dati societari
Città Milano (1905-1912, 1921-1925); Gorla Primo (1912-1920); Gorlaprecotto (1920-1921)
Paese Flag of Italy (1861-1946).svg Italia
Confederazione --
Federazione Flag of Italy (1861-1946).svg FIGC
Campionato Nessuno
Fondazione 1905
Scioglimento 1925
Stadio Campo Pro Gorla in Viale Monza
a Gorla Primo Provincia di Milano.
( posti)
Palmarès
Titoli nazionali Nessuno
Si invita a seguire il modello di voce

L'Ardita Ausonia Football Club era una squadra di calcio di Milano. Nel corso della sua storia ebbe la propria sede anche nel comune di Gorla Primo (poi divenuto Gorlaprecotto nel 1921), il quale venne inglobato dal capoluogo lombardo nel 1923.

Storiamodifica | modifica sorgente

L'Ausonia Football Club fu fondata a Milano, il 4 giugno 1905, dalla casa automobilistica Ausonia, allo scopo di sponsorizzare le proprie autovetture elettriche. All'epoca giocava sul campo di Via Tessera alla periferia nord di Milano vicino al vecchio Trotter. Il vecchio Trotter in quel periodo si trovava nell'attuale zona dove sorge la Stazione Centrale di Milano (all'epoca limite nord di Milano), impianto sportivo che fu spostato nel Comune di Turro Milanese in previsione dell'erigendo nuovo terminal ferroviario.

Si iscrisse alla Federazione Italiana Football nel 1905. I colori sociali erano il rosso-nero.

Una formazione dell'Ausonia del 1910[1] 600px Nero e Rosso.png

Nel 1909, pur non vincendo alcun campionato, grazie alle ottime prove riportate in varie gare ufficiali ed avendo ottenuto in prestito Trerè e Rizzi dal Milan e Bontadini dall'Inter, la F.I.G.C. accettò la sua richiesta di partecipare al campionato di Prima Categoria 1909-1910, la massima divisione dell'epoca.

La permanenza ai massimi livelli durò però solo una stagione poiché al termine del campionato, i 3 giocatori ottenuti in prestito tornarono alle legittime squadre di appartenenza e la società, visto il pessimo comportamento della propria compagine al cospetto delle altre squadre milanesi meglio attrezzate, preferì non iscriversi al campionato successivo.

Rinunciò al proprio campo (il Trotter) per il quale pagava un affitto e continuò a giocare solo delle gare amichevoli ospitato da altre squadre. Si risollevò nel 1912 quando dopo due infruttuosi tentativi della Pro Gorla di costituire una squadra di foot-ball all'altezza della sua fama di polisportiva, ne divenne la Sezione Calcio indossando i colori della Pro Gorla (maglia bianco-celeste a strisce verticali) disputando le proprie gare interne sul campo di viale Monza.

Ammessa al neo costituito campionato di Promozione Lombardo, terminò la stagione con un ottimo sesto posto alle spalle del Como F.C..

La stagione successiva la squadra fu più competitiva, ma le cose non andarono come ci si aspettava: la neo iscritta Cremonese la sopravanzò di 5 punti terminando al comando con 22 punti e solo 3 sconfitte al passivo.

Nella stagione dopo l'Ausonia fu inserita nel girone C di Promozione Lombarda: chiuse il campionato al secondo posto dietro solo alla Pro Lissone conquistando così la promozione in Prima Categoria dopo un ottimo girone di finale, chiudendo seconda a 3 punti dal Pavia.

L'Ausonia Pro Gorla a Bergamo il 12 ottobre 1919

Nella stagione 1919-20 arrivò ultima nel girone B di Prima Categoria Lombarda ed avrebbe dovuto scendere di nuovo in Promozione, ma venne ripescata.

Nella stagione successiva arrivò di nuovo ultima nel proprio girone e venne definitivamente retrocessa in Promozione. Staccatasi dalla Pro Gorla, ritornò a Milano e si fuse con l'Ardita Football Club di Milano diventando Ardita-Ausonia Football Club. Rimasta fedele alla F.I.G.C. nell'anno della secessione 1921-22, l'Ardita-Ausonia disputò il campionato di Promozione Lombarda girone B classificandosi quarta.

Il pessimo piazzamento non le consentì di essere tra le quadre ammesse alla nuova Seconda Divisione e perciò disputò il campionato di Terza Divisione Lombarda 1922-23, terminando imbattuta dopo 10 giornate. Entrata nel girone finale per il titolo, terminò al 4* posto a 3 punti dall'A.V.C. Vogherese, mentre il campionato fu vinto dalla Canottieri Lecco.

La stagione successiva, il 1923-24, fu la fotocopia della precedente: vinse il girone E con una sola sconfitta al passivo e terminò seconda il girone di finale che laureò ancora una volta la Canottieri Lecco campione lombardo.

Persi alcuni dei migliori elementi e non più in ottime finanze, disputò un mediocre campionato di Terza Divisione piazzandosi sesta su 8 nel girone A. Ma fu anche il suo ultimo e peggiore campionato, perché a fine stagione 1925 si sciolse definitivamente.

Giocatori in Nazionalemodifica | modifica sorgente


Giuseppe Rizzi e Attilio Trerè, entrambi dell' Ausonia, giocarono la prima partita della Nazionale Italiana, il 15 maggio 1910 contro la Francia. Rizzi ha inoltre segnato il primo gol in trasferta nella storia della Nazionale[2].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Lettura Sportiva del novembre 1910 (Biblioteca Nazionale Braidense, Milano).
  2. ^ Pierre Bonello, Forza Azzurri statistics. URL consultato il 2 febbraio 2009.
calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio







Creative Commons License