Basilio Amati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Basilio Amati (Savignano di Romagna, 13 gennaio 1780Savignano di Romagna, 28 agosto 1830[1]) è stato uno scrittore italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Dopo i primi anni di studio si trasferì a Roma da suo fratello Girolamo dove diventò medico chirurgo. Momentaneamente si trasferì per qualche tempo in Francia, tornato si dedicò allo studio diventando notaio, e al lavoro come custode dell’archivio Savignanese. Prima della morte collaborò alla compilazione del Dizionario della lingua italiana, stampato a Bologna dal 1818 al 1826[2], e scrisse alcune opere note al suo tempo.

Operemodifica | modifica sorgente

  • L'isola del Congresso Triumvirale la Selva Litana e il fiume Rubicone ricerche di Basilio Amati, Pesaro, Tipografia Nobili, 1828.
  • Delle origini romagnuole. Opera postuma di Basilio Amati, savignanese, Forlì, Tipografia Casali, 1831.

Curatelemodifica | modifica sorgente

  • Franco Sacchetti, La battaglia delle vecchie con le giovani. Canti due di Franco Sacchetti. Pubblicati per la prima volta ed illustrati da Basilio Amati di Savignano, Bologna, Fratelli Masi e compagno, 1819.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Emilio de Tipaldo, Biografia degli Italiani illustri nelle scienze: lettere ed arti del secolo XVIII. e de'contemporanei compilata da letterati Italiani di ogni provincia, 1834.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Girolamo Amati in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  2. ^ «Amati, Girolamo» in Enciclopedie on line, sito "Treccani.it L'Enciclopedia Italiana.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License