Benoît Cauet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benoît Cauet
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Altezza 176 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Inter Inter (Allievi Nazionali)
Ritirato 2006 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1987-1990 O. Marsiglia O. Marsiglia 33 (1)
1990-1994 Caen Caen 155 (9)
1994-1996 Nantes Nantes 78 (4)
1996-1997 Paris SG Paris SG 48 (6)
1997-2001 Inter Inter 146 (8)
2001-2002 Torino Torino 17 (1)
2002-2003 Como Como 32 (0)
2003-2004 Bastia Bastia 32 (2)
2004-2005 CSKA Sofia CSKA Sofia 15 (0)
2005-2006 Sion Sion 15 (1)
Carriera da allenatore
2010-2012 Accademia Internazionale Accademia Internazionale Giovanissimi
2012-2013 Inter Inter Giov. Naz.
2013- Inter Inter All. Naz.
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Benoît Cauet (Châtellerault, 2 maggio 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore francese, di ruolo centrocampista. Attualmente allena la leva Allievi Nazionali Lega Pro dell'Inter, sua ex squadra.

La leggendaria resistenza che mostrava sui campi da gioco gli è valsa il soprannome di Tre Polmoni.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Abbandonato il calcio giocato, ha intrapreso la carriera di giornalista e telecronista con alcune telecronache per l'emittente satellitare Inter Channel e alcune partecipazioni televisive a La Domenica Sportiva.senza fonte

Ha lavorato anche come telecronista per il canale Sportitalia, dove forniva il commento tecnico di partite di calcio internazionale.senza fonte

Carrieramodifica | modifica sorgente

Giocatoremodifica | modifica sorgente

Dopo la stagione 1996-1997 con il PSG, passa all'Inter per 5 miliardi di lire[1] militando in Italia nelle file della squadra nerazzurra dal 1997 al 2001, collezionando 146 presenze e 8 reti, del Torino (2001-2002) e del Como (2002-2003) per poi tornare in Ligue 1, dove aveva iniziato la sua carriera.

Ha terminato la propria carriera di calciatore con una stagione in Bulgaria ed una in Svizzera.

Ha vinto due campionati francesi ed una Coppa di Francia con l'Olympique Marsiglia, un campionato francese con il Nantes, una Coppa UEFA con l'Inter (1998, anno in cui è giunto secondo in campionato) e un campionato bulgaro con il CSKA Sofia (2005).

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Ha allenato per due anni i Giovanissimi dell'Accademia Inter, con cui il 22 giugno 2011 conquista il titolo di Campione d'Italia di categoria.

Il 6 luglio 2012, dopo aver concluso il master per allenatori di prima categoria il 2 luglio con una valutazione di 104 su 110, riceve l'incarico di guidare i Giovanissimi Nazionali dell'Inter per la stagione 2012-2013 in sostituzione di Salvatore Cerrone passato alla guida degli Allievi Nazionali. Il 29 giugno 2013 si laurea campione d'Italia trionfando ai rigori contro la Roma per 7-6.[2]

Il 5 luglio seguente passa ad allenare gli Allievi Nazionali Lega Pro (classe 1998).[3]

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Olympique Marsiglia: 1988-1989, 1989-1990
Nantes: 1994-1995
CSKA Sofia: 2004-2005
Olympique Marsiglia: 1988-1989
Sion: 2005-2006

Competizioni internazionalimodifica | modifica sorgente

Inter: 1997-1998

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 14 (1997-1998), Panini, 6 agosto 2012, p. 10.
  2. ^ Settore Giovanile: gli allenatori 2012-2013, inter.it, 6 luglio 2012.
  3. ^ Settore giovanile, i tecnici: Bernazzani coordinatore fcinternews.it, 5 luglio 2013

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License