Bestazzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bestazzo
frazione
La chiesa di Santa Maria Assunta a Bestazzo
La chiesa di Santa Maria Assunta a Bestazzo
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Comune Cisliano-Stemma.png Cisliano
Territorio
Coordinate 45°27′00″N 8°59′00″E / 45.45°N 8.983333°E45.45; 8.983333 (Bestazzo)Coordinate: 45°27′00″N 8°59′00″E / 45.45°N 8.983333°E45.45; 8.983333 (Bestazzo)
Altitudine 128 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale 20080
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Cod. catastale A829
Nome abitanti cislianesi o bestazzesi
Patrono santa Maria Assunta
Giorno festivo 15 agosto
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Bestazzo

Bestazzo (Bestasc in dialetto milanese) è una frazione del comune di Cisliano in provincia di Milano, distante 2,01 km dal centro storico del comune di appartenenza.

Storiamodifica | modifica sorgente

I primi documenti storici che ci attestano l'esistenze del locho de Bestazo risalgono al 1396 quando il piccolo borgo viene compreso all'interno dei comuni dipendenti spiritualmente dalla Pieve di Corbetta.[1]

Il borgo conobbe un'epoca di grande splendore a partire dal Seicento quando i nobili Terzaghi ne divennero feudatari ed impiantarono qui la loro residenza. Questo consentì non solo l'espansione dell'abitato, ma anche l'apporto di alcune migliorie come la costruzione di una nuova chiesa, in sostituzione della precedente ormai decrepita.

Costituitasi in comune già dal Cinquecento, il comune rimase ad ogni modo di stampo prettamente agricolo durante i secoli, giungendo sino al 1870 quando, coi suoi 412 abitanti, venne soppresso ed aggregato a Cisliano[2].

Edifici notevolimodifica | modifica sorgente

Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assuntamodifica | modifica sorgente

Le prime notizie giunteci relative alla storia della chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta di Bestazzo, risalgono al 1398 quando il borgo divenne sede di una cappellania dipendente dalla pieve corbettese, la quale divenne parrocchia a partire dal XVI secolo.[3]

Essa aveva alle proprie dipendenze anche le cappelle di San Cristoforo, di San Pietro (nell'omonima cascina), di Santa Teresa e della Beatissima Vergine Maria dell’Immacolata Concezione presso la Cascina Robaione.[3]

La cura d'anime era di poco più di quattrocento anime, saliti già a 780 all'epoca della prima visita pastorale dell'arcivescovo cardinale Andrea Carlo Ferrari.[3]

Strutturalmente, anche se essa risulta risalente nella maggior parte delle proprie sezioni al XVII secolo, la pianta è con tutta probabilità medioevale. Caratteristici sono il campanile, visibile anche dalla strada statale adiacente alla frazione, e la facciata che a differenza dell'intero complesso si presenta con uno stile con pietre a vista. Internamente, la struttura è suddivisa in tre navate, di cui la centrale è più grande.

Cappella della Madonna delle Ravettemodifica | modifica sorgente

La Cappella della Madonna delle Ravette è un piccolo edificio religioso eretto come cappella rurale a Bestazzo, non lontano dalla chiesa di Santa Maria Assunta.

Altri monumentimodifica | modifica sorgente

Palazzo Terzaghimodifica | modifica sorgente

La facciata principale di Palazzo Terzaghi

Palazzo Terzaghi, in località Bestazzo, è il palazzo cittadino più antico del piccolo borgo e rappresentava la residenza in loco della famiglia Terzaghi, feudataria della frazione. Il complesso si trova inserito in un tipico impianto di vie medioevali, il che fa supporre origini molto antiche della sua struttura, riconducibili ad un fortilizio medioevale e probabilmente anche ad un castrum romano.

Evoluzione demograficamodifica | modifica sorgente

"Abitanti censiti"

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ vedi qui
  2. ^ Regio Decreto 9 giugno 1870, n. 5722
  3. ^ a b c vedi qui

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License