Betifulo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Località Acquevive nel comune di Scanno presso la quale, secondo una leggenda, si sarebbe sviluppato il centro di Betifulo

Betifulo è un antico insediamento sito presso il Lago di Scanno nel comune di Scanno in provincia dell'Aquila.

Descrizionemodifica | modifica sorgente

Era abitato da montanari agricoltori, pastori e guerrieri. Il centro sorgeva a metà costa del colle di Sant'Egidio presso la località Acquevive. Tuttavia nel V o IV secolo a.C. il lago di Scanno ancora non esisteva e quindi l'abitato dominava dall'alto la conca sottostante.

In età cristiana il centro cambiò nome in Sant'Angelo verosimilmente per via di una chiesa dedicata allo stesso santo, mentre il castello omonimo dava il nome al colle (oggi il colle si chiama colle di Sant'Egidio perché ospita l'eremo omonimo).

Intorno al 217 a.C. quando Annibale, dopo vinta la battaglia del Trasimeno si apprestò a risalire la valle del Sagittario Betifulo e gli altri insediamenti furono salvi grazie ad un terremoto di elevata magnitudo che bloccò le orde dell'invasore.

Alfonso Colarossi-Mancini in "Storia di Scanno e della Valle del Sagittario" sostiene che Betifulo forse sarebbe da identificare in un luogo presso Sulmona per via di un'iscrizione trovata presso il colle Sant'Egidio, in località Acquevive, nella quale si citano, oltre Betifulo, due magistrati e nella zona di Scanno non vi erano magistrati perché non vi era un territorio urbano ben definito come a Sulmona.
Sempre Colarossi-Mancini afferma che una volta che si era affermato il cristianesimo a Betifulo, gli abitanti cominciarono a chiamare il luogo Colle Sant'Angelo

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Pasquale Quagliarone, Betifulo in In cammino verso Scanno Percorsi di storia e di scienza, pag 26, GSE Edizioni (2007) Roma, ISBN 978-88-903038-0-7
  • Alfonso Colarossi-Mancini, Storia di Scanno e della Valle del Sagittario, 2ª ristampa, Scanno, Associazione culturale La Foce [1921], 2006.







Creative Commons License