Bigode

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bigode
Dati biografici
Nome João Ferreira
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 168 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 1956
Carriera
Giovanili
 ?-?
?-1939
Industrial-RJ Industrial-RJ
Combate Combate
Squadre di club1
1940 7 de Setembro 7 de Setembro  ? (?)
1940-1943 Atletico Mineiro Atlético Mineiro 60 (6)
1943-1949 Fluminense Fluminense [1]
1950-1952 Flamengo Flamengo 66 (0)
1952-1956 Fluminense Fluminense 396 (1)[1]
Nazionale
1949-1950 Brasile Brasile 11 (0)
Palmarès
Coppa America calcio.svg  Coppa America
Oro Brasile 1949
W.Cup2.svg  Coppa Rimet
Argento Brasile 1950
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 marzo 2010

João Ferreira, detto Bigode (Belo Horizonte, 4 aprile 1922Belo Horizonte, 31 luglio 2003), è stato un calciatore brasiliano, di ruolo difensore. Morì all'età di ottantuno anni di sepsi e disturbi circolatori causati dalla polmonite cronica, contratta in età avanzata.[2]

Caratteristiche tecnichemodifica | modifica sorgente

Giocava come difensore,[3] più precisamente come terzino sinistro.[4]

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Bigode iniziò a giocare a livello professionistico con l'Atlético Mineiro, squadra della sua natia Belo Horizonte,[5] dopo aver giocato per Industrial e Combate a livello giovanile.[4] Vinse due volte consecutive il Campeonato Mineiro (1941 e 1942),[5] trasferendosi poi al Fluminense di Rio de Janeiro l'anno successivo, conquistando il Campeonato Carioca nel 1946. Lasciato il Fluminense nel 1949, passò ai rivali cittadini del Flamengo, debuttando il 14 gennaio 1950 contro il Vasco da Gama e concludendo la sua esperienza nel club il 29 dicembre 1951 contro l'Olaria,[6] per poi ritirarsi nel 1956 ancora con il Fluminense.[5]

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Con la Nazionale di calcio del Brasile ha giocato tra il 1949 e il 1950, facendo parte dei convocati per il vittorioso Campeonato Sudamericano de Football 1949[5] e per il campionato del mondo 1950. Quest'ultima competizione segnò la fine della carriera del giocatore in Nazionale, dato che insieme al portiere Barbosa e al commissario tecnico Flávio Costa fu ritenuto responsabile della sconfitta per mano dell'Uruguay in finale in quello che fu definito maracanaço. Durante quella partita fu infatti facilmente eluso da Alcides Ghiggia.[4][7] Nel corso di tale manifestazione giocò cinque partite,[8] mentre in totale con la selezione brasiliana conta undici presenze.[4]

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Competizioni nazionalimodifica | modifica sorgente

Fluminense: 1946
Atlético-MG: 1941, 1942

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Brasile 1949
1950
1950
1952

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Totale con il Fluminense.
  2. ^ (PT) Morre Bigode, 31 luglio 2003. URL consultato il 17-03-2010.
  3. ^ (EN) Sambafoot - Bigode. URL consultato il 16-03-2010.
  4. ^ a b c d (PT) Que Fim Levou? - Bigode, terceirotempo.ig.com.br. URL consultato il 16-03-2010.
  5. ^ a b c d Enciclopédia do Futebol Brasileiro Lance Volume 1, Rio de Janeiro, Aretê Editorial S/A, 2001, p. 36. ISBN 8-588-65101-7.
  6. ^ (PT) Bigode, flaestatistica.com. URL consultato il 17-03-2010.
  7. ^ (PT) A EQUIPE DA FINAL, interessepopular.com. URL consultato il 17-03-2010.
  8. ^ (PT) Bigode (Bigode). URL consultato il 15-03-2010.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License