Bob Dwyer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bob Dwyer
Dati biografici
Paese Australia Australia
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Seconda linea
Ritirato  
Hall of Fame IRB Hall of Fame (2011)
Carriera
Attività di club¹
600px Verde.png Randwick 347 (?)
Attività da allenatore
19XX-1982 600px Verde.png Randwick
1982-1983 Australia Australia
1984-1988 600px Verde.png Randwick
1988-1995 Australia Australia
1995-1996 Racing Métro Racing Métro
1996-1998 Leicester Leicester
1998-2000 Bristol Bristol
2001 Waratahs Waratahs
2011- 600px Azzurro e Blu con striscia celeste.svg Sydney

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 26 gennaio 2011

Bob Dwyer (29 novembre 1940) è un allenatore di rugby ed ex rugbista a 15 australiano, commissario tecnico degli Wallabies campioni del mondo nel 1991.

Cenni biograficimodifica | modifica sorgente

Da giocatore seconda linea del Randwick, con cui disputò 347 incontri[1], al termine della carriera agonistica passò ad allenare lo stesso club.

Con esso vinse sei titoli provinciali e due campionati australiani per club e, nel 1982, gli fu affidato per la prima volta l'incarico di C.T. della Nazionale australiana, per poi tornare al Randwick.

Ricevette un secondo incarico nel 1988, rilevando gli Wallabies da Alan Jones e guidandoli alla II Coppa del Mondo in Inghilterra nel 1991: guidò la Nazionale fino alla Coppa del Mondo di rugby 1995 poi, divenuto allenatore professionista, si trasferì in Europa al Racing Métro 92 di Parigi; nel 1996 prese l'incarico di tecnico del Leicester in Inghilterra, con cui nel 1997 vinse la coppa Anglo-Gallese e raggiunse la finale di Heineken Cup; l'impegno finì nel 1998[2].

In quello stesso anno un suo amico, che aveva appena acquistato il Bristol, lo convinse ad assumerne la guida tecnica[3]; in quell'anno il club era in seconda divisione e Dwyer lo condusse in Premiership, serie in cui lo guidò anche nella stagione successiva, prima di tornare in Australia ad allenare gli Waratahs, franchise professionistica di Sydney in Super Rugby[4].

Nel Super 12 2002 Dwyer riuscì a portare per la prima volta gli Waratahs alla finale del torneo; guidò la squadra per un'altra stagione prima di essere avvicendato da Ewen McKenzie e assumere incarichi direttivi in seno alla federazione rugbistica del Nuovo Galles del Sud.

A seguire si è occupato di istituire corsi di formazione per allenatori e operatori del rugby in tutto il mondo (Italia compresa, dove tiene stage periodici[5], e si è fatto promotore di una variante della disciplina, il Rugby 80, in cui il peso medio della squadra non sia superiore a 80 kg e il peso massimo ammesso per un giocatore sia di 88 kg[6], al fine di salvaguardare la tecnica del gioco e non sacrificarla alla fisicità estrema[6].

A partire dalla stagione 2011, inoltre, a Dwyer è stata affidata la conduzione tecnica del Sydney Rugby Club, rinata formazione rugbistica della capitale del Nuovo Galles del Sud[1].

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b (EN) Bob Dwyer named Sydney coach. URL consultato il 26-1-2011.
  2. ^ (EN) David Llewellyn, Book of the Week: Fascinating load of Leicester laundry in The Independent, 26 ottobre 1998. URL consultato il 26-1-2011.
  3. ^ (EN) Tim Glover, Bob Dwyer: A new dawn in the West in The Independent, 23 agosto 1998. URL consultato il 26-1-2011.
  4. ^ (EN) Chris Hewett, Waratahs decide on Dwyer in attempt to stop slide in The Independent, 8 luglio 2000. URL consultato il 26-1-2011.
  5. ^ L’Avezzano Rugby ospita Bob Dwyer in Terre Marsicane, 7 luglio 2010. URL consultato il 26-1-2011.
  6. ^ a b (EN) Trevine Rodrigo, Rugby 80 bash postponed in The Sri Lanka Sunday Times, 1º luglio 2007. URL consultato il 26-1-2011.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente


Controllo di autorità VIAF: 94213007








Creative Commons License