Brent Barry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brent Barry
Brent Barry.jpg
Brent Barry con la maglia dei San Antonio Spurs
Dati biografici
Nome Brent Robert Barry
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 95 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Guardia, ala piccola
Ritirato 2009
Carriera
Giovanili

1991-1995
De La Salle Catholic High School
Oregon St. Beavers Oregon St. Beavers
Squadre di club
1995-1998 L. Angeles Clippers L. Angeles Clippers 179
1998 Miami Heat Miami Heat 17
1999 Chicago Bulls Chicago Bulls 37
1999-2004 Seattle S.Sonics Seattle S.Sonics 362
2004-2008 San Antonio Spurs San Antonio Spurs 261
2008-2009 Houston Rockets Houston Rockets 56
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Brent Robert Barry (Hempstead, 31 dicembre 1971) è un ex cestista statunitense professionista nella NBA.

Alto 201 cm per 95 kg di peso, ricopriva il ruolo di guardia tiratrice. Il suo numero di maglia era il 17.

È il figlio di Rick Barry, uno dei membri del Naismith Memorial Basketball Hall of Fame. Anche i suoi tre fratelli sono stati giocatori professionisti di pallacanestro: Scooter, Drew e Jon.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Brent Barry a livello universitario ha giocato per la Oregon State University.

Al draft del 1995 fu scelto col numero 15 dai Denver Nuggets. Appena scelto fu scambiato dai Nuggets insieme a Rodney Rogers per arrivare a Antonio McDyess.

Si trovò quindi coi Clippers, giocando tre stagioni a Los Angeles. Nell'All-Star Game del 1996 divenne il primo giocatore non di colore e vincere la gara delle schiacciate, con un'ultima esecuzione che imitandosi alle schiacciate di Julius Erving e Michael Jordan, lo ha visto saltare dalla linea del tiro libero. Passò ai Miami Heat nel 1998, e dopo un anno andò ai Bulls.

A Chicago non si trovò bene anche per lo scarso livello della squadra, e quindi lo stesso anno passò ai Seattle Supersonics nei quali giocò fino alla fine del 2004 quando passò ai San Antonio Spurs.

Con i San Antonio Spurs dopo un inizio non dei migliori, cominciò a dare il suo contributo da sesto uomo, soprattutto come tiratore da tre punti, e fu decisivo in diverse occasioni. Il 21 febbraio 2008 assieme al compagno di squadra Francisco Elson passò ai Seattle SuperSonics, dai quali vennero però quasi subito tagliato, per poter firmare di nuovo in marzo con San Antonio.

In estate seguì le orme del padre e di Jon, trasferendosi a Houston.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

San Antonio Spurs: 2005, 2007

Individualemodifica | modifica sorgente

1996
  • Miglior tiratore da tre punti NBA: 1
2001

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License