Bruno Mazza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bruno Mazza
Mazza.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1941-1942 Crema Crema 20+ (27)
1942-1943 Milano Milano 0 (0)
1943 Cremonese Cremonese 8 (2)
1944 Milano Milano 3 (1)
1945-1948 Crema Crema 89 (51)
1948-1949 Genoa Genoa 21 (4)
1948-1951 Lucchese Lucchese 66 (20)
1951-1952 Legnano Legnano 32 (2)
1952-1955 Inter Inter 83 (7)
1955-1956 Fiorentina Fiorentina 4 (0)
1956-1957 Bari Bari 24 (0)
1961-1962 Crema Crema 51 (7)
Nazionale
1953 Italia Italia 1 (0)
Carriera da allenatore
1961 Crema Crema
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Bruno Mazza (Crema, 3 giugno 1924Milano, 25 luglio 2012) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carrieramodifica | modifica sorgente

Clubmodifica | modifica sorgente

Prodotto del vivaio cremasco, gioca nel Crema fino al 1948, tolta una breve parentesi al Milan (senza scendere in campo in incontri in massima serie) ed alla Cremonese.

Dopo aver giocato per due stagioni in Serie B (notevole in particoalre l'annata 1946-1947 con ben 24 reti all'attivo) viene acquistato dal Genoa in cambio di Alfredo Bargagliotti e Vittorio Ghiandi.

Coi rossoblu esordisce in Serie A il 19 settembre 1948 in occasione della goleada sul Padova (è proprio lui l'autore della rete del definitivo 7-1[1]) ma in Liguria resta una sola stagione, quindi viene ceduto alla Lucchese. Gioca nella squadra toscana per due stagioni, contribuendo con 20 reti complessive all'attivo (fra esse si ricorda in particolare una realizzazione in occasione dello storico successo dei toscani in casa della Juventus del capodanno 1950[2]) ad altrettante salvezze della squadra rossonera.

Dopo una stagione al Legnano, conclusasi con la retrocessione in Serie B della matricola lombarda, approda all'Inter. Con la squadra milanese vince due scudetti consecutivi. Rimane in nerazzurro per tre stagioni, collezionando 83 presenze e 7 reti.

In seguito gioca nella Fiorentina, dove non riesce ad imporsi come titolare ma, scendendo in campo in 4 occasioni, conquista il terzo scudetto della carriera, il primo per la compagine viola.[3]

Chiude la carriera da professionista nel Bari disputando il campionato di Serie B 1956-1957.

Ha collezionato complessivamente 206 presenze e 33 reti in Serie A e 90 presenze e 41 reti in Serie B

Nel gennaio 1961 diviene allenatore/giocatore del Crema insieme a Giuseppe Della Frera, venendo poi esonerati entrambi il 10 dicembre dello stesso anno.

Nazionalemodifica | modifica sorgente

Esordisce in Nazionale nell'aprile del 1953 a Praga, partita in cui la squadra azzurra viene sconfitta per 2-0 dalla Cecoslovacchia. Resterà quella l'unica occasione in cui indosserà la maglia della Nazionale maggiore.

Allenatoremodifica | modifica sorgente

Nel 1961 va ad allenare il Crema, squadra in cui già aveva giocato da calciatore.

Palmarèsmodifica | modifica sorgente

Inter: 1952-1953, 1953-1954
Fiorentina: 1955-1956

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Serie A 1948-1949 Rsssf.com
  2. ^ Serie A 1949-1950 Rsssf.com
  3. ^ Bruno Mazza, uno scudetto a Firenze, Museofiorentina.it.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License