Camillo Piazza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Camillo Piazza
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Monza
Data nascita 21 agosto 1963
Partito Federazione dei Verdi
Legislatura XV
Gruppo Misto (Verdi)
Circoscrizione IV (Lombardia 2)
Incarichi parlamentari
  • Segretario della VIII Commissione (Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici)
  • Vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse
Pagina istituzionale

Camillo Piazza (Monza, 21 agosto 1963) è un politico italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Esponente del movimento ambientalista italiano fin dagli inizi degli anni ottanta, è stato tra i promotori di molti referendum ambientali, tra cui quelli contro il nucleare, sul divieto di caccia e sui controlli ambientali, è stato deputato della XV legislatura.

È stato tra i fondatori dei Verdi in Italia nel 1983, insieme a Alex Langer, Marco Boato, Marco Lion, Anna Donati, Giampaolo Silvestri e altri. Nel 1985, presenta una delle prime "liste verdi" nel comune di residenza, Cologno Monzese, dove viene eletto e ricopre per diversi anni la carica di Assessore all'Ambiente - Politiche Giovanili e Decentramento.

Nel 1990 viene eletto nel Consiglio Regionale della Lombardia, ricoprendo la carica di Segretario dell'Ufficio di Presidenza e capogruppo dei Verdi.

Nel 2006 viene eletto alla Camera dei Deputati per la XV legislatura dove ricopre la carica di Segretario della commissione Ambiente - lavori Pubblici e Vice presidente della commissione bicamerale d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti. Presentatore di diverse progetti di legge e relatore di parecchi provvedimenti legislativi nel campo dei rifiuti, bonifiche e sviluppo sostenibile.

Componente di diversi Consigli di Amministrazione di società pubbliche, tra cui, dal 1994 al 2007 del CAP holding Milano, azienda pubblica per l'approvvigionamento, distribuzione e depurazione dell'acqua nella Provincia di Milano; dal 2006 al 2010 è stato componente della società pubblica Quattro Erre – Amniu di Genova, prima azienda italiana dedicata esclusivamente alle raccolte differenziate; dal 2001 al 2005 è stato componente del direttivo del Parco Agricolo Sud Milano.

Nel 2009, insieme a numerosi ex esponenti e dirigenti dei Verdi, fonda Alleanza Ecologica per l'Italia e ricopre la carica di segretario nazionale. Nel 2010 aderisce ufficialmente al movimento di Alleanza per l'Italia, organizzazione fondato da Francesco Rutelli e Bruno Tabacci, divenendone membro del Consiglio Nazionale.

Dopo la scelta dell'on. Bruno Tabacci di aderire alle primarie del centrosinistra, Camillo Piazza e tutto il gruppo di Alleanza Ecologica abbandonano il partito di Alleanza per l'Italia.

Attivo anche nell'associazionismo, è presidente di CLASS Onlus.








Creative Commons License