Campionato mondiale di Formula 1 1970

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato mondiale di Formula 1 1970
Edizione n. 21 del Campionato mondiale di Formula 1
Dati generali
Inizio 7 marzo
Termine 25 ottobre
Prove 13
Titoli in palio
Piloti Jochen Rindt
su Lotus 72
Costruttori Lotus
Unico titolo piloti della storia assegnato postumo
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1970 del Campionato mondiale FIA di Formula 1 è stata, nella storia della categoria, la 21ª ad assegnare il Campionato Piloti e la 13ª ad assegnare il Campionato Costruttori. È iniziata il 7 marzo e terminata il 25 ottobre, dopo 13 gare, due in più rispetto alla stagione precedente. Il titolo dei piloti fu assegnato a Jochen Rindt, nonostante questi avesse perso la vita durante le qualifiche del Gran Premio d'Italia; il titolo costruttori andò per la quarta volta alla Lotus.

Piloti e costruttorimodifica | modifica sorgente

I seguenti team e piloti parteciparono al campionato mondiale di Formula 1 nella stagione 1970.

Team Costruttore Telaio Motore Gomme Piloti GP
Regno Unito Tyrrell Racing Organisation March
Tyrrell
701
001
Ford Cosworth DFV 3.0 V8 D Regno Unito Jackie Stewart Tutti
Francia Johnny Servoz-Gavin 1-3
Francia François Cevert 5-13
Francia Equipe Matra Elf Matra MS120 Matra MS12 3.0 V12 G Francia Jean-Pierre Beltoise Tutti
Francia Henri Pescarolo Tutti
Regno Unito Bruce McLaren Motor Racing McLaren M14A
M7D
M14D
Ford Cosworth DFV 3.0 V8
Alfa Romeo T33 3.0 V8
G Nuova Zelanda Bruce McLaren 1-4
Nuova Zelanda Denny Hulme 1-3, 6-13
Italia Andrea de Adamich 2-12
Regno Unito Peter Gethin 4-5, 7-13
Stati Uniti Dan Gurney 5-7
Italia Nanni Galli 10
Regno Unito Team Surtees McLaren
Surtees
M7C
M7A
TS7
Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Regno Unito John Surtees Tutti
Regno Unito Trevor Taylor 7
Regno Unito Derek Bell 12
Stati Uniti STP Corporation March 701 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Stati Uniti Mario Andretti 1-5, 7-9
Regno Unito Gold Leaf Team Lotus
Regno Unito Garvey Team Lotus
Regno Unito World Wide Racing
Lotus 49C
72A
72B
Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Austria Jochen Rindt 1-10
Regno Unito John Miles 1-10
Spagna Alex Soler-Roig 2-6
Brasile Emerson Fittipaldi 7-10, 12-13
Svezia Reine Wisell 12-13
Regno Unito Rob Walker Racing Team
Regno Unito Brooke Bond Oxo Racing - Rob Walker
Lotus 49C
72C
Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Regno Unito Graham Hill Tutti
Regno Unito Motor Racing Developments Ltd
Regno Unito Auto Motor und Sport
Brabham BT33 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 G Australia Jack Brabham Tutti
Germania Rolf Stommelen Tutti
Australia Tim Schenken 7
Regno Unito March Engineering March 701 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Nuova Zelanda Chris Amon Tutti
Svizzera Jo Siffert Tutti
Italia Scuderia Ferrari SpA SEFAC Ferrari 312B Ferrari 001 3.0 F12 F Belgio Jacky Ickx Tutti
Italia Ignazio Giunti 3-4, 6, 9-10, 12
Svizzera Clay Regazzoni 5, 7-13
Regno Unito Owen Racing Organisation
Regno Unito Yardley Team BRM
BRM P153
P139
BRM P142 3.0 V12 D Regno Unito Jackie Oliver Tutti
Messico Pedro Rodríguez Tutti
Canada George Eaton 1-12
Regno Unito Peter Westbury 12
Regno Unito Frank Williams Racing Cars De Tomaso 505 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 D Regno Unito Piers Courage 1-5
Regno Unito Brian Redman 7-8
Australia Tim Schenken 9-12
Rhodesia Team Gunston Lotus
Brabham
49
BT26A
Ford Cosworth DFV 3.0 V8 D


G

Rhodesia John Love 1
Sudafrica Peter de Klerk 1
Sudafrica Scuderia Scribante Lotus 49C Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Sudafrica Dave Charlton 1
Germania UTA Racing Organisation BRM P139 BRM P142 3.0 V12 D Germania Werner Bickel 2
Stati Uniti Pete Lovely Volkswagen Inc. Lotus 49B Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Stati Uniti Pete Lovely 2, 4-7, 12
Regno Unito Tom Wheatcroft Racing Brabham BT26A Ford Cosworth DFV 3.0 V8 G Regno Unito Derek Bell 3-5
Regno Unito Antique Automobiles Racing Team March 701 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 G Svezia Ronnie Peterson 3-4
Svizzera Silvio Moser Racing Team Bellasi F1 70 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 G Svizzera Silvio Moser 3-10
Regno Unito Colin Crabbe Racing March 701 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 G Svezia Ronnie Peterson 5-8, 10-12
Svezia Ecurie Bonnier McLaren M7C Ford Cosworth DFV 3.0 V8 G Svezia Joakim Bonnier 7, 10, 12
Germania Hubert Hahne March 701 Ford Cosworth DFV 3.0 V8 F Germania Hubert Hahne 8
Stati Uniti Gus Hutchison Brabham BT26A Ford Cosworth DFV 3.0 V8 G Stati Uniti Gus Hutchison 12

Gare Mondialimodifica | modifica sorgente

* Data Gran Premio Circuito Vincitore Auto Vincitrice Pole Position GPV Resoconto
1 7 marzo Sudafrica Gran Premio del Sud Africa Kyalami Australia Jack Brabham Regno Unito Brabham-Ford Regno Unito Jackie Stewart Australia Jack Brabham Resoconto
2 19 aprile Spagna Gran Premio di Spagna Jarama Regno Unito Jackie Stewart Regno Unito March-Ford Australia Jack Brabham Australia Jack Brabham Resoconto
3 10 maggio Monaco Gran Premio di Monaco Montecarlo Austria Jochen Rindt Regno Unito Lotus-Ford Regno Unito Jackie Stewart Austria Jochen Rindt Resoconto
4 7 giugno Belgio Gran Premio del Belgio Spa Messico Pedro Rodríguez Regno Unito BRM Regno Unito Jackie Stewart Nuova Zelanda Chris Amon Resoconto
5 21 giugno Paesi Bassi Gran Premio d'Olanda Zandvoort Austria Jochen Rindt Regno Unito Lotus-Ford Austria Jochen Rindt Belgio Jacky Ickx Resoconto
6 5 luglio Francia Gran Premio di Francia Clermont-F. Austria Jochen Rindt Regno Unito Lotus-Ford Belgio Jacky Ickx Australia Jack Brabham Resoconto
7 18 luglio Regno Unito Gran Premio di Gran Bretagna Brands Hatch Austria Jochen Rindt Regno Unito Lotus-Ford Austria Jochen Rindt Australia Jack Brabham Resoconto
8 2 agosto Germania Gran Premio di Germania Hockenheim Austria Jochen Rindt Regno Unito Lotus-Ford Belgio Jacky Ickx Belgio Jacky Ickx Resoconto
9 16 agosto Austria Gran Premio d'Austria Österreichring Belgio Jacky Ickx Italia Ferrari Austria Jochen Rindt Svizzera Clay Regazzoni Resoconto
10 6 settembre Italia Gran Premio d'Italia Monza Svizzera Clay Regazzoni Italia Ferrari Belgio Jacky Ickx Svizzera Clay Regazzoni Resoconto
11 20 settembre Canada Gran Premio del Canada Mont-Tremblant Belgio Jacky Ickx Italia Ferrari Regno Unito Jackie Stewart Svizzera Clay Regazzoni Resoconto
12 4 ottobre Stati Uniti Gran Premio degli Stati Uniti Watkins Glen Brasile Emerson Fittipaldi Regno Unito Lotus-Ford Regno Unito Jackie Stewart Belgio Jacky Ickx Resoconto
13 25 ottobre Messico Gran Premio del Messico Città del Messico Belgio Jacky Ickx Italia Ferrari Svizzera Clay Regazzoni Belgio Jacky Ickx Resoconto

Gare non valide per il mondialemodifica | modifica sorgente

* Data Gran Premio Circuito Vincitore Auto Vincitrice Pole Position GPV Resoconto
1 22 marzo Regno Unito Race of Champions Brands Hatch Regno Unito Jackie Stewart Regno Unito March-Ford Regno Unito Jackie Stewart Australia Jack Brabham Resoconto
2 26 aprile Regno Unito BRDC International Trophy[1] Silverstone Nuova Zelanda Chris Amon Regno Unito March-Ford Nuova Zelanda Chris Amon Nuova Zelanda Chris Amon
Regno Unito Jackie Stewart
Resoconto
3 22 agosto Regno Unito International Gold Cup[1] Oulton Regno Unito John Surtees Regno Unito Surtees-Ford Regno Unito John Surtees Austria Jochen Rindt
Regno Unito Jackie Stewart
Resoconto

Riassunto della stagionemodifica | modifica sorgente

La stagione 1969 aveva visto brillare, nei gran premi finali, due giovani emergenti: il tedesco con licenza austriaca Jochen Rindt e il belga Jacky Ickx. Saranno proprio questi due piloti a giocarsi il titolo mondiale nella stagione 1970, anno che vede anche il debutto e l'immediata affermazione di altri due piloti destinati ad entrare come protagonisti nella storia della Formula 1: lo svizzero Clay Regazzoni ed il brasiliano Emerson Fittipaldi, capaci entrambi di conquistare un successo nella stagione del debutto.

Rindt è un pilota istintivo e la Lotus ben si adatta al suo stile di guida: nei nove gran premi della stagione, alternandosi al volante della Lotus 49C e della innovativa Lotus 72 motorizzate Ford, riesce a cogliere cinque successi, un piazzamento fuori dalla zona punti, tre ritiri, tre pole position e un giro veloce. Alla vigilia del gran premio d'Italia è in testa alla classifica mondiale con 45 punti.

Il percorso di Ickx è meno importante; nei primi nove gran premi il pilota belga della Ferrari ha conquistato un primo, un secondo ed un terzo posto, un piazzamento fuori dai punti, quattro ritiri, due pole position e due giri veloci: alla vigilia del gran premio d'Italia può contare su 19 punti iridati.

Ickx è anche protagonista di due interessanti episodi. Alla partenza del Gran Premio di Spagna la sua Ferrari viene a contatto con la BRM di Jackie Oliver: le due auto prendono fuoco ma i piloti ne escono illesi. Al Gran Premio di Francia, invece, danneggia nel warm-up il motore della sua auto: per regolamento può partire con la vettura di riserva perdendo però il primo posto in griglia; il pilota belga rischia allora con la Ferrari danneggiata ma, dopo 14 giri al comando, è costretto al ritiro proprio a causa del motore.

Rindt è invece protagonista del primo giallo post-gara della storia del Mondiale: dopo il vittorioso Gran Premio di Gran Bretagna la sua Lotus viene prima giudicata irregolare (altezza degli alettoni) e quindi squalificata per essere poi riammessa dopo una nuova verifica. Ickx era riuscito a spezzare il dominio di Rindt, che aveva vinto quattro gare consecutive, in occasione del Gran Premio d'Austria, gara che vide il netto dominio delle Ferrari: il secondo pilota, Clay Regazzoni, è infatti secondo e i due piloti Ferrari conquistano ex aequo il giro più veloce in gara.

Il 5 settembre, sul circuito di Monza, il destino compie le sue scelte: Rindt perde infatti il controllo della sua Lotus 72 Ford all'ingresso della curva Parabolica ed urta violentemente le barriere di protezione. Nonostante i soccorsi puntuali, il pilota ventottenne della Lotus arriverà senza vita all'ospedale. In segno di lutto la Lotus ritira tutta la squadra ufficiale, composta da Emerson Fittipaldi e John Miles: anche nel 1971 il team diserterà il gran premio italiano.

Ickx, partito in pole position, non sfrutta l'occasione che il triste destino di Rindt gli ha offerto: si ritira infatti al 26º giro per problemi alla frizione. Il successo sul circuito brianzolo è di Clay Regazzoni, autore anche del giro più veloce. Nei tre gran premi finali, il pilota belga, nonostante due vittorie ed un quarto posto, non riesce a colmare il gap di punti che lo separa da Rindt: lo sfortunato pilota della Lotus si vede quindi assegnato il titolo alla memoria.

Quello di Rindt non è l'unico lutto della stagione: durante il 23º giro del Gran Premio d'Olanda, quinta prova del mondiale, aveva infatti perso la vita il pilota inglese Piers Courage: la sua De Tomaso 308 Ford della Frank Williams Racing Cars sbanda all'ingresso del tunnel per poi centrare un palo, capovolgersi e prendere fuoco. Il 1970 è anche l'anno della scomparsa di Bruce McLaren (morto sul circuito di Goodwood collaudando una McLaren destinata alla serie Can-Am) e l'ultima stagione agonistica di Jack Brabham.

Classifica Pilotimodifica | modifica sorgente

Pos. Pilota Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Punti
1 Austria Jochen Rindt 13 * Rit 1 Rit 1 1 1 1 Rit NP 45
2 Belgio Jacky Ickx Rit Rit Rit 8 3 Rit Rit 2 1 Rit 1 4 1 40
3 Svizzera Clay Regazzoni 4 4 Rit 2 1 2 13 2 33
4 Nuova Zelanda Denny Hulme 2 Rit 4 4 3 3 Rit 4 Rit 7 3 27
5 Regno Unito Jackie Stewart 3 1 Rit Rit 2 9 Rit Rit Rit 2 Rit Rit Rit 25
6 Australia Jack Brabham 1 Rit 2 Rit 11 3 2 Rit 13 Rit Rit 10 Rit 25
7 Messico Pedro Rodríguez de la Vega 9 WD 6 1 10 Rit Rit Rit 4 Rit 4 2 6 23
8 Nuova Zelanda Chris Amon Rit Rit Rit 2 Rit 2 5 Rit 8 7 3 5 4 23
9 Francia Jean-Pierre Beltoise 4 Rit Rit 3 5 13 * Rit Rit 6 3 8 * Rit 5 16
10 Brasile Emerson Fittipaldi 8 4 15 WD 1 Rit 12
11 Germania Ovest Rolf Stommelen Rit Rit NQ 5 NQ 7 5 3 5 Rit 12 Rit 10
12 Francia Henri Pescarolo 7 Rit 3 6 * 8 5 Rit 6 14 Rit 7 8 9 8
13 Regno Unito Graham Hill 6 4 5 Rit NC 10 6 Rit WD NC Rit Rit 7
14 Nuova Zelanda Bruce McLaren Rit 2 Rit 6
15 Svezia Reine Wisell 3 NC 4
16 Stati Uniti Mario Andretti Rit 3 Rit Rit Rit 4
17 Italia Ignazio Giunti 4 14 7 Rit 3
18 Regno Unito John Surtees Rit Rit Rit 6 Rit 9 * Rit Rit 5 Rit 8 3
19 Regno Unito John Miles 5 NQ NQ Rit 7 8 Rit Rit Rit WD 2
20 Regno Unito Jackie Oliver Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit Rit 5 Rit NC Rit 7 2
21 Francia Johnny Servoz-Gavin Rit 5 NQ 2
22 Francia François Cevert Rit 11 7 7 Rit 6 9 Rit Rit 1
23 Regno Unito Peter Gethin Rit Rit 10 NC 6 14 Rit 1
24 Stati Uniti Dan Gurney Rit 6 Rit 1
25 Regno Unito Derek Bell Rit 6 1
- Svizzera Jo Siffert 10 NQ 8 * 7 * Rit Rit Rit 8 * 9 Rit Rit 9 Rit 0
- Svezia Ronnie Peterson 7 NC 9 Rit 9 Rit Rit NC 11 0
- Italia Andrea De Adamich NQ NQ NQ NC Rit NQ 12 8 Rit NQ 0
- Rhodesia John Love 8 0
- Canada George Eaton Rit NQ NQ Rit 12 Rit 11 Rit 10 Rit 0
- Sudafrica Peter de Klerk 11 0
- Sudafrica Dave Charlton 12 * 0
- Regno Unito Piers Courage Rit NP NC Rit Rit 0
- Australia Tim Schenken Rit Rit NC Rit 0
- Stati Uniti Pete Lovely NQ NQ NC NQ 0
- Svizzera Silvio Moser NQ NQ NQ Rit NQ 0
- Svezia Jo Bonnier NQ Rit 0
- Stati Uniti Gus Hutchison Rit 0
- Spagna Alex Soler-Roig NQ NQ 0
- Regno Unito Brian Redman NQ 0
- Germania Ovest Hubert Hahne NQ 0
- Italia Nanni Galli NQ 0
- Regno Unito Peter Westbury NQ 0
Pos. Pilota Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Punti
Legenda Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato

* Indica quei piloti che non hanno terminato la gara ma sono ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza totale.

Sistema di punteggiomodifica | modifica sorgente

Il regolamento del 1970 divideva il campionato in due blocchi da 7 e 6 corse rispettivamente: per ogni blocco ogni pilota doveva scartare un risultato.

Classifica Costruttorimodifica | modifica sorgente

Pos. Costruttore Motore RSA
Sudafrica
ESP
Spagna
MON
Monaco
BEL
Belgio
NED
Paesi Bassi
FRA
Francia
GBR
Regno Unito
GER
Germania
AUT
Austria
ITA
Italia
CAN
Canada
USA
Stati Uniti
MEX
Messico
Punti Vittorie Pole GPV
1 Regno Unito Lotus Ford-Cosworth 2 3 9 - 9 9 9 9 - - - 9 - 59 6 3 1
2 Italia Ferrari Ferrari - - - 3 4 - 3 6 9 9 9 (3) 9 52 (55) 4 5 7[2]
3 Regno Unito March Ford-Cosworth 4 9 - 6 6 6 2 - - 6 4 2 3 48 1 3 1
4 Regno Unito Brabham Ford-Cosworth 9 - 6 2 - 4 6 2 4 2 - - - 35 1 1 4
5 Regno Unito McLaren Ford-Cosworth 6 6 3 - 1 3 4 4 - 3 1 - 4 35 0 0 0
6 Regno Unito BRM BRM - - 1 9 - - - - 3 - 3 6 1 23 1 0 0
7 Francia Matra Matra 3 - 4 4 2 2 - 1 1 4 - - 2 23 0 0 0
8 Regno Unito Surtees Ford-Cosworth - - - - 2 1 - 3 0 0 0
Regno Unito McLaren Alfa Romeo - - - - - - - - 0 0 0 0
Italia De Tomaso Ford Cosworth - - - - - - - - - - 0 0 0 0
Regno Unito Tyrrell Ford Cosworth - - - 0 0 1 0
Svizzera Bellasi Ford Cosworth - - - - - 0 0 0 0
Pos. Costruttore Motore RSA
Sudafrica
ESP
Spagna
MON
Monaco
BEL
Belgio
NED
Paesi Bassi
FRA
Francia
GBR
Regno Unito
GER
Germania
AUT
Austria
ITA
Italia
CAN
Canada
USA
Stati Uniti
MEX
Messico
Punti Vittorie Pole GPV

Sistema di punteggiomodifica | modifica sorgente

Il regolamento del 1970 divideva il campionato in due blocchi da 7 e 6 corse rispettivamente: per ogni blocco ogni costruttore doveva scartare un risultato (tra parentesi sono riportati i punti reali). Ai fini del punteggio contava soltanto la macchina meglio classificata tra quelle iscritte.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b Gara divisa in due manches.
  2. ^ Nel Gran Premio d'Austria Clay Regazzoni e Jacky Ickx, entrambi della Scuderia Ferrari fanno segnare lo stesso tempo.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1







Creative Commons License