Caprie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caprie
comune
Caprie – Stemma
Il centro comunale visto dal truc del Serro
Il centro comunale visto dal truc del Serro
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Torino-Stemma.svg Torino
Sindaco Gian Andrea Torasso (lista civica Vivere a Caprie) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 45°07′00″N 7°19′00″E / 45.116667°N 7.316667°E45.116667; 7.316667 (Caprie)Coordinate: 45°07′00″N 7°19′00″E / 45.116667°N 7.316667°E45.116667; 7.316667 (Caprie)
Altitudine 374 m s.l.m.
Superficie 16,35 km²
Abitanti 2 125[1] (31-05-2011)
Densità 129,97 ab./km²
Frazioni Celle, Novaretto, Campambiardo, Peroldrado
Comuni confinanti Chiusa di San Michele, Condove, Rubiana, Sant'Ambrogio di Torino, Villar Dora
Altre informazioni
Cod. postale 10040
Prefisso 011
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 001055
Cod. catastale B705
Targa TO
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti capriesi
Patrono San Pancrazio
Giorno festivo 16 luglio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Caprie
Localizzazione del Comune di Caprie nella Provincia di Torino.
Localizzazione del Comune di Caprie nella Provincia di Torino.
Sito istituzionale

Caprie (Ciàvrie in piemontese e in francoprovenzale) è un comune italiano di 2.125 abitanti della provincia di Torino.

Il toponimomodifica | modifica sorgente

Fino al dicembre 1936, il comune era denominato Chiavrie; essendo considerato troppo simile al nome in lingua piemontese, il nome fu italianizzato dal regime fascista.

Geografiamodifica | modifica sorgente

Borgata Novaretto

Il comune di Caprie si trova nella bassa Val di Susa. Oltre al centro comunale, collocato sul fondovalle, il comune comprende l'abitato di Novaretto, anch'esso sul fondovalle e sede di una parrocchia autonoma dedicata a San Rocco.[2] Le frazioni di Celle, Campambiardo e Peroldrado sono invece situate a mezzacosta in sinistra orografica della valle. Anche Celle è sede di una parrocchia autonoma dedicata a Santa Maria Assunta. La parrocchiale è in stile romanico con un bel campanile ed una antica cripta di notevole interesse storico e artistico. Una antica legganda indica Celle come dimora del santo eremita Giovanni Vincenzo, fondatore della Sacra di San Michele.

Persone legate a Capriemodifica | modifica sorgente

Evoluzione demograficamodifica | modifica sorgente

Abitanti censiti[3]


Etnie e minoranze stranieremodifica | modifica sorgente

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 70 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Amministrazionemodifica | modifica sorgente

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Gian Andrea Torasso lista civica Vivere a Caprie Sindaco
2009 in carica Gian Andrea Torasso lista civica Vivere a Caprie Sindaco II mandato

Altre informazioni amministrativemodifica | modifica sorgente

Caprie fa parte della Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone; fino al 2009 apparteneva alla Comunità montana Bassa Valle di Susa e Val Cenischia, confluita in quell'anno nell'attuale ente di appartenenza.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Parrocchiale di San Rocco, scheda sul sito ufficiale del comune www.comune.caprie.to.it (consultato nell'aprile 2013)
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte







Creative Commons License