Careof

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Careof
Tipo arte contemporanea, video
Data fondazione 1987
Fondatori Mario Gorni e Zefferina Castoldi
Indirizzo Fabbrica del Vapore, Milano, Italia
Direttore Mario Gorni
Sito http://www.careof.org

Careof DOCVA è un'organizzazione senza scopo di lucro che promuove l'arte contemporanea, uno spazio espositivo e un centro di documentazione con sede a Milano.

Storiamodifica | modifica sorgente

Careof viene fondato a Cusano Milanino nel 1987 da Mario Gorni e Zefferina Castoldi. Nel 1994 Careof e Viafarini, organizzazioni non profit nate indipendentemente con finalità simili, iniziano una collaborazione per organizzare una serie di servizi di promozione e documentazione dell’arte contemporanea. Dal 1995 iniziano a operare in convenzione con il Settore Giovani del Comune di Milano per fornire tali servizi al pubblico milanese. Nel 2000 Careof e Viafarini, unite in consorzio, vincono il concorso internazionale indetto dal Comune di Milano Settore Giovani per realizzare un centro di documentazione sulle arti visive presso la Fabbrica del Vapore che metta a disposizione del pubblico in un'unica sede i materiali e i servizi organizzati da Careof e Viafarini.Dal 2002 l’associazione ha sede alla Fabbrica del Vapore a Milano, inizialmente negli spazi temporanei di via Luigi Nono e a partire dal 2008 in quelli definitivi di via Procaccini 4. Il 4 aprile Careof presenta al pubblico la nuova sede: circa 200 m² sono dedicati allo spazio espositivo e alla zona uffici, mentre 250 m² ospitano gli archivi del DOCVA – Documentation Centre for Visual Arts, gestito e organizzato insieme con Viafarini.

Tra gli enti che sostengono e che hanno sostenuto Careof e il DOCVA vi sono Fondazione Cariplo, Comune di Milano, Provincia di Milano, Regione Lombardia, Fondazione Banca del Monte di Lombardia oltre ad altre numerose sponsorizzazioni private. Attualmente Careof collabora con FDVLAB, Teatro Elfo Puccini, Lettera 27, Museo di fotografia contemporanea, Via Industriae.

Attivitàmodifica | modifica sorgente

Careof promuove e diffonde la ricerca artistica contemporanea italiana e internazionale, concentrandosi sul lavoro delle generazioni emergenti. L’associazione si propone quale piattaforma di sperimentazione per artisti, critici e curatori, con l’obiettivo di generare un circuito d’informazione per un pubblico specializzato e non. I principali strumenti attraverso cui Careof opera sono l’organizzazione di eventi espositivi, lo sviluppo dell’attività formativa, la promozione di video in progetti o rassegne nazionali e internazionali, l’archiviazione di materiali d’artista.

Esposizionimodifica | modifica sorgente

Lo spazio espositivo di Careof ospita esposizioni personali e collettive di artisti emergenti. Le mostre sono organizzate da curatori che visionano i portfoli dell'organizzazione o che propongono altri artisti. Careof organizza anche esposizioni e iniziative fuori dalla sua sede e contribuisce a rassegne video. Tra le mostre fuori dalle mura si possono ricordare videopassages: Un percorso di videoarte nei negozi di via Torino del 2006[1]. Tra le rassegne video si possono ricordare FIAV - Festival International d'Art Vidéo e Video.it: Rassegna di video d'artista e danza contemporanea.

Documentazione e archiviomodifica | modifica sorgente

A partire dal 1987 Careof organizza un servizio di promozione e divulgazione dell'arte contemporanea rivolto a un pubblico specialistico e non. Raccoglie saggi, cataloghi, libri d'artista, riviste e tesi di particolare interesse disponibili al pubblico per la consultazione presso il DOCVA Documentation Center for Visual Arts organizzato in collaborazione con Viafarini [www.docva.org],dichiarato nel 2006 Archivio Storico di rilevanza nazionale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e vincolato. Nel 1995 Careof e Viafarini raccolgono la loro documentazione all'interno di un unico centro di documentazione, il DOCVA - Documentation Centre for Visual Arts (centro di documentazione per le arti visive), che dal 2008 inaugura negli spazi di Careof alla Fabbrica del Vapore. Il materiale cartaceo e a disposizione della consultazione del pubblico dal martedì al sabato dalle 15:00 alle 19:00; i cataloghi e le banche dati sono disponibili online[2]. Il DOCVA non è un'organizzazione indipendente rispetto a Careof e Viafarini, ma un progetto congiunto.

Il DOCVA Documentation Center for Visual Arts conserva e diffonde materiali di documentazione sulle arti visive contemporanee: libri, periodici, video, portfolio di artisti e informazioni su organizzazioni internazionali. I materiali sono stati raccolti nell’ambito delle attività organizzate da Careof e Viafarini grazie al servizio di visione dei dossier d’artista, all’attività di post-produzione video, ad acquisizioni e donazioni. I materiali sono a disposizione del pubblico per la consultazione in sede e online tramite specifici database. Queste banche dati sono correlate tra loro e permettono di eseguire ricerche secondo diversi criteri all’interno dei fondi del DOCVA, nonché di visualizzare immagini di opere ed estratti video. Il centro di documentazione sulle arti visive contemporanee è composto da una Biblioteca specializzata con 18.000 volumi tra monografie, cataloghi, saggi e periodici; un Archivio Video con oltre 4.500 opere di artisti e documentazioni di eventi artistici; l’Archivio Portfolio con la documentazione di oltre 3.500 artisti italiani; una banca dati ArtBox con informazioni su opportunità quali concorsi, borse di studio e strutture per artisti e operatori del settore. I materiali e le informazioni sono reperibili anche online nei rispettivi database:in bibliobitsi ha accesso al catalogo del fondo bibliotecario, in archivideo l'elenco completo dei video dell'Archivio Video, in portfolioonline si trova invece l'elenco completo degli artisti dell’Archivio accompagnato da informazioni e selezioni d’immagini delle loro opere, in talianarea.it contenente circa 110 documentazioni monografiche, comprensive di bio/bibliografie e immagini di opere, sui principali artisti della scena italiana, infine bancadatiartbox presenta le schede con informazioni sintetiche sulle opportunità e link ai siti dei rispettivi promotori. Presso il DOCVA sono inoltre consultabili gli archivi video di Invideo by Aiace e Show Biz. La nuova documentazione è raccolta chiedendo agli artisti di autorizzare la consultazione del proprio materiale. In caso la documentazione sia richiesta da altri enti e persone per mostre e progetti, gli artisti vengono contattati e viene chiesta loro una specifica autorizzazione. Il software di gestione del catalogo è di proprietà di Careof.

Il DOCVA ospita presentazioni di libri, cataloghi, riviste e serate dedicate all'arte contemporanea. Il DOCVA è stato oggetto a sua volta di esposizioni. Nel 2009 la mostra "Altri Discorsi: attraversamenti dell’Archivio Video DOCVA"[3]. Nel 2010-2011 una collaborazione con MAXXI BASE - Biblioteca, Archivio, Studi, Editoria del MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma porta all'interno del progetto Contemporaneo.doc/DOCVA una selezione di video e portfoli di artisti a Roma e allo stesso tempo porta il DOCVA a Roma[4].

Residenzemodifica | modifica sorgente

Dal 2011 Careof cura il progetto residenze alla Fabbrica del Vapore, FDV_Residence Program. Il programma di residenze per creativi, promuove la cultura e gli scambi internazionali, il dialogo con il territorio e con il pubblico. Ha natura interdisciplinare ed è aperto a professionisti provenienti dalle arti visive, design, architettura, fotografia, musica, per-formance e danza. Offrendo uno studio a Milano per un tempo prolungato il progetto evidenzia l'importanza del progetto di ricerca, ideazione e creazione nei molteplici campi culturali. La struttura dispone di 6 studi.

Formazione e attività didattichemodifica | modifica sorgente

Careof svolge formazione attraverso l'accesso alla sua documentazione, il coinvolgimento di artisti e critici invitati a realizzare dei laboratori e attraverso l'organizzazione di specifiche attività didattiche. Le esposizioni di Careof e la documentazione del DOCVA accolgono visite di studenti delle scuole elementari, medie, superiori e dell'università. In particolare gli studenti delle scuole elementari visitano le mostre e vengono coinvolti all'interno di laboratori didattici. Per la realizzazione delle attività didattiche rivolte alle scuole Careof si avvale di collaborazioni esterne. Careof organizza inoltre laboratori pratici sull'uso di strumentazione video.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ La descrizione della mostra videopassages su undo.net.
  2. ^ Dal sito internet del DOCVA è possibile accedere a tutte le risorse disponibili.
  3. ^ “Altri discorsi”, in collaborazione tra Careof DOCVA e il Biennio specialistico in Arti visive e Studi curatoriali di NABA - Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, 29/05-13/06/2009.
  4. ^ 'Contemporaneo.doc/DOCVA, a cura di , 04/12/2010-13/02/2011.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Maria Rosa Sossai, Artevideo: storie e culture del video d'artista in Italia, Silvana, 2002.
  • Letizia Cortini, Roberto Ellero, Ansano Giannarelli, Guida agli archivi audiovisivi in Italia, Ediesse, 2004, p. 71.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arte







Creative Commons License