Carlo Carignani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlo Carignani (Lucca, 1857Milano, 5 marzo 1919) è stato un compositore, direttore d'orchestra e maestro di canto italiano.

Fu amico d'infanzia di Giacomo Puccini, e frequentò con lui l'Istituto musicale Giovanni Pacini di Lucca (oggi Istituto Superiore di Studi Musicali Luigi Boccherini). Ridusse per canto e pianoforte tutte le opere di Puccini, da Edgar (1889) al Trittico.

Fu autore di musica da camera e per banda. Nel 1885 compose un inno per l'inaugurazione del monumento a Vittorio Emanuele II, a Lucca.[1]

Puccini gli dedicò il Minuetto n. 3 per quartetto d'archi.

Composizionimodifica | modifica sorgente

  • 4 pensieri per violino o mandolino con accompagnamento di pianoforte
  • Gavotta per quartetto d'archi
  • Toscanina, mazurca per pianoforte
  • Carezze, mazurca per pianoforte
  • Simpatica, mazurca per pianoforte
  • Mietta, polka per pianoforte
  • Sull'imbrunire, pensiero melodico per pianoforte
  • Notturno per pianoforte
  • Momento triste per pianoforte
  • Dove si va, idillio barcarola
  • Non c'è più convento, madrigale per mezzosoprano o baritono e pianoforte
  • La vispa Teresa, romanzetta per tenore o soprano e pianoforte
  • Inno per l'inaugurazione del monumento a Vittorio Emanuele II a Lucca, per banda
  • Saluto al Gran Re, inno trionfale per pianoforte a 4 mani per l'entrata dell'Esercito Italiano in Roma
  • Edgar di Giacomo Puccini - Impressioni per pianoforte (2 fascicoli)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Centro Studi GIACOMO PUCCINI: 1885.08.27.a

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License