Carlo Martinato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlo Enrico Martinato (Udine, 6 giugno 1906Roma, 11 luglio 1998) è stato un dirigente d'azienda e divulgatore scientifico italiano, pioniere dell'astrofilia italiana.

L'ing. Carlo Enrico Martinato, fu nominato Commissario e Direttore Generale Italcable dalla Commissione alleata di controllo nel 1944, con la Liberazione di Roma. Nel 1945 fu nominato Direttore Generale (e rimase tale per 26 anni) e Amministratore Delegato fino al 1971, rimanendo poi Presidente Onorario. Cavaliere del Lavoro dal 1974 nel settore Industria e Telecomunicazione, diresse la ricostruzione della società, recuperando anzitutto gli impianti sequestrati dalle forze alleate, ricostituendo l'amministrazione regolare, adottando e impiantando i più moderni sistemi di telecomunicazioni fino a portare la Italcable al rango delle maggiori aziende mondiali. È stato tra i firmatari dell'accordo tra l'Italia e l'Intelsat per la realizzazione delle prime stazioni terrestri per le telecomunicazioni spaziali via satellite che diedero vita alla società Telespazio nel 1961. Nel 1965 elaborò e concluse la complessa operazione che portava la società Italcable S.p.A. nell'ambito del Gruppo IRI STET in armonia con le leggi vigenti in materia di telecomunicazioni.

Fu tra i soci fondatori del Consiglio Direttivo dell'Associazione Pro Scentia che venne costituita a Roma il 10 marzo 1946; negli anni settanta accettò la carica di Presidente dell'Associazione Astrofili Romana (AAR). Astronomo per passione, è stato Presidente dell'ASTRIS (Associazione Astrofili del Gruppo Telecom Italia), ha pubblicato vari articoli sulla rivista specializzata Coelvm edita dall'Osservatorio astronomico dell'Università di Bologna a partire dagli anni trenta. Tra gli articoli scritti: "La scissione dei nuclei delle comete" e "Orbite di satelliti artificiali".[1]

Presidente del Rotary Club Roma nel 1969

È morto a Roma, all'età di 92 anni, l'11 luglio 1998.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Indice generale degli articoli di Coelum (1931-1986), Dipartimento di Astronomia, Università di Bologna. URL consultato il 04-09-2009.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Antonio Bruno, Carlo Enrico Martinato pioniere dell'astrofilia in Coelum, n. 22, settembre 1999, p. 66.







Creative Commons License