Carlo Zannetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlo Zannetti (Roma, 11 settembre 1971) è un pianista e compositore italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Dopo aver conseguito il diploma in pianoforte nel 1997 col Maestro Fausto di Cesare, prosegue gli studi con il Maestro Konstantin Bogino e frequenta le masterclass di Bruno Canino e Michele Campanella. Nel 2006 consegue il diploma di 2º livello in Musica da Camera presso il Conservatorio Santa Cecilia. Studia nel contempo clarinetto e composizione.

Svolge un'intensa attività concertistica in Italia e all'estero; tra il 2000 e il 2004 partecipa e vince numerosi concorsi nazionali. Nel 2007 opera come Maestro Collaboratore presso il Festival Internazionale "Roma nel cuore", curando "Il barbiere di Siviglia" di Rossini e "Le nozze di Figaro" di Mozart. Dopo quella esperienza, Carlo Zannetti si dedica in modo prevalente alla composizione di musiche che accompagnano e commentano lo scorrere di immagini, con un focus particolare sulla capacità della musica di coinvolgere il pubblico nella narrazione, rafforzando il potere evocativo della visione grazie a fraseggi che fanno leva su meccanismi di sinestesia. Oltre ad alcune produzioni private e alla pubblicazione di 2 CD ("Attraverso" e "La nascita della luce"), ha creato ed eseguito le colonne sonore di "La nascita della luce"[1] (2009, regia di G. Barcelloni Corte, soggetto e sceneggiatura di Giorgio Montefoschi, una coproduzione RAI Cinema - PULSEMEDIA andato in onda il 14 aprile 2011 su RAI 1) e "Il popolo che manca"[2] (2010, regia, soggetto e sceneggiatura di A. Fenoglio e D. Mometti), documentario proiettato per la prima volta nel 2011 e premiato al Torino Film Festival e al Trento Film Festival. Nella versione integrale il documentario, tradotto in inglese e francese, è distribuito in un'edizione di 5 DVD dalla Fondazione Nuto Revelli. Carlo Zannetti ha composto anche musiche istituzionali per associazioni[3], per aziende[4] e per campagne di comunicazione multimediali[5]. Nel 2012 ha dato vita allo Z-ensemble (Carlo Zannetti pianoforte, Claudio Tievoli flauto, Endrit Haxhiaj violino, Luca Peverini violoncello) formato da strumentisti affermati e portatori di esperienze ad ampio spettro. Si tratta di un nuovo organico strumentale dal sapore classico, ma che propone un repertorio originale, frutto della vena compositiva zannettiana, ricca di tessiture e linguaggi moderni. Il gruppo interpreta un inedito discorso, capace di evocare paesaggi sonori molto variegati e densi di suggestioni, mossi dal chiaro intento di avvolgere ed emozionare; una sorta di neoimpressionismo musicale, declinato con sensibilità contemporanea e intriso di ritmi e stilemi dell'arte cinematografica e visuale.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Video Rai.TV - Documentari - La nascita della luce
  2. ^ www.ilpopolochemanca.it
  3. ^ AITI - Associazione Italiana Tesorieri d'Impresa
  4. ^ SIS Power Grid srl
  5. ^ Spot tv per la campagna di comunicazione della Giornata Mondiale del diabete 2011 - YouTube

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License