Carlos Newton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlos Newton
Dati biografici
Nazionalità Canada Canada
Altezza 175 cm
Peso 77 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Ju jitsu, Judo, Lotta libera, Pugilato
Squadra Canada Warrior MMA
Carriera
Soprannome The Rōnin
Combatte da Canada Newmarket, Canada
Vittorie 16
per knockout 2
per sottomissione 10
Sconfitte 14
Pareggi 1
 

Carlos Newton (Anguilla, 17 agosto 1976) è un ex lottatore di arti marziali miste canadese nato in Anguilla.

È stato campione dei Pesi Welter UFC ed è ampiamente considerato uno dei veri pionieri delle arti marziali miste nella sua forma più moderna. Oltre all'UFC ha combattuto nelle maggiori organizzazioni giapponesi quali Pride, K-1 e Shooto, nonché in altre leghe dell'America settentrionale come IFL e Warrior-1.

È cintura nera di ju jitsu nella palestra Warrior MMA di Newmarket ed ha preso parte ai tornei ADCC Submission Wrestling World Championship di submission wrestling.

Appassionato di cultura giapponese, è soprannominato "Il Rōnin" e ha battezzato il suo particolare stile ibrido di lotta "Dragon Ball Jiu-Jitsu", in onore dell'opera manga ed anime Dragon Ball.

Carriera nelle arti marziali mistemodifica | modifica sorgente

Inizimodifica | modifica sorgente

La carriera di Newton nelle arti marziali miste inizia nel 1996 in patria con una sconfitta per sfinimento contro lo statunitense Jean Riviere.

Successivamente inizia a girare il mondo, prendendo parte ad incontri in Israele ed in Giappone, dove sconfigge l'ex campione dei pesi mediomassimi Shooto Erik Paulson.

Ultimate Fighting Championshipmodifica | modifica sorgente

Con uno score di 3-1 viene richiamato in Nord America per lottare nell'UFC, la massima lega del continente.

Prende parte al torneo dei pesi medi UFC 17 (al tempo i pesi medi corrispondevano ai pesi mediomassimi standard) dove vince la semifinale contro Bob Gilstrap per sottomissione ma in finale deve accettare un'opinabile sconfitta ai punti contro il forte wrestler Dan Henderson.

Pride Fighting Championshipsmodifica | modifica sorgente

Newton torna subito in Giappone per entrare nella prestigiosissima Pride.

Esordisce con una sconfitta contro Kazushi Sakuraba, ma vince i successivi cinque incontri tra Pride, Shooto e WEF.

Nel 2001 sfida il futuro campione UFC Dave Menne in Kuwait, perdendo l'incontro ai punti.

Ritorno in UFC e alternanza con Pridemodifica | modifica sorgente

Nel 2001 fa il suo ritorno in UFC, ed è l'anno che segnerà indelebilmente la sua carriera: può infatti sfidare subito il campione in carica dei pesi welter Pat Miletich per il titolo, e al terzo round riesce nell'impresa di sottomettere lo statunitense di origini croate e di vincere il titolo.

Newton non riesce nell'impresa di difendere la cintura e sei mesi dopo si deve arrendere a Matt Hughes che lo mette KO con un body slam.

Da lì inizia un alternarsi di incontri tra UFC (che ancora permetteva ai propri atleti di esibirsi con altre promozioni) e Pride: in Giappone sconfigge l'esperto José Landi-Jons e Renzo Gracie, mentre viene sconfitto da un emergente Anderson Silva; parallelamente in UFC tenta di nuovo l'assalto al titolo dei pesi welter ma viene messo ancora una volta KO da Matt Hughes.

Dopo Pride e UFCmodifica | modifica sorgente

Dall'ottobre 2004 Newton si prende una pausa di due anni per poi riprendere la carriera in leghe minori.

Combatte nella giapponese Hero's e nella statunitense IFL, dove viene sconfitto da Renzo Gracie e da Matt Lindland.

Nel 2009 torna in Canada nell'organizzazione Warrior-1, nella quale firma le sue ultime due vittorie della carriera ai danni di Nabil Khatib e dell'ex campione WEC Shonie Carter: quest'ultima gara doveva valere per il titolo dei pesi welter Warrior-1, ma Newton fallì il limite di peso per l'incontro e di conseguenza l'incontro non ebbe la cintura in palio.

Il match di addio di Newton fu nel 2010 con l'organizzazione australiana Impact Fighting Championships.

Risultati nelle arti marziali mistemodifica | modifica sorgente

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Sconfitta 16–14 Stati Uniti Brian Ebersole Decisione (unanime) Impact FC 1 - The Uprising: Brisbane 10 luglio 2010 3 5:00 Australia Brisbane, Australia
Vittoria 16–13 Stati Uniti Shonie Carter Decisione (unanime) Warrior-1: High Voltage 10 ottobre 2009 3 5:00 Canada Gatineau, Canada
Vittoria 15–13 Canada Nabil Khatib KO (pugni) Warrior-1: Inception 28 marzo 2009 1 3:12 Canada Gatineau, Canada
Sconfitta 14–13 Giappone Shungo Oyama Sottomissione (colpi) Hero's 2007 in Korea 27 ottobre 2007 3 2:42 Corea del Sud Seul, Corea del Sud
Sconfitta 14–12 Stati Uniti Matt Lindland Sottomissione (ghigliottina) IFL – Houston 2 febbraio 2007 3 1:43 Stati Uniti Houston, Stati Uniti
Sconfitta 14–11 Brasile Renzo Gracie Decisione (non unanime) IFL Championship Final 29 dicembre 2006 3 4:00 Stati Uniti Uncasville, Stati Uniti
Vittoria 14–10 Giappone Tokimitsu Ishizawa KO Tecnico (pugni) Hero's 7 9 ottobre 2006 1 0:22 Giappone Yokohama, Giappone
Sconfitta 13–10 Giappone Ryo Chonan Decisione (unanime) Pride Bushido 5 14 ottobre 2004 2 5:00 Giappone Osaka, Giappone
Sconfitta 13–9 Giappone Daiju Takase Decisione (non unanime) Pride Bushido 3 23 maggio 2004 2 5:00 Giappone Yokohama, Giappone
Sconfitta 13–8 Brasile Renato Verissimo Decisione (unanime) UFC 46: Supernatural 31 gennaio 2004 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 13–7 Brasile Renzo Gracie Decisione (non unanime) Pride Bushido 1 5 ottobre 2003 2 5:00 Giappone Saitama, Giappone
Sconfitta 12–7 Brasile Anderson Silva KO (ginocchiata in salto e pugni) Pride 25: Body Blow 16 marzo 2003 1 6:27 Giappone Yokohama, Giappone
Vittoria 12–6 Stati Uniti Pete Spratt Sottomissione (kimura) UFC 40: Vendetta 22 novembre 2002 1 1:45 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 11–6 Stati Uniti Matt Hughes KO Tecnico (pugni) UFC 38: Brawl at the Hall 13 luglio 2002 4 3:35 Regno Unito Londra, Regno Unito Per il titolo dei Pesi Welter UFC
Vittoria 11–5 Cuba José Landi-Jons Sottomissione (armbar) Pride 19: Bad Blood 24 febbraio 2002 1 7:16 Giappone Saitama, Giappone
Sconfitta 10–5 Stati Uniti Matt Hughes KO (body slam) UFC 34: High Voltage 2 novembre 2001 2 1:27 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Perde il titolo dei Pesi Welter UFC
Vittoria 10–4 Stati Uniti Pat Miletich Sottomissione (bulldog choke) UFC 31: Locked and Loaded 4 maggio 2001 3 2:50 Stati Uniti Atlantic City, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Welter UFC
Sconfitta 9-4 Stati Uniti Dave Menne Decisione (unanime) Shidokan Jitsu – Warriors War 1 8 febbraio 2001 1 10:00 Kuwait Madinat al-Kuwait, Kuwait Torneo Shidokan Jitsu Warriors War 1, Quarti di finale
Vittoria 9–3 Brasile Johil de Oliveira Decisione (unanime) Pride 12: Cold Fury 9 dicembre 2000 2 10:00 Giappone Saitama, Giappone
Vittoria 8–3 Giappone Yuhi Sano Sottomissione (armbar) Pride 9: New Blood 4 giugno 2000 1 0:40 Giappone Nagoya, Giappone
Vittoria 7–3 Stati Uniti Karl Schmidt Sottomissione (armbar) WEF 9 – World Class 13 maggio 2000 1 1:12 Stati Uniti Evansville, Stati Uniti
Vittoria 6–3 Giappone Daijiro Matsui Decisione (unanime) Pride 6 4 luglio 1999 3 5:00 Giappone Yokohama, Giappone
Vittoria 5–3 Giappone Kenji Kawaguchi Sottomissione (armbar) Shooto – 10th Anniversary Event 29 maggio 1999 1 5:00 Giappone Yokohama, Giappone
Sconfitta 4-3 Giappone Kazushi Sakuraba Sottomissione (kneebar) Pride 3 24 giugno 1998 2 5:19 Giappone Tokyo, Giappone Debutto in Pride
Sconfitta 4-2 Stati Uniti Dan Henderson Decisione (non unanime) UFC 17: Redemption 15 maggio 1998 1 15:00 Stati Uniti Mobile, Stati Uniti Torneo UFC 17, Finale
Vittoria 4–1 Stati Uniti Bob Gilstrap Sottomissione (triangolo) UFC 17: Redemption 15 maggio 1998 1 0:52 Stati Uniti Mobile, Stati Uniti Torneo UFC 17, Semifinale
Vittoria 3–1 Giappone Kazuhiro Kusayanagi Sottomissione (armbar) Shooto – Las Grandes Viajes 2 1 marzo 1998 1 2:17 Giappone Tokyo, Giappone
Vittoria 2–1 Israele Haim Gozali Sottomissione (armbar) Israel Fighting Championship - Israel vs. Canada 1 gennaio 1998 1 - Israele Israele
Vittoria 1–1 Stati Uniti Erik Paulson Sottomissione (armbar) Vale Tudo Japan 1997 29 novembre 1997 1 0:41 Giappone Tokyo, Giappone
Sconfitta 0-1 Stati Uniti Jean Riviere Sottomissione (sfinimento) Extreme Fighting 2 26 aprile 1996 1 7:22 Canada Montreal, Canada

Notemodifica | modifica sorgente









Creative Commons License