Carmine Migliore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carmine Migliore
Nazionalità Italia Italia
Genere Rock
Blues
Periodo di attività 1983 – in attività
Strumento Chitarra
Sito web

Carmine Migliore (Capua, 13 luglio 1967) è un chitarrista, cantante rock e blues italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Inizia a suonare in parrocchia con gli scouts e già all'età di 13 anni forma il suo primo gruppo, Zephyrus, insieme ad alcuni suoi compagni di scuola esibendosi sui palchi delle piazze campane.

Nel 1983, insieme al fratello Tonino, forma il duo T&C Migliore partecipando a molte manifestazioni di carattere nazionale (Disco Verde) e registrando due 45 giri con un'etichetta di Savona. Parallelamente studia al Conservatorio di Benevento dove si diploma in Solfeggio e Teoria.

Nel 1989 è in tour con Mal sia in Italia che all'estero. Continua i suoi studi presso l'Università della Musica di Roma e partecipa a molti seminari con chitarristi di fama internazionale tra cui Frank Gambale, Steve Morse e Mike Stern. Finita l'esperienza con Mal, è in tour con altri artisti nazionali tra cui Francesco Calabrese, Pino D'Angiò, Miki, e, dal '93, entra a far parte dei Collage con i quali registra "Replay", una raccolta di successi completamente riarrangiati, più due brani inediti.

Dal '97 è in tour con Leandro Barsotti, Danilo Amerio, Paolo Belli, James Thompson (sassofonista di Zucchero) e Adriano Pappalardo.

A gennaio del 1998 esce il disco "Live at Blinsky" registrato in un Club.

Nel 2000 ritorna con i Collage, con i quali registra il disco Settantaseiduemila. Partecipa a molte trasmissioni televisive della Rai e di Mediaset (30 ore x la Vita, Buona Domenica, Concerto per Battisti, La vita in diretta, Anima Mia, Premio Rino Gaetano). La sua passione per il rock e per il blues lo porta a formare prima i "Blues Road" e poi la band "C. Migliore & Road Runner", con le quali vince il premio della critica alle manifestazioni "Oro di Andy Festival" e allo "European Live Festival" con il brano "Black Sister". Partecipa, inoltre, ai festeggiamenti per il 50º anniversario della provincia di Caserta e al disco "Terra di musica", sotto la direzione artistica di Fausto Mesolella degli Avion Travel.

Oltre alla sua attività di turnista e musicista, è insegnante di chitarra presso la "Scuola di Musica Yamaha" di Avellino, "La Nota" di Capua e "La seconda Musa" di Aversa (Ce) e di canto corale e moderno presso "Liberhart" di Capua e "Ensemble" di Caivano (Na), l’associazione "Evan Gorga" di Santa Maria Capua Vetere (Ce).

Alla fine del tour 2001 lascia i Collage per dedicarsi ad un proprio progetto musicale iniziando la produzione di vari brani al Niski Studio.

Tra ottobre e dicembre del 2002 vince le semifinali per il centro/sud e le finali nazionali a Biella del Hit Festival di Saint Vincent (AO). Partecipa al festival il 25 e 26 gennaio 2003 al Palais di Saint Vincent con il brano "Jimi".

Nell'aprile del 2003 due suoi brani "Cosa c'è ke non va?" e "Sweet Angel" sono inseriti nella compilation L’Evoluzione del Rock’o per l'etichetta Niski di Ferentino (Fr), per la quale esce nel novembre dello stesso anno anche il suo primo album da solista "La Favola". Il brano "Cosa c’è ke non va?", programmato da alcuni network nazionali (Radio Capital, Rds, Raistereo 1), entra in classifica a Raistereonotte ed in alcune radio straniere (Radio Holstebro Danimarca, Radio Nou Spagna, Radio Buenos Aires Argentina).

All’inizio del 2004 esce la seconda compilation L’Evoluzione del Rock’o e vengono inseriti due brani: "Se Vuoi", sempre estratto da "La Favola", e l'inedito "NSK" scritto e cantato da Carmine in collaborazione con altri artisti presenti nella compilation tra cui Giorgia Paradiso, vincitrice di Sanremo Rock.

In questi anni Carmine partecipa a svariati festival rock e blues: Sparanise International Blues Festival, Teano Jazz, Zoster Rock Fest, Laceno Rock Festival, Alatri Rock (trasmesso da MTV), ed è ospite a Roma nella finale del centro/sud di Rock Targato Italia, insieme a Tolo Marton, Crystal White, Paul Young & Los Pacaminos, Mike Stern, Scott Henderson, Hiram Bullock e tanti altri artisti di fama internazionale.

Nel 2005 ritorna alla musica leggera in un tour italiano supportato dall’Azzurra Spettacoli di Giovanni Brignola. Spesso alla fine di ogni concerto si esibisce in jam session con altri artisti tra cui il fratello Tonino, Giuseppe Cionfoli e Marisa Sacchetto in medley dedicati alle più belle canzoni italiane degli ultimi 40 anni.

Nel ottobre del 2005 partecipa al progetto "Le gesta di un Campione", canzone dedicata al bravissimo pugile Prisco Perugino, prematuramente scomparso, i cui proventi sono devoluti completamente in beneficenza all’Associazione per la Còrea di Huntington, una malattia genetica degenerativa ereditaria che colpisce il sistema nervoso, che ha sede nel 2° Policlinico di Napoli. Il progetto nasce in collaborazione con Alfredo Ferdinandez, che è anche l’autore del testo della canzone e l’etichetta discografica Ark Records. Il disco contiene un singolo in due versioni, una rock ed un'altra remixata da Attila DeeJay.

All’inizio del 2006 viene invitato a Beauvais (Parigi) da Daniel Lauvray, uno dei collaboratori de "Le Blues Autour du Zinc", uno tra i più importanti Blues Festival europei, a partecipare al festival come dimostratore dei prodotti Jim Reed e come special guest di una delle band francesi più importanti nel panorama Rock’n’Roll: Arnold Baker & The Tuxedos. Il successo è immediato ottenendo dal patròn del festival, Laurent Macimba, l'invito per l’edizione del 2007, questa volta con la propria band.

A metà marzo 2006 esce una compilation di Blues Italiano "Babe senti come suona il mio Blues", per l’etichetta discografica Crotalo dove è presente con una ballata dal sapore sixty “Dimmi Joe”. Sempre nel 2006 pubblica il suo nuovo cd "Nell’infinità di quest’attimo" per le etichette Yellow Moon Factory e Crotalo.

Nel 2007 rimette in piedi una delle più importanti band italiane, "I Romans", insieme a Daniele Aloisio e Claudio Natili, cantante e chitarrista storici del gruppo. Nel luglio del 2007, insieme con la sua nuova band, I Niussò, partecipa al Brindisi Blues Festival, un'altra significativa tappa della sua carriera. Nel 2008 e 2009, scrive una canzone che fa parte di un disco per l’Unicef e che esce come singolo anche in America. “Lettera a mio Figlio”, presentata al concerto organizzato dall’associazione Faber, per i 10 anni dalla scomparsa di Fabrizio De Andrè. Con I Romans intanto, partecipa a numerose trasmissioni Rai e Mediaset, tra cui: “Affari tuoi”, “L’Italia sul Due” ecc. Il 2010 è l’anno in cui Carmine ritorna alla corte di Mal, facendo parte dei New Primitives ed è un anno importante anche per la sua carriera di Bluesman. Ritorna a suonare con Gianpy Feola e Mike Califano (Cheap Tequila), già membri della Band del texano Carvin Jones, uno dei maggiori esponenti del Rock/Blues Americano ed Internazionale. Insieme con i Cheap Tequila, registra il disco “The Blues Stays in Me”, una raccolta delle più belle cover che la Band esegue dal vivo, più un brano inedito scritto da Carmine: “Nothin’ Stays in Me”. A febbraio del 2011, la Band presenta il disco in anteprima, nella tournée spagnola che porterà i musicisti italiani ad avere un grandioso successo in alcuni Festival, spesso come Headliners, importantissimi del circuito Rock e Blues, al punto che a fine tour il manager spagnolo ha già organizzato un nuovo tour per fine agosto ed inizi settembre dello stesso anno.

Discografiamodifica | modifica sorgente

  • 1998 Live at Blinsky
  • 2003 La favola
  • 2006 Nell’infinità di quest’attimo
  • 2008 Lettera a mio figlio (Singolo uscito per l’Unicef e negli States)
  • 2011 The Blues Stays in me

Progettimodifica | modifica sorgente

Rock e Bluesmodifica | modifica sorgente

"Blues Road" è la formazione che nasce nel 1992, un progetto a cui prendono parte vari musicisti. Nel 1996 la formazione cambia nome in "Carmine Migliore & Road Runner". Nel 2003 sarà "Carmine Migliore & Blue Maffia". Dal 2005 solo "Carmine Migliore Band".

Popmodifica | modifica sorgente

Progetto che nasce alla fine del 2001 in collaborazione con Tonino Migliore e Giovanni Brignola dell'Azzurra Spettacoli. Accompagnato dall'Orchestra "Festival Italiano" racconta tutta la sua storia artistica attraverso la musica leggera italiana, iniziando dal primo tour con Mal, dai circa 10 anni con i Collage, dall'incontro con Claudio Baglioni nel programma Anima Mia, dal concerto per il 1º anniversario della morte di Lucio Battisti e dal TexMex e Swing suonato con Paolo Belli.

Big Bandmodifica | modifica sorgente

È il grande sogno che si è realizzato finora solo in 2 occasioni. Una band formata da 10 elementi (8 musicisti e 2 coriste/ballerine) che suona alcuni brani di Carmine riarrangiati in chiave Swing/Rock'n'Roll, ed alcuni classici del genere, oltre ad un doveroso tributo al grande musicista Renato Carosone.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License