Caspar Friedrich Wolff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
silhouette di Wolff

Caspar Friedrich Wolff (Berlino, 18 gennaio 1734San Pietroburgo, 22 febbraio 1794) è stato un fisiologo tedesco.

Teoria sull'origine della vitamodifica | modifica sorgente

Fu il primo assertore in epoca moderna della teoria embriologica dell’epigenesi, da lui esposta nel 1759 nell'opera "Theoria generationis", secondo la quale l'embrione si sviluppa gradatamente, a partire da un germe indifferenziato, con la comparsa successiva di parti dell'organismo nuove per morfologia e struttura. Wolff è dunque in contrasto con la teoria all’epoca prevalente del preformismo, secondo la quale nel germe (uovo o spermatozoo) si trova già precostituito in miniatura, con tutte le sue parti, l'individuo adulto.

L'embrione preformato all'interno dello spermatozoo, la teoria più quotata all'epoca di Wolff.

Operemodifica | modifica sorgente

  • Theoria generationis, Halle 1759
  • Theorie von der Generation, in zwei Abhandlungen erklärt und bewiesen, Berlino 1764
  • De formatione intestinorum, San Pietroburgo 1769
  • De leone observationes anatomicae, San Pietroburgo 1771
  • Von der eigentümlichen und wesentlichen Kraft der vegetablischen sowohl, als auch der animalischen Substanz, als Erläuterung zu zwo Preisschriften über die Nutritionskraft, San Pietroburgo 1789
  • Explicatio tabularum anatomicarum VII, VIII et IX, , San Pietroburgo 1801
  • Über die Bildung des Darmkanals in bebrüteten Hühnchen, Halle 1812

Controllo di autorità VIAF: 59202156 LCCN: nr00015317








Creative Commons License