Castel Neuhaus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo castello di Gais, vedi Castel Casanova.
Castel Neuhaus
Burg Maultasch
Castel Neuhaus
Castel Neuhaus
Mappa di localizzazione: Trentino-Alto Adige
Ubicazione
Stato attuale Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Città Terlano-Stemma.png Terlano
Coordinate 46°31′31.12″N 11°15′17.08″E / 46.525311°N 11.254744°E46.525311; 11.254744Coordinate: 46°31′31.12″N 11°15′17.08″E / 46.525311°N 11.254744°E46.525311; 11.254744
Informazioni generali
Tipo Castello
Termine costruzione 1206
Condizione attuale rudere

senza fonte

voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Castel Neuhaus o Casanova o ancora Maultasch (in ted.: Burg Neuhaus o Burg Maultasch) è un castello medievale costruito su uno sperone roccioso, sopra l'abitato di Terlano.

Cenni storicimodifica | modifica sorgente

Il castello è in rovina, ma ben visibile è ancora la torre principale di quattro piani, a pianta quadra il cui ultimo piano costituiva la parte abitata.

Fu costruito dai Tirolo, ma non è chiaro l'anno. Di certo, viene citato per la prima volta nel 1206, quando risultava punto d'appoggio per la chiusa eretta come dogana nei pressi di Terlano (e di cui oggi non rimane più traccia) detta mala tasca.

Nel 1270 il castello fu distrutto nell'ambito delle lotte fra Mainardo II di Tirolo-Gorizia e il vescovo di Trento nel 1275. Nell 1320 Cristiano di Sarentino lo ricostruì, ampliandolo: da qui la denominazione di "nova domus", da cui il nome tedesco Neuhaus (e la traduzione introdotta in epoca fascista di "Casanova"). La torre ancora oggi visibile risale probabilmente a quest'epoca.

Deve l'altro suo nome al fatto che nel XIV secolo, nel maniero soggiornò più volte Margherita di Tirolo-Gorizia, detta Maultasch, che a sua volta deve il proprio soprannome con tutta probabilità all'antica dogana mala tasca (traducibile in "trappola per topi") che si trovava sotto il castello. Durante il suo soggiorno la duchessa condusse uno stile di vite molto sfarzoso, tanto che una leggenda narra che giocasse solo con birilli d'oro.

Nel 1382 il castello fu acquistato dai signori di Niederthor, che lo ristrutturarono secondo il loro gusto e con piccole aggiunte strutturali. In seguito però si spostarono, prendendo dimora presso il castel Verruca (Fragsburg) di Merano. Nel 1572 il castello fu acquistato dai Payrsberg, che lo ricostruirono perché resistesse alle nuove armi d'assedio, ma già nel 1700 era di nuovo in rovina.

Oggi il castello rimane allo stato di rudere, privo di alcun tetto. È raggiungibile da Terlano in circa 20 minuti.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License