Christiane Filangieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Christiane Filangieri
Altezza 176[1] cm
Occhi castani-verdi[1]
Capelli biondo scuro[1]

Christiane Filangieri (Würzburg, 21 agosto 1978) è un'attrice italiana.

Biografiamodifica | modifica sorgente

La nascita e gli inizimodifica | modifica sorgente

Di nobile famiglia (Filangieri di Candida Gonzaga), e discendente, tra gli altri, dal giurista illuminista Gaetano Filangieri, nata in Germania, suo padre Antonio (1924-2002) è stato un esploratore e filantropo che ha raccolto nel palazzo di famiglia, a San Potito Sannitico, diversi oggetti degli indios dell'Amazzonia e del Mato Grosso, e fu anche un abile assertore della costituzione del Parco nazionale del Matese. Sua madre Elisabeth Felkel, è boema nata a Praga nel 1938, città che dovette abbandonare con la famiglia durante la seconda guerra mondiale, è un'apprezzata pittrice di icone russe. Ha una sorella Yvonne Carolina[2] ha vissuto da bambina a lungo in Brasile. Ha lavorato per un breve periodo come accompagnatrice turistica e poi come modella.

La sua carriera d'attrice inizia dopo la partecipazione al concorso di Miss Italia 1997, dove si classifica terza. Nel 1998 conduce un programma di moda sull'emittente via cavo Stream TV.

Nel 1999 esordisce nel cinema con il film Non lo sappiamo ancora, in cui interpreta il ruolo di Marina e, sempre nello stesso anno, è la testimonial della compagnia telefonica TIM, comparendo oltre che sul materiale pubblicitario anche in diversi spot legati tra loro da una sorta di storia in evoluzione.

Gli anni 2000modifica | modifica sorgente

Successivamente recita in varie fiction tv, tra le quali La squadra (2000), Una donna per amico 3 (2001), regia di Alberto Manni e Marcantonio Graffeo, Ma il portiere non c'è mai?, Cuori rubati, e Perlasca. Un eroe italiano, regia di Alberto Negrin, con Luca Zingaretti, del 2002, Amanti e segreti (2004) e Amanti e segreti 2 (2005), dirette da Gianni Lepre, in cui interpreta il ruolo di Marta Castelli.

Nel 2006 interpreta il ruolo di Lorenza Petrai ne I colori della gioventù, regia di Gianluigi Calderone; nel 2007 è protagonista della miniserie tv in onda su Rai Uno, Eravamo solo mille, diretta da Stefano Reali, in cui interpreta il ruolo di Isabella.

Sempre nello stesso anno gira la serie Ho sposato uno sbirro, con la regia di Carmine Elia, in cui è protagonista insieme a Flavio Insinna, con la partecipazione di Giovanna Ralli, Barbara Bouchet e Luisa Corna. Nell'autunno 2008 è tra i protagonisti della serie Crimini bianchi. Nel 2010 gira nuovamente la serie Ho sposato uno sbirro 2. Nel 2011 veste i panni della Prof.ssa Francesca Strada ne I liceali 3, insieme a Massimo Poggio e nel 2012 quelli di Giuseppina Guarino ne Il generale dei briganti.

Nel settembre 2010 ha sposato Luca Parnasi, costruttore e numero uno del gruppo immobiliare Parsitalia, da cui nell'aprile 2012 ha avuto il figlio Alessandro.

Nel 2013 sostituirà Elena Sofia Ricci ne I Cesaroni 6.

Filmografiamodifica | modifica sorgente

Cinemamodifica | modifica sorgente

Televisionemodifica | modifica sorgente

Corometraggimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b c Curriculum di Christiane Filangieri dal sito ufficiale
  2. ^ Nicola Della Monica, Le grandi famiglie di Napoli, Roma, Newton & Compton editori s.r.l., 2011, ISBN 978-88-541-2738-8, p.178

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License