Cini Boeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria Cristina Mariani Dameno, conosciuta come Cini Boeri[1] (Milano, 1924), è un architetto e designer italiana.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Si laurea al Politecnico nel 1951.

Dopo aver inizialmente collaborato con Marco Zanuso, nel 1963 apre un proprio studio.

Sposa il noto neurologo Renato Boeri dal quale si separa nel 1965[2].

Nel 1979 vince il premio Compasso d'Oro per il divano Strips[3], disegnato nel 1972 per Arflex ed esposto presso la collezione permanente della Triennale di Milano. Il divano nacque dal proposito di progettare un sistema di sedute di facile produzione e facile vendita e seguì all'esperimento del divano Serpentone, costituito da una struttura schiumata integrale da vendere a metri.

Dal 1981 al 1983 insegna al Politecnico di Milano Progettazione architettonica e Disegno industriale e arredamento.

Nel 1981 è membro del Consiglio di Amministrazione alla XVI Triennale di Milano.

Nel 1984 fa parte della giuria del premio Compasso d'oro assieme a Douglas Kelley, Antti Nurmesniemi, Giotto Stoppino e Bruno Zevi.

Partecipa nel 1986 alla mostra Progetto domestico all'interno della XVII Triennale di Milano.

Ha tenuto conferenze nelle più importanti istituzioni accademiche mondiali: l'Università di Berkeley, il Nucleo del Deseno Industrial di San Paolo, il Collegio degli Architetti di Rio de Janeiro, la Cranbrook School di Detroit, la Southern California Institute of Architecture e il Pacific Design Center di Los Angeles. Premio Roscoe New York (1984), Premio Design Stoccarda (1985 e 1990), Medaglia d'oro "Apostolo del design" Milano (2003), Premio "Dama d'argento" - Poldi Pezzoli Milano 2006, Premio "Milanodonna" Milano (2007), "Piramidi dell'Accademia Italiana" Firenze (2008), "The IIC Lifetime Archievement Award" Los Angeles (2008), Good Design Award Chicago (2008).

Il 22 febbraio 2011 Maria Cristina Mariani Dameno detta Cini Boeri ottiene la benemerenza della Repubblica italiana: Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Figli di Cini Boeri sono Sandro, Stefano e Tito, rispettivamente giornalista, architetto ed economista.

Operemodifica | modifica sorgente

Design

  • 1964 poltrona Borgogna (Arflex)
  • 1967 poltrone monoblocco Bobo e Cubotto (Arflex)
  • 1967 valigia Partner (Franzi)
  • 1968 divano Bengodi (Arflex)
  • 1970 tavolo Lunario e divano Gradual (Knoll)
  • 1971 divano Serpentone (Arflex)
  • 1972 divano Strips (Arflex)
  • 1972 bicchieri e articoli in cristallo Cibi (Arnolfo di Cambio)
  • 1973 lampada da tavolo Lucetta (Stilnovo)
  • 1976 tavolo Talete (Arflex)
  • 1977 poltrona Brigadier (Knoll)
  • 1980 libreria girevole Double face (Arflex)
  • 1982 maniglie Tre B (Fusital)
  • 1982 lampada da tavolo Dito (Tronconi)
  • 1982 porta Rever (Tre-P Tre-Più)
  • 1983 tavolo Malibu (Arflex)
  • 1983 prefabbricato (Misawa Homes, Tokyo)
  • 1987 poltrona Ghost (Fiam)
  • 1989 lampadario Feltro (Venini)
  • 2007 sistema di libreria To the wall (Magis)

Architettura

  • 1966-67 Casa per vacanze a Punta Cannone (La Maddalena)
  • 1967 Casa per vacanze al golfo di Abbataggia (La Maddalena)
  • 1970 Casa museo di Antonio Gramsci a Ghilarza (Oristano)
  • 1976 Restauro di palazzo Forti a Verona
  • 1990 Casa di campagna in provincia di Piacenza
  • 1997 Palazzi per uffici a Roma
  • 2003-04 Casa per vacanze al golfo di Abbataggia (La Maddalena)
  • 2007 Museo del Tesoro del Duomo - Monza

Premi e riconoscimentimodifica | modifica sorgente

  • 1978 Product Design Award Resources Council Inc.
  • 1978 Premio Roscoe
  • 1979 Premio Compasso d'Oro
  • 1983 Premio Saiedue
  • 1984 Medaglia d'oro Bio 10 Lubiana
  • 1984 Product Design Award Resources Council Inc.
  • 1984 Premio Roscoe
  • 1985 Premio Design Stoccarda
  • 1990 Premio Design Auswahl `90 Stoccarda
  • 2003 Medaglia d'oro Premio "Apostolo del design " Milano
  • 2006 Premio Dama d'Argento - Poldi Pezzoli Milano
  • 2008 IIC Lifetime Achievement Award to Cini Boeri - Los Angeles

Onorificenzemodifica | modifica sorgente

Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 22/02/2011[1]

Opere letterariemodifica | modifica sorgente

  • Le dimensioni umane dell'abitazione, Milano, Franco Angeli, 1980
  • La dimensione del domestico in, La casa tra tecniche e sogno, a cura di M.Bertoldini,Milano, Franco Angeli, 1988'
  • Progettista a committente in Struttura e percorsi dell'atto progettuale, Milano, CittàStudi, l991

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b http://www.quirinale.it/elementi/DettaglioOnorificenze.aspx?decorato=314520
  2. ^ http://rassegnastampa.unipi.it/rassegna/archivio/2006/06/23SIB5037.PDF
  3. ^ Regesto Compasso d'Oro

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Cecilia Avogadro (a cura di), Cini Boeri, architetto e designer, Silvana Editoriale, 2004. ISBN 88-8215-640-0

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 18550551








Creative Commons License