Ciona intestinalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ascidia lunga
Cionaintestinalis.jpg
Ciona intestinalis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Tunicata
Classe Ascidiacea
Ordine Enterogona
Sottordine Phlebobranchia
Famiglia Cionidae
Genere Ciona
Specie C. intestinalis
Nomenclatura binomiale
Ciona intestinalis
Linnaeus, 1767
Sinonimi

Ciona gelatinosa Bonnevie, 1896
Ascidia intestinalis Linnaeus, 1767

L'ascidia lunga (Ciona intestinalis Linnaeus, 1767) è un ascidia della famiglia Cionidae.

Descrizionemodifica | modifica sorgente

Il corpo, fissato al substrato mediante corti rizomi, ha forma cilindrico-sacciforme ed è costituito da una spessa tunica di consistenza gelatinosa ed aspetto translucido, di colore per lo più biancastra, talora anche giallo-verdastra. I sifoni sono lobati ed hanno una caratteristica macchiolina rossa su ogni lobo. Il sifone inalante è posto in posizione apicale, quello esalante è posto inferiormente e in posizione laterale. Il cestello branchiale è molto sviluppato ed occupa gran parte del corpo.
Può raggiungere i 20 cm di lunghezza.

Distribuzione e habitatmodifica | modifica sorgente

Specie cosmopolita, si trova nelle acque di tutte le aree temperate del mondo.
Predilige i fondali rocciosi ma vive anche attaccata alle alghe.
Si adatta anche ad acque con grandi variazioni di salinità (lagune) o inquinate (porti), da 0 a 500 metri di profondità.

Riproduzionemodifica | modifica sorgente

È un organismo ermafrodita oviparo. Si riproduce durante tutto l'anno, con picchi in estate.

Organismo modellomodifica | modifica sorgente

Larva di C. intestinalis
allo stadio di 64 cellule


Ciona intestinalis ha alcune caratteristiche che la rendono un ottimo organismo modello per studi sul genoma e sulla embriogenesi: ha una distribuzione cosmopolita e si riproduce durante tutto l'anno, ha un numero limitato di geni (circa 15000) e un genoma compatto (circa 160 milioni di basi azotate) ed ha infine, come tutti i tunicati, interessanti rapporti filogenetici con i vertebrati.

Sottospeciemodifica | modifica sorgente

  • Ciona intestinalis gelatinosa (Bonnevie, 1896)
  • Ciona intestinalis intestinalis (Linnaeus, 1767)
  • Ciona intestinalis longissima (Hartmeyer, 1899)
  • Ciona intestinalis tenella (Stimpson, 1852)

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Mojetta A., Ghisotti A, Flora e Fauna del Mediterraneo, Mondadori, 2003. ISBN 880438574X.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente


animali Portale Animali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animali







Creative Commons License