Circuito di Jacarepaguá

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 22°58′32″S 43°23′42″W / 22.975556°S 43.395°W-22.975556; -43.395

Circuito di Jacarepaguá
Tracciato di Circuito di Jacarepaguá
Ubicazione
Stato Brasile Brasile
Località Jacarepaguá
Dati generali
Inaugurazione 1977
Lunghezza 4933 m
Curve 11
Circuito chiuso nel 2012 e in seguito demolito
Esisteva anche l'ovale, lungo 3 km e con 4 curve
Categorie
Formula 1
Champ Car
Motomondiale
Formula 1
Tempo record 1:32.507[1]
Stabilito da Riccardo Patrese
su Williams
Record in gara
Champ Car
Tempo record 0:38.565
Stabilito da Christian Fittipaldi
su Newman-Haas

L'Autódromo Internacional Nelson Piquet, meglio noto come circuito di Jacarepaguá, era un circuito automobilistico permanente posto nelle vicinanze di una laguna a circa 30 km a Sud Ovest della città di Rio de Janeiro in Brasile, nel quartiere di Jacarepaguá. Ha ospitato per dieci volte, dal 1978 al 1989 il Gran Premio del Brasile valido per il mondiale di Formula 1, in alternanza con il Circuito di Interlagos. Ha inoltre ospitato varie edizioni del Gran Premio motociclistico del Brasile. Nel 1988 venne intitolato a Nelson Piquet.

La storiamodifica | modifica sorgente

Il circuito venne costruito nella seconda metà degli anni settanta e venne inaugurato nel 1977 con delle gare motociclistiche.

Lungo in origine 5.031 m, non presentava grosse difficoltà tecniche tranne che per la caratteristica di girare in senso antiorario. L'umidità, dovuta al fatto che il circuito è costruito su un terrapieno posto al limite di una laguna, penalizzava la potenza dei motori.

Dopo il rettilineo iniziale vi è la curva Molyarte seguita da una parte mista (curve Carlos Pace, Kartodromo e Nonato). Dopo la curva Norte inizia un lunghissimo rettilineo (detto Arquibancadas) terminante con la curva Sul. Vi è poi un'altra parte mista (curve Girao, Morette, Lagoa, Box 90 graus e Victoria) che reimette sul rettilineo iniziale.

Il pilota plurivincitore in F1 è Alain Prost con ben cinque successi.

Abbandonato dalla Formula 1 è stato in seguito utilizzato dalle formule nordamericane dopo la costruzione di un ovale, dedicato a Emerson Fittipaldi, all'interno della struttura esistente.

Inoltre dal 1995 al 2004 il circuito ha ospitato i Gran Premi del Brasile del motomondiale.

Nei primi giorni di gennaio 2008 è cominciata la parziale demolizione del circuito nella zona che va dalla curva Molyarte fino a un terzo dell'Arquibancadas: sulla sua area sorgerà un parco olimpico che verrà utilizzato in occasione dei Giochi della XXXI Olimpiade che si svolgeranno a Rio de Janeiro nel 2016. Il tracciato ha continuato a venire utilizzato per competizioni nazionali su una configurazione di tracciato ridotta sino all'autunno 2012, quando i lavori legati ai giochi olimpici, comprendenti anche la realizzazione del villaggio olimpico[2], hanno portato alla chiusura definitiva della pista, demolita nei mesi successivi[2].

Risultati Formula 1modifica | modifica sorgente

La configurazione originaria della pista, utilizzata per i gran premi di Formula 1. In seguito negli anni novanta fu modificato il tratto tra le curve Molykote e 3
Anno Pilota Costruttore
1978 Argentina Carlos Reutemann Ferrari Resoconto
1981 Argentina Carlos Reutemann Williams-Ford Resoconto
1982 Francia Alain Prost Renault Resoconto
1983 Brasile Nelson Piquet Brabham-BMW Resoconto
1984 Francia Alain Prost McLaren-TAG Resoconto
1985 Francia Alain Prost McLaren-TAG Resoconto
1986 Brasile Nelson Piquet Williams-Honda Resoconto
1987 Francia Alain Prost McLaren-TAG Resoconto
1988 Francia Alain Prost McLaren-Honda Resoconto
1989 Regno Unito Nigel Mansell Ferrari Resoconto

Gare CART e Champ Carmodifica | modifica sorgente

Il tracciato ovale trapezoidale di Jacarepaguá, fu intitolato a Emerson Fittipaldi
Stagione Data Titolo gara Vincitore Telaio Motore Scuderia
1996 17 marzo Rio 400 Brasile André Ribeiro Lola Honda Tasman Racing
1997 10 maggio Hollywood Rio 400k Canada Paul Tracy Penske Mercedes-Benz Penske Racing
1998 10 maggio Rio 400k Canada Greg Moore Reynard Mercedes-Benz Forsythe Racing
1999 15 maggio GP Telemar Rio 200 Colombia Juan Pablo Montoya Reynard Honda Chip Ganassi Racing
2000 30 aprile Rio 200 Messico Adrian Fernández Reynard Ford-Cosworth Patrick Racing

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Configurazione da 5031m
  2. ^ a b Vittorio Alfieri, Jacarepagua cambia volto: il villaggio olimpico si mangia la pista di Piquet in F1web.it, 25 febbraio 2013. URL consultato il 9 marzo 2013.

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License