Circuito elettronico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In elettronica, un circuito elettronico è un circuito elettrico composto in massima parte da componenti elettronici e dedicato all'elaborazione di segnali informativi di natura elettromagnetica. I circuiti elettronici sono quindi una sottotipologia di circuiti elettrici, studiati dall'elettrotecnica, che in generale sono invece progettati prevalentemente per il trasporto e la conversione dell'energia elettrica.

Classificazionemodifica | modifica sorgente

La tipologia dei segnali trattati e la loro modalità di trattamento consente di raggruppare i circuiti elettronici in varie categorie:

Analisi e sintesimodifica | modifica sorgente

Nell'analisi dei circuiti elettronici analogici si fa uso soprattutto di alcuni metodi dell'elettrotecnica come le leggi di Kirchhoff, la legge di Ohm, l'analisi ai nodi e alle maglie e concetti di teoria dei sistemi. Nell'analisi dei circuiti digitali si fa spesso riferimento all'Algebra di Boole.

Nella progettazione si usano anche qui concetti della teoria dei sistemi e tecniche del controllo automatico da essa derivate come il concetto di retroazione. In particolare qualunque circuito elettronico analogico lineare e tempo invariante (LTI) di cui non si conosce il comportamento ingresso-uscita può essere visto come un sistema a scatola nera per cui è lecito definire una funzione di trasferimento ingresso-uscita ed una corrispettiva risposta in frequenza.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License