Claudio Fabretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Claudio Fabretti (Roma, 3 giugno 1967) è un giornalista e critico musicale italiano. Lavora per la carta stampata e il web. Conduce anche programmi radio e partecipa come opinionista su reti locali. Ha pubblicato per Arcana due libri: "Fra le pagine chiare e le pagine scure", dedicato a vita e opere di Francesco De Gregori, e "R.E.M. - Perfect Circle", su storia e canzoni della band statunitense.

Professionemodifica | modifica sorgente

Dopo la laurea in Giurisprudenza all'Università La Sapienza e il master in Giornalismo alla Luiss di Roma, inizia a lavorare come redattore (è iscritto all'Ordine Giornalisti del Lazio dal 1997, elenco Professionisti) presso il settimanale Avvenimenti, parallelamente sviluppa un'intensa attività da free lance. Dal 2001 è nella redazione del quotidiano free press Leggo. Nel 2000 ha fondato OndaRock, una delle più visitate webzine musicali italiane.

Carta stampatamodifica | modifica sorgente

Dal 1988 al 1992 ha collaborato con il Corriere dello sport e con l'agenzia di stampa Rotopress come cronista per le edizioni locali. Dal 1997 al 2000 è stato redattore presso il settimanale Avvenimenti, diventando responsabile della redazione Esteri e curando diversi reportage, tra cui uno in Serbia, nel 1998, durante il conflitto interno in Kosovo e il braccio di ferro tra Slobodan Milosevic e la Nato. Nello stesso periodo ha curato alcuni capitoli del volume multimediale Guida al Buddhismo, pubblicato da Editori Riuniti (1999). Dal 1998 al 2001 ha collaborato con alcuni settimanali politici (L'espresso, l'italiano), con riviste musicali (Rockstar, Blow-Up) e di spettacoli (OndaTv, OndaMagazine). Nel 2001 è entrato nella redazione romana di Leggo, il quotidiano free press più letto d'Italia (fonti Audipress), dove è responsabile del settore Spettacoli e si occupa anche di attualità e sport.

Webmodifica | modifica sorgente

Dal 2000 al 2002 ha collaborato con Kataweb Musica, realizzando interviste, articoli e recensioni. È anche uno dei pionieri dell'informazione musicale sul web. Nel 2000, infatti, ha fondato la rivista musicale online OndaRock, che è diventata negli anni un punto di riferimento per gli appassionati di musica, con centinaia di monografie, interviste, recensioni, news e speciali dedicati alla scena italiana e internazionale, con particolare riferimento all'universo "indipendente". La webzine è citata presso numerosi siti di artisti italiani e internazionali, ed è stata menzionata in diverse guide e annuari sul web. Su OndaRock è nata anche una vasta community online che interagisce sulle pagine del forum di discussione. OndaRock si avvale della collaborazione di Marco Bercella, Francesco Nunziata, Lorenzo Righetto, Luca Pasi, Antonio Ciarletta, Gabriele Benzing, Michele Saran, Giuliano Delli Paoli, Leonardo Di Maio, Claudio Lancia, Francesco Giordani, Davide Sechi, Stefano Bartolotta, Alessandra Reale, Simone Coacci e molti altri. OndaRock si è aggiudicato la Targa Mei Musicletter - Indie Blog Award 2013 per la categoria "Miglior sito web".1

Nel 2008 ha creato anche la webzine gemella OndaCinema[1], che applica lo stesso schema al campo cinematografico, con una particolare attenzione all'aspetto grafico e visuale.

Sul sito web di Leggo cura anche un suo blog personale, intitolato "Filo di note" e dedicato a musica e dintorni.

Radiomodifica | modifica sorgente

Conduce il programma Rock in Onda sull'emittente romana Radio Città Aperta (88.9 fm a Roma). È intervenuto più volte come critico musicale presso Radio Città Aperta, Radio città futura e sul circuito locale di Radio Popolare Network.

Libri / editoriamodifica | modifica sorgente

Nel 2011 ha pubblicato il suo primo libro, "Francesco De Gregori - Fra le pagine chiare e le pagine scure" (Arcana Editore, 288 pp.), dedicato all'opera e alla vita del cantautore romano. Nel 2012 ha pubblicato "R.E.M. - Perfect Circle" (Arcana Editore, 379 pp.), un libro che analizza l'intera carriera della band statunitense attraverso le sue canzoni.

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ [1]







Creative Commons License